Stangata per i prezzi di FRUTTA E VERDURA, ancora rincari per gli italiani

(Napoli)ore 13:10:00 del 08/03/2019 - Categoria: , Denunce, Economia

stangata per i prezzi di FRUTTA E VERDURA, ancora rincari per gli italiani

La causa sarebbe da imputare ai prezzi dei beni alimentari sia lavorati che non lavorati e ai 'Beni energetici non regolamentati’.

Ancora aumento dell’inflazione a febbraio 2019 e con essa crescono i prezzi di frutta e verdura secondo gli ultimi dati Istat. L’indice nazionale dei prezzi al consumo ha registrato un aumento dello 0,2% su base mensile e dell’1,1% su base annua. Che cosa è cambiato esattamente per i consumatori?

Prezzi in aumento per frutta e verdura

La causa sarebbe da imputare ai prezzi dei beni alimentari sia lavorati che non lavorati e ai ‘Beni energetici non regolamentati’ anche in questo caso i prezzi hanno subito un rincaro.

Stessa cosa per i tabacchi. Nel mirino ci sono i ‘Beni alimentari, per la cura della casa e della persona’ aumentati da da +0,6% a +2,1  e i Prodotti ad alta frequenza d’acquisto’ da +0,8 a +1,7%.

Stangata da 325 euro

Secondo Federconsumatori questo significherebbe, per le tasche degli italiani, 325,60 euro netti all’anno, una cifra che “mette a dura prova i bilanci familiari, con importanti conseguenze negative sull’intero sistema economico, a causa dell’ulteriore contrazione della domanda interna”. Anche il Codacons si è espresso in merito “una inflazione all’1,1% determina un aggravio di spesa pari a +338 euro su base annua per la famiglia tipo, spesa che sale a +429 euro annui se si considera un nucleo con due figli”.

Una previsione che non ha tardato ad avverarsi già a febbraio con il balzo dei prezzi di frutta e verdura che ha provocato l’inflazione. Vedremo come andrà a marzo.

Le parole di Coldiretti

Secondo Coldiretti, il clima pazzo dell’anno scorso avrebbe sconvolto i raccolti e ridotto di fatto la disponibilità sul mercato. Da qui si spiegherebbe l’aumento dei prezzi di frutta e verdura. Coldiretti fa notare che “Per ottimizzare la spesa, ottenere il miglior rapporto prezzi qualità e aiutare il proprio territorio e l’occupazione, il consiglio della Coldiretti è quello di verificare l’origine nazionale, acquistare prodotti locali che non devono subire grandi spostamenti, comprare direttamente dagli agricoltori nei mercati o in fattoria e non cercare per forza il prodotto perfetto perché piccoli problemi estetici non alternano le qualità organolettiche e nutrizionali, i cosiddetti “brutti ma buoni”.

Da: QUI

Pubblicato da Carmine

Altre notizie
Dai migranti in Italia il 9% del PIL
Dai migranti in Italia il 9% del PIL
(Napoli)
-

Sono questi alcuni degli elementi che emergono dal nono Rapporto annuale sull’economia dell’Immigrazione, a cura della Fondazione Leone Moressa, presentato oggi (8 ottobre) a Roma.
QUANTO LAVORANI GLI IMMIGRATI IN ITALIA - Negli ultimi anni l’Italia sta...

Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
(Napoli)
-

MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri conferma la completa sterilizzazione degli aumenti dell’IVA previsti dalle clausole di salvaguardia ma non esclude possibili rimodulazioni dell’aliquota per un sistem
MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto...

Sondaggi: 1 italiano su 2 scontento e senza fiducia nel nuovo Governo
Sondaggi: 1 italiano su 2 scontento e senza fiducia nel nuovo Governo
(Napoli)
-

ITALIANI SFIDUCIATI DAL NUOVO GOVERNO - Secondo il sondaggio politico trasmesso da Agorà su RaiTre questa mattina, metà degli italiani non hanno fiducia del governo giallorosso.
ITALIANI SFIDUCIATI DAL NUOVO GOVERNO - Secondo il sondaggio politico trasmesso...

250mila giovani via in 10 anni dall'Italia: quanto ci costa?
250mila giovani via in 10 anni dall'Italia: quanto ci costa?
(Napoli)
-

Presentato a Palazzo Chigi il nono Rapporto annuale sull’economia dell’immigrazione: quasi un quinto di queste persone viene dalla Lombardia (18,3%)
250 MILA GIOVANI EMIGRATI IN 10 ANNI - Duecentocinquantamila giovani sono andati...

Fisco: le grandi imprese evadono 16 volte di piu' rispetto alle piccole, ma nessuno lo dice!
Fisco: le grandi imprese evadono 16 volte di piu' rispetto alle piccole, ma nessuno lo dice!
(Napoli)
-

LA GRANDE EVASIONE DELLE GRANDI AZIENDE - A seguito dell’attività di accertamento svolta lo scorso anno sulle attività economiche, emerge come la maggiore imposta media accertata dall’Agenzia delle Entrate per ogni singola grande azienda sia pari a poco p
LA GRANDE EVASIONE DELLE GRANDI AZIENDE - A seguito dell’attività di...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati