Un MI PIACE puo' costarti la GALERA!

(Campobasso)ore 16:20:00 del 03/10/2017 - Categoria: , Curiosità, Denunce, Internet, Nuove Leggi, Sociale

Un MI PIACE puo' costarti la GALERA!

Per la prima volta in Italia sette persone saranno processate per aver espresso apprezzamento ad un post diffamatorio.

Per la prima volta in Italia sette persone saranno processate per aver espresso apprezzamento ad un post diffamatorio.

Sui social network il gioco è finito. Chi in tutti questi anni ha pensato di poter offendere e insultare il prossimo senza problemi dovrà ricredersi e fare molta attenzione a quello che a partire dal primo novembre succederà nelle aule del tribunale di Brindisi. Sette persone saranno processate con l’accusa di diffamazione per aver messo un semplice like ad un post denigratorio del sindaco e di alcuni dipendenti comunali.

Per l’accusa anche i like configurano il reato 

I fatti risalgono al 2014 quando su Facebook venne pubblicato un commento in cui Pasquale Russo, all’epoca sindaco di San Pietro Vernotico, piccolo centro del brindisino, e alcuni  dipendenti comunali venivano descritti come fannulloni e assenteisti. Secondo il procuratore aggiunto Nicolangelo Ghizzardi non solo il post ma anche gli apprezzamenti dei lettori espressi attraverso il canonico like configuravano un reato di diffamazione aggravata.

Precedenti di condanna in Svizzera

Ora toccherà ai giudici stabilire se effettivamente basta così poco per finire sulla graticola. Nel nostro Paese non ci sono precedenti simili. All’estero però sì. In Svizzera i like in calce ai commenti diffamatori sono stati puniti.

In passato i like sono costati il posto di lavoro 

La vicenda brindisina conferma dunque che bisogna porre massima attenzione a come ci si comporta sui social network. Un banale like può mettere in gioco una condanna ma anche il posto del lavoro, come capitato, per esempio, ad un operaio sardo licenziato per aver espresso apprezzamento su Facebook ad un post ritenuto denigratorio e diffamatorio dal datore di lavoro. L’idea che i social network siano un Far West senza leggi finalmente sta tramontando e questo non può che essere un bene.

Da: QUI

Pubblicato da Gregorio

Altre notizie
Gabanelli SHOCK sulla Rai: 'STIPENDI MOSTRUOSI A VITA SENZA FARE NULLA!'
Gabanelli SHOCK sulla Rai: 'STIPENDI MOSTRUOSI A VITA SENZA FARE NULLA!'
(Campobasso)
-

Svincolata dai partiti, doveva decollare tre anni fa. Invece la più grande azienda culturale del Paese è rimasta nel parcheggio, invischiata nelle clientele e nelle inefficenze di sempre.
Svincolata dai partiti, doveva decollare tre anni fa. Invece la più grande...

VERGOGNA! Volevi un maschietto e invece e' una femminuccia? Ecco dove
VERGOGNA! Volevi un maschietto e invece e' una femminuccia? Ecco dove
(Campobasso)
-

Il feto è femmina? Si può abortire – Le autorità sanitarie svedesi hanno di fatto legittimato l’aborto selettivo?
Il feto è femmina? Si può abortire – Le autorità sanitarie svedesi hanno di...

Analisi dei vaccini? PEGGIO DEL PREVISTO
Analisi dei vaccini? PEGGIO DEL PREVISTO
(Campobasso)
-

I vaccini si sa contengono sostanze note e altre meno note perché coperte dall’inviolabile segreto industriale, quasi a livello militare. Ma dietro a sigle e acronimi si celano materiali che potrebbero giocare un ruolo prioritario nell’eziologia di gravis
I vaccini si sa contengono sostanze note e altre meno note perché coperte...

Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti
Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti
(Campobasso)
-

Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand e noto per il suo ultraeuropeismo, Jacques Attali è l’uomo che ha scoperto Macron, presentandolo al presidente Hollande del quale è diventato consigliere.
Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand...

Miele contaminato da pesticidi: quali sono i rischi
Miele contaminato da pesticidi: quali sono i rischi
(Campobasso)
-

I 3/4 del miele prodotto in tutto il mondo contiene pesticidi neonicotinoidi. Le concentrazioni rilevate dall’indagine non risultano pericolose per l’uomo, ma rappresentano una seria minaccia per le api.
Il 75 percento del miele venduto in tutto il mondo è contaminato da pesticidi;...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati