Vestirsi da Cosplay, una tassa tira l'altra

LUCCA ore 21:12:00 del 15/11/2014 - Categoria: Cronaca, Curiosità

Vestirsi da Cosplay, una tassa tira l'altra

Spunta l'ennesima brutta notizia per chi era solo in cerca di un po' di divertimento dopo il lavoro

In questa Italia di politici ladri dove ognuno, sia di destra che di sinistra, non pensa ad altro se non a mantenere il cadreghino ben attaccato al sedere ed esser certo che lo stipendio a fine mese salga sul conto in banca, non c'è più da stupirsi di niente. Ormai in internet si è diffusa la voce uscita dal Transatlantico del Parlamento, dove deputati e senatori prima badano a mangiare e poi magari anche a legiferare per migliorare l'Italia. Naturalmente questo non è il loro primo obiettivo. Prima la pancia piena, poi il pensiero a voi italiani che stupidamente continuate a votarli. La novità per il 2015? Preparatevi a pagare l'ennesima tassa.

Un'indiscrezione che fino ad ora nessuno ha smentito. E si sa che il silenzio è molto spesso sinonimo di assenso. L'ennesima batosta che va a colpire i giovani e chi vuole evadere dalla quotidianità fatta di lavoro e di problemi. Si pagherà infatti una tassa nel caso in cui ci si voglia vestire da Cosplay. Una moda che in Italia sta facendo strage. Migliaia e migliaia di persone dovranno metter mano al loro portafogli e consegnare nelle Mani di Roma qualche decina di euro se vorranno continuare a viaggiare e far viaggiare con la fantasia.

Di cosa si tratta? Cosplay è un termine della lingua giapponese che indica la pratica di indossare un costume che rappresenti un personaggio riconoscibile in un determinato ambito e interpretarne il modo di agire. Insomma, smessi i panni dell'operaio, della studentessa o della casalinga, ci sono persone che altro non chiedono se non di poter indossare il costume del loro personaggio preferito. Alcuni vanno sui cartoni animati, altri sui film di fantascienza. Ogni dettaglio è curato nei minimi particolari e persino le movenze o il parlato ricalcano quelli originali.

Ecco, il nostro Governo ha deciso di colpire direttamente qui. Il fenomeno è finito quindi sotto i riflettori del fisco. Infatti, viene definita violazione del copyright. Proprio come se stessero riproducendo una canzone di qualche cantante famoso o trasmettendo spezzoni di film celebri, anche questa è stata interpretata come violazione dei diritti d'autore. Vuoi travestirti da Minnie? Nessun problema, ma dovrai pagare. Vuoi diventare per qualche ora E.T, l'extraterrestre più famoso del grande schermo? Nessun problema, ma prima metti mano al portafoglio. Ma si può andare avanti così?

Eppure proprio i Cosplay sono un'usanza sempre più diffusa sul nostro territorio come dimostra lo straordinario successo della manifestazione Lucca Comics. Migliaia di persone col loro vestito insieme per divertirsi e apprezzarsi l'un l'altro. E adesso il Governo, salvo smentite, chiederà a tutti di pagare per quella vestizione. Vero o no, la notizia è scappata fuori dai salotti della Roma bene e sta facendo il giro del web creando panico e allarmismo. Come fare per frenare questa ennesima tassa a nostro carico? Forse bisognerebbe trasformarsi in supereroi e costringere i nostri politici a ragionare per davvero…

Articolo tratto da: www.italianosveglia.com

Pubblicato da Albertone

Altre notizie
Acqua ossigenata: cosa succede se metti 1 cucchiaino in lavatrice?
Acqua ossigenata: cosa succede se metti 1 cucchiaino in lavatrice?

-

Acqua ossigenata: 5 utilizzi alternativi a cui non avevi mai pensato
Uno dei prodotti più versatili, economici e utili che dovremmo sempre avere in...

Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!

-

Stop ai corsi di italiano e alla formazione professionale. Non solo: via gli psicologi, ridotta al minimo la presenza di assistenti sociali, operatori culturali, medici e infermieri
Ogni ospite vedrà il medico per massimo 4 ore l’anno. L’infermiere, invece, non...

Unicef: ogni 3 euro che doni, 2 vanno a una societa' privata!
Unicef: ogni 3 euro che doni, 2 vanno a una societa' privata!

-

Unicef: se doni 3 euro, 2 vanno a una società privata. Ma per il fondo per l’infanzia va bene così L’affare Play Therapy Africa – Scoperta dei pm di Firenze nell’inchiesta sui Conticini. Ma il Fondo per l’infanzia ha deciso che va bene così
Su dieci milioni di donazioni versate ad associazioni umanitarie per aiutare i...

Forfora perenne? Ecco 5 rimedi super!
Forfora perenne? Ecco 5 rimedi super!

-

5 rimedi naturali efficaci per intervenire subito contro la forfora
Se i capelli sono un must della bellezza femminile e ci teniamo molto a taglio,...

Si espande il modello CINA: Internet sempre MENO LIBERO
Si espande il modello CINA: Internet sempre MENO LIBERO

-

L’organizzazione non governativa ‘Freedom House’ nel suo ultimo rapporto ha evidenziato un aggravamento sul fronte dei diritti e delle libertà della rete
L’organizzazione non governativa ‘Freedom House’ nel suo ultimo rapporto ha...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati