Trump PRESIDENTE!

(Firenze)ore 11:03:00 del 20/03/2017 - Categoria: , Esteri, Politica

Trump PRESIDENTE!

Secondo Foreign Policy, i diplomatici Usa hanno avvertito diversi membri chiave dell’Onu di ”aspettarsi un grande freno” sulla spesa americana.

L’amministrazione del presidente Donald Trump ha chiesto al Dipartimento di Stato di tagliare del 50% i finanziamenti Usa all’Onu. Lo rivela Foreign Policy. La spinta per una drastica riduzione dei contributi alle Nazioni Unite arriva alla vigilia della presentazione del bilancio per il 2018, che dovrebbe essere reso noto giovedi’ e potrebbe includere un taglio del 37% al dipartimento di stato e all’U.S. Agency for International Development budgets.

Gli Stati Uniti sborsano a fondo perduto ogni anno 10 miliardi di dollari all’Onu, e i tagli potrebbero avere un forte impatto sul peacekeeping, sul programma di sviluppo e sull’Unicef, finanziati dallo State’s Bureau of International Organization Affairs. Meno chiaro invece il destino di altri programmi come quello sui rifugiati e il Programma Alimentare Mondiale. Secondo Foreign Policy, i diplomatici Usa hanno avvertito diversi membri chiave dell’Onu di ”aspettarsi un grande freno” sulla spesa americana.

Il nuovo ambasciatore americano all'Onu, Nikky Haley, ha già promesso di mettere in primo piano gli interessi americani e usare la leva dei fondi. Ma il documento promette di tagliare la partecipazione americana a tutte quelle agenzie o attività dell'Onu alle quali il nuovo presidente americano si oppone per motivi ideologici o di bilancio. Un assaggio c'è del resto già stato con la direttiva con la quale Trump ha tagliato i finanziamenti alle Ong che, nell'ambito di attività di pianificazione familiare, sostengono anche le interruzioni volontarie di gravidanza.Il documento è ancora allo stadio di bozza e potrebbe essere quindi in parte rivisto prima dell'approvazione. Il testo sottolinea che al momento gli Stati Uniti sono "il maggior contributore dell'Onu", al quale forniscono "quasi un quarto del totale delle entrate". Ma se l'impegno finanziario è "particolarmente gravoso" ed "enorme", afferma il documento, "le Nazioni Unite spesso perseguono un'agenda contraria agli interessi americani".

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Russia, VIETATO ESSERE TESTIMONI DI GEOVA: 'sono ESTREMISTI'
Russia, VIETATO ESSERE TESTIMONI DI GEOVA: 'sono ESTREMISTI'
(Firenze)
-

Da oggi in Russia è vietato essere testimoni di Geova. Lo ha deciso la Corte suprema di Mosca ha vietato ogni attività dell'organizzazione religiosa sul territorio russo.
Da oggi in Russia è vietato essere testimoni di Geova. Lo ha deciso la Corte...

Parigi ancora sotto attacco dall'Isis: chi fermera’ questo genocidio Europeo?
Parigi ancora sotto attacco dall'Isis: chi fermera’ questo genocidio Europeo?
(Firenze)
-

I musulmani non si fermeranno fino a quando non avranno instaurato la sharia nel paese in cui vivono, quindi questi fatti saranno sempre più frequenti quanto più aumenterà la percentuale di islamici nella società.
I musulmani non si fermeranno fino a quando non avranno instaurato la sharia nel...

Deputato PD svela tutto: IL GOVERNO MENTE AGLI ITALIANI SAPENDO DI MENTIRE! IL VIDEO
Deputato PD svela tutto: IL GOVERNO MENTE AGLI ITALIANI SAPENDO DI MENTIRE! IL VIDEO
(Firenze)
-

AMMISSIONE CHOC IN DIRETTA! IL PD TIENE ALTA LA DISOCCUPAZIONE APPOSTA PERCHE’ LO VUOLE L’EUROPA
AMMISSIONE CHOC IN DIRETTA! IL PD TIENE ALTA LA DISOCCUPAZIONE APPOSTA PERCHE’...

Di Maio vuole mandare Renzi in galera: ECCO LE ACCUSE
Di Maio vuole mandare Renzi in galera: ECCO LE ACCUSE
(Firenze)
-

BOOM! – DI MAIO VUOLE MANDARE IL DUCETTO IN GALERA E SI RIVOGE A WOODCOCK. SOLO UNA COINCIDENZA? – GIGGINO ACCUSA MATTEO DI ISTIGAZIONE ALLA CORRUZIONE, CORRUZIONE INTERNAZIONALE, INDUZIONE INDEBITA – L’ESPOSTO ALLA PROCURA DI NAPOLI SUL SALVATAGGIO DELL’
BOOM! – DI MAIO VUOLE MANDARE IL DUCETTO IN GALERA E SI RIVOGE A WOODCOCK. SOLO...

UN POPOLO INTERO IN PIAZZA PER CACCIARE I PARASSITI DI GOVERNO
UN POPOLO INTERO IN PIAZZA PER CACCIARE I PARASSITI DI GOVERNO
(Firenze)
-

Il Venezuela, sull’orlo della guerra civile, ha vissuto ieri un’altra giornata di proteste, di violenze, di sangue, con il bilancio – ancora provvisorio – di due manifestanti uccisi a colpi di pistola, un ragazzo di 17 anni e una giovane di 23 anni.
Il Venezuela, sull’orlo della guerra civile, ha vissuto ieri un’altra giornata...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati