Viceministro Economia: da Gennaio pensioni MINIME A 780 EURO

(Torino)ore 21:01:00 del 16/09/2018 - Categoria: , Economia, Lavoro

Viceministro Economia: da Gennaio pensioni MINIME A 780 EURO

Laura Castelli (M5S): “Da gennaio le pensioni minime verranno portate a 780 euro”

Il viceministro all’Economia Laura Castelli (M5S) assicura che il reddito di cittadinanza di farà nel 2019: “Le risorse -dice – ci sono.

Creeremo un’identità digitale del reddito di cittadinanza che disincentiverà il nero”. E poi annuncia che da gennaio le pensioni minime saranno portate a 780 euro.

In un’intervista a “La Stampa” il viceministro all’Economia Laura Castelli (M5S), annuncia che il reddito di cittadinanza si farà nel 2019: “Partiremo il primo gennaio con le pensioni di cittadinanza, portando le minime a 780 euro.

Intanto ci occuperemo della riforma dei centri per l’impiego. Abbiamo calcolato che ci vogliono 3-4 mesi. Successivamente partirà il reddito di cittadinanza“.

Per il reddito la platea spiega che sarà “quella prevista dal contratto” e “costerà 10 miliardi, ovviamente considerando le pensioni che partono a gennaio”.

“Le risorse – assicura – ci sono. Creeremo un’identità digitale del reddito di cittadinanza che disincentiverà il nero.

Con il team di Diego Piacentini, commissario per l’Agenda digitale, stiamo mettendo insieme tutte le banche dati necessarie, Inps, centri per l’impiego, centri di formazione”, e così “si eviterà l’evasione, la corruzione, i furbetti.

Ormai il reddito ce lo copia anche Macron. Magari facciamo una joint venture”. E lancia l’idea di un reddito Ue.

Il viceministro ha poi smentito che il ministro Tria abbia minacciato le dimissioni per dissidi relativi alle coperture sul reddito di cittadinanza: “A me non risulta.

Da settimane, assieme al viceministro della Lega Massimo Garavaglia, facciamo riunioni con lui. Nessuno critica l’altro.

Ci sono discussioni tecniche, reciproche sollecitazioni. Tria è consapevole delle esigenze politiche, e convinto delle nostre ragioni, altrimenti non avrebbe accettato di far parte di un governo così particolare”.

Al presidente della Bce Draghi che ieri ha parlato di “danni” dopo le dichiarazioni del governo italiano, replica: “avrete notato che lo spread è sceso da quando abbiamo fatto capire ai mercati che crediamo a un governo di legislatura e che il Def e la legge di Bilancio su cui stiamo lavorando guarda ai prossimi 15 anni” e “Draghi cambierà idea tra dieci giorni quando leggerà il Def.

Da: QUI

Pubblicato da Gregorio

Altre notizie
Concorsi universita': assunzioni per 2.400 docenti
Concorsi universita': assunzioni per 2.400 docenti
(Torino)
-

Lo sblocco delle assunzioni nelle università si avvicina.
UNIVERSITA', ASSUNZIONI 2400 DOCENTI - Dopo lo stop decretato dalla Legge di...

Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
(Torino)
-

Il nostro paese al top della classifica europea. La Sicilia in testa fra le regioni seguita da Calabria e Campania. In europa la media dei Neet è il 12 per cento: da noi il 23,4
BOOM DI GIOVANI NEET IN ITALIA - Secondo i risultati di una ricerca di Unicef,...

Manovra 2019: arriva il Fondo Famiglia per gli italiani
Manovra 2019: arriva il Fondo Famiglia per gli italiani
(Torino)
-

Sconto tra Iv e M5s sulla proposta di Renzi di abolire quota 100, cosa che Di Maio ritiene inaccettabile
COME FUNZIONERA' IL FONDO FAMIGLIA 2019 - Tre miliardi di taglio delle tasse sul...

Come le multinazionali eludono tasse e nessuno fa niente
Come le multinazionali eludono tasse e nessuno fa niente
(Torino)
-

MULTINAZIONALI ED ELUSIONI TASSE - Ogni anno il 40% dei profitti delle grandi multinazionali viene dirottato verso paradisi fiscali che permettono alle aziende di eludere la fiscalità nazionale e di guadagnare circa 5 euro su ogni euro di tasse pagate.
MULTINAZIONALI ED ELUSIONI TASSE - Ogni anno il 40% dei profitti delle grandi...

Dai migranti in Italia il 9% del PIL
Dai migranti in Italia il 9% del PIL
(Torino)
-

Sono questi alcuni degli elementi che emergono dal nono Rapporto annuale sull’economia dell’Immigrazione, a cura della Fondazione Leone Moressa, presentato oggi (8 ottobre) a Roma.
QUANTO LAVORANI GLI IMMIGRATI IN ITALIA - Negli ultimi anni l’Italia sta...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati