Vergogna Ilva

(Taranto)ore 14:29:00 del 21/09/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce

Vergogna Ilva

Per gli uomini i tumori più diffusi sono quello ai polmoni (con un'incidenza preponderante nelle province di Lecce e nel capoluogo tarantino) e bronchi, per le donne è il cancro alla mammella.

 

Insomma, l'impatto negativo degli impianti non lo si può nascondere ed è per questo che proprio all'inaugurazione della Fiera del Levante il governatore Emiliano ha attaccato il premier Renzi rinfacciandogli i dieci decreti legge del governo sull'Ilva, che, disse, “consentono alla fabbrica sequestrata di continuare a uccidere rendendo inefficace il sequestro da parte della magistratura”.

Tumori infantili a Taranto: un 30% in più dell’incidenza di tumori infantili nel capoluogo pugliese rispetto alla media nazionale e 20mila nuovi casi di tumore all'anno in tutta la Puglia. Una tragedia azzittita dai troppi interessi, una denuncia che va avanti da anni e chissà quando troverà ascolto.

A rivelare i nuovi numeri è l’aggiornamento del Registro Tumori di Taranto, che si riferisce al periodo 2006-2011 e che segue il primo report di incidenza dei tumori maligni della provincia di Taranto presentato nel 2014, che comprendeva i casi incidenti nell’intero territorio provinciale per gli anni 2006-2008.

 

Secondo l'indagine presentata in Fiera del Levante, in Puglia ogni anno si ammalano di tumore 11mila uomini e 9mila donne, a fronte di una media nazionale che si aggira intorno a circa 350mila nuovi casi all’anno. Per gli uomini i tumori più diffusi sono quello ai polmoni (con un'incidenza preponderante nelle province di Lecce e nel capoluogo tarantino) e bronchi, per le donne è il cancro alla mammella.

E i bambini? Il dato più allarmante viene da Taranto dove si è registrato il 30% in più di tumori infantili. Qui le fabbriche, soprattutto l'Ilva, contribuiscono a un peggioramento della qualità dell'aria. Già troppo spesso sono stati evidenziati dati relativi al possibile legame tra lo stabilimento e condizioni di malessere dei cittadini, a partire dal piombo individuato nel sangue e nelle urine sia di adulti che di bambini e dal basso tasso di fertilità delle donne tarantine, da correlare alla presenza di sostanze cancerogene come la diossina.

Inoltre, un dato superiore rispetto al trend nazionale è quello del tumore alla vescica nelle province di Brindisi, Lecce e Taranto e l'aumento dei casi di tumore alla tiroide e del melanoma cutaneo.

“Il dato relativo alla totalità dei tumori nella nostra regione è in linea e anche inferiore a quello nazionale: si riscontrano però – precisa Lucia Bisceglia, componente del centro di coordinamento del Registro tumori pugliese – delle criticità territoriali per alcune tipologie di tumori. Quella maggiore è rappresentata, per gli uomini, dal tumore al fegato che nella Bat (Barletta-Andria-Trani) ha un'incidenza del 33% contro il 20,3 della media nazionale”.

Una tortura senza fine quella dei tarantini? Un popolo senza future generazioni? La contaminazione dell’ambiente, dell’aria, della catena alimentare in stadio avanzato non è già abbastanza grave da far aprire gli occhi?

Pubblicato da Luca

Altre notizie
I 17 Obiettivi da raggiungere entro il 2030 del NWO
I 17 Obiettivi da raggiungere entro il 2030 del NWO
(Taranto)
-

I 17 Obiettivi da raggiungere entro il 2030. I falsi profeti e il mondo dello spettacolo in sostegno del Nuovo Ordine Mondiale
Avete sentito parlare di “obiettivi globali“? Se non ne avete sentito parlare,...

Medicine pericolose: 93 farmaci da EVITARE ASSOLUTAMENTE
Medicine pericolose: 93 farmaci da EVITARE ASSOLUTAMENTE
(Taranto)
-

Medicinali pericolosi: 93 farmaci da escludere per curarsi meglio secondo il rapporto Prescrire
L’Ong francese Prescrire pubblica per il settimo anno consecutivo un rapporto...

Lasciate stare George Clooney: le capsule da caffe' fanno male!
Lasciate stare George Clooney: le capsule da caffe' fanno male!
(Taranto)
-

La Bialetti e gli altri produttori di moka per il caffè sono in crisi, a causa dello strapotere (e della praticità) delle capsule che stanno conquistando sempre più larghe quote di mercato.
La Bialetti e gli altri produttori di moka per il caffè sono in crisi, a causa...

Migranti: ecco il business della DETENZIONE e del RIMPATRIO (e i FRANCESI fanno soldi)
Migranti: ecco il business della DETENZIONE e del RIMPATRIO (e i FRANCESI fanno soldi)
(Taranto)
-

La prefettura di Milano pubblica i bandi di gara per affidare centri e strutture per migranti e mette nero su bianco una realtà: punita economicamente la piccola accoglienza
È ufficiale: i famosi 35 euro per migrante sono stati cancellati. È finita la...


(Taranto)
-


È partita sfida dell'Umbria al decreto Sicurezza di Matteo Salvini. Il tema è...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati