Simulatore Reddito di Cittadinanza Online: come funziona

(Cagliari)ore 17:07:00 del 27/06/2019 - Categoria: , Guide, Lavoro

Simulatore Reddito di Cittadinanza Online: come funziona

SIMULATORE REDDITO DI CITTADINANZA ONLINE - Come funziona il simulatore online?

SIMULATORE REDDITO DI CITTADINANZA ONLINE - Come funziona il simulatore online? In modo molto semplice. Sono previsti, in sostanza, due step: il primo è volto alla verifica dei requisiti, mentre il secondo permette di conoscere l’importo che verrà riconosciuto al richiedente del sussidio.

SIMULATORE REDDITO DI CITTADINANZA ONLINE - Nella prima fase, quindi, è necessario inserire i dati personali e quelli relativi alla composizione e tipologia del nucleo familiare, alla cittadinanza, al patrimonio e al reddito complessivo. Il simulatore, a quel punto, una volta riempiti i campi con tutte queste informazioni, può immediatamente fornire una risposta in merito all’esito che avrebbe la domanda.

SIMULATORE REDDITO DI CITTADINANZA ONLINE - Nella seconda fase, invece, nel caso appunto di requisiti validi per l’accesso alla prestazione economica, vengono inserite informazioni aggiuntive essenziali per la precisa determinazione dell’importo spettante: parliamo quindi di inserire altri redditi o sussidi che, seppur compatibili con il reddito o la pensione di cittadinanza, vanno a modificare il volume dell’importo.

Come accedere al simulatore sul portale Inps? Facendo click su “Processi”, selezionando la voce “Prestazioni a sostegno del reddito” e spuntando l’opzione “ISEE post riforma 2015 Intranet per le sedi” o “Isee post riforma 2015” (per quanto riguarda gli utenti privati). Scorrendo il menù è possibile trovare il simulatore di calcolo.

Occorre infine specificare che la funzionalità di “Simulazione tramite dati relativi ad una DSU attestata valida” è disponibile per gli utenti che si autentichino tramite Pin Inps, Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Sistema Pubblico Identità Digitale (SPID), mentre la funzionalità di “Simulazione tramite dati ISEE autodichiarati e indicatori simulati” è utilizzabile senza la necessità di autenticazione tramite le suddette credenziali.

Sul sito dell’Inps si possono effettuare due simulazioni diverse: o tramite i dati relativi a una Dsu attestata valida, o tramite i dati Isee autodichiarati, con indicatori simulati. Per effettuare la simulazione con i dati Dsu è possibile farlo solamente accedendo con il Pin, la Carta nazionale dei servizi o lo Spid. Per il calcolo con i dati Isee, invece, è possibile effettuarlo anche senza accedere al sito. Seguendo questa seconda modalità, si deve prima effettuare la simulazione Isee nel caso in cui non si abbia la dichiarazione (capendo se si deve considerare l’Isee ordinario o quello minorenne) e poi compilare i dati del calcolatore del reddito di cittadinanza. Per quanto riguarda i dati Dsu bisogna invece indicare il codice fiscale e le informazioni non presenti sull’Isee, come nel caso di eventuali rate del mutuo da pagare. Il sistema, poi, recupera in automatico i dati per il calcolo dell’importo dell’assegno mensile.
Utilizzando il simulatore abbiamo provato a effettuare qualche calcolo, partendo da un valore standard, quello di un reddito da 3mila euro (ci riferiamo al valore reddito familiare e non all’Isee). Partiamo dal caso di un richiedente single, prendendo in considerazione l’ipotesi di una persona che viva in affitto (pagando 500 euro al mese per il canone di locazione e quindi 6mila euro l’anno) e abbia, come detto, redditi da 3mila euro. Compresa la quota dell’affitto prevista dal reddito di cittadinanza si arriva a un assegno mensile da 530 euro. Importo che scende a 250 euro – con gli stessi parametri – nel caso in cui il beneficiario della misura non paghi né l’affitto né un mutuo. Rifacendo il calcolo inserendo un mutuo mensile da 350 euro (ipotizzando 60 rate mensili ancora da saldare), infine, l’importo medio del reddito di cittadinanza arriva a 400 euro.

Pubblicato da Gregorio

Altre notizie
Pensioni: i 40enni di oggi ci andranno dopo i 73 anni
Pensioni: i 40enni di oggi ci andranno dopo i 73 anni
(Cagliari)
-

QUANDO ANDRANNO IN PENSIONE I 40ENNI DI OGGI - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni.
QUANDO ANDRANNO IN PENSIONE I 40ENNI DI OGGI - I quarantenni di oggi, coloro che...

Assegno Sociale da 485 euro al mese: come richiederlo
Assegno Sociale da 485 euro al mese: come richiederlo
(Cagliari)
-

COME RICHIEDERE ASSEGNO SOCIALE 485 EURO AL MESE - L’assegno sociale è un è una prestazione assistenziale che non è influenzata dal versamento dei contributi ed è erogata in favore di soggetti in condizione economiche disagiate al raggiungimento di una de
COME RICHIEDERE ASSEGNO SOCIALE 485 EURO AL MESE - L’assegno sociale è un è una...

Bucato ingiallito? Ecco i migliori rimedi naturali
Bucato ingiallito? Ecco i migliori rimedi naturali
(Cagliari)
-

BUCATO INGIALLITO RIMEDI NATURALI - Il vostro bucato è ingiallito e ha perso il suo candore?
BUCATO INGIALLITO RIMEDI NATURALI - Il vostro bucato è ingiallito e ha perso il...

1 giovane su 2 senza lavoro al Sud: chi si interessa di loro?
1 giovane su 2 senza lavoro al Sud: chi si interessa di loro?
(Cagliari)
-

1 GIOVANE SU 2 SENZA LAVORO AL SUD - Il primo capitolo di preoccupazione riguarda il mondo del lavoro e i giovani.
1 GIOVANE SU 2 SENZA LAVORO AL SUD - Il primo capitolo di preoccupazione...

Bonus Sud 2019: istruzioni per assunzioni nel Meridione
Bonus Sud 2019: istruzioni per assunzioni nel Meridione
(Cagliari)
-

ASSUNZIONI BONUS SUD 2019 - L’attesa è finita: dopo diverse modifiche e le novità inserite nel Decreto crescita, è arrivata anche la circolare Inps con le istruzioni operative sul Bonus assunzioni Sud 2019: chi può accedere al beneficio, i lavoratori a cu
ASSUNZIONI BONUS SUD 2019 - L’attesa è finita: dopo diverse modifiche e le...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati