Sfollati del Monte Morandi? Senza casa...e dovranno continuare a PAGARE IL MUTUO!

(Genova)ore 17:20:00 del 04/09/2018 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Sociale

Sfollati del Monte Morandi? Senza casa...e dovranno continuare a PAGARE IL MUTUO!

Gli oltre 600 sfollati che abitavano nelle case sottostanti al Ponte Morandi a Genova dovranno continuare a pagare il mutuo nonostante le loro abitazioni saranno demolite.

Gli oltre 600 sfollati che abitavano nelle case sottostanti al Ponte Morandi a Genova dovranno continuare a pagare il mutuo nonostante le loro abitazioni saranno demolite.

Fra 12 mesi, quando saranno scaduti i dodici mesi concessi dalle banche per sospendere i pagamenti, gli sfollati dovranno ricominciare a versare le rate agli istituti bancari con i quali hanno contratto il debito, Unicredit e Carige.

Aldo Bissi, collaboratore di Ridare, portale di Giuffrè Francis Lefevbre che affronta tematiche relative a risarcimento del danno e responsabilità civile, ha spiegato che “anche se questa situazione può sembrare paradossale, giuridicamente è ineccepibile” in quanto il mutuo consiste nel restituire una cifra che una banca ha già consegnato a un’altra banca.

“L’obbligo di restituzione” ha aggiunto Lefevbre “è quindi indipendente rispetto alla perdurante esistenza del bene che si è acquistato con la somma anticipata dalla banca. Per questo motivo il mutuatario rimane obbligato a provvedere al pagamento delle rate di mutuo anche nell’ipotesi di perimento totale del bene immobile”.

Se chi ha contratto il mutuo decidesse di non pagare le rate, “la banca potrebbe, in caso di sospensione dei pagamenti, rivalersi su eventuali altri beni del debitore o sulle sue fonti di reddito (per esempio pignorando lo stipendio),” ha spiegato l’esperto.

Per risolvere la situazione il governo potrebbe intervenire approvando una misura per annullare i mutui. Si tratterebbe – si legge su Tiscali Notizie – di una “decisione straordinaria” che “dovrebbe essere presa di concerto con l’Abi o con le banche dirette interessate”.

Ma l’esecutivo al momento è impegnato nell’affrontare l’emergenza. Entro novembre dovrà assicurare un tetto a tutti i nuclei familiari che hanno dovuto abbandonare le proprie case:

“le prime famiglie hanno già ricevuto un alloggio e secondo il cronoprogramma tutte le persone sfollate avranno un’abitazione entro metà novembre,” ha fatto sapere il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli in audizione alle commissioni VIII riunite di Camera e Senato.

Da: QUI

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
TFR, 34 miliardi SPARITI: i nostri soldi ESPROPRIATI
TFR, 34 miliardi SPARITI: i nostri soldi ESPROPRIATI
(Genova)
-

TFR ESPROPRIATO, 34 MILIARDI SPARITI - Tfr, il mistero si svela. O si fa più denso.
TFR ESPROPRIATO, 34 MILIARDI SPARITI - Tfr, il mistero si svela. O si fa più...

50 Milioni di rifiuti tech ogni anno: il tuo SMARTPHONE distrugge il pianeta!
50 Milioni di rifiuti tech ogni anno: il tuo SMARTPHONE distrugge il pianeta!
(Genova)
-

50 MILIONI DI RIFIUTI TECNOLOGICI ALL'ANNO - Questa mattina ti sei alzato grazie alla sveglia impostata sul tuo smartphone.
50 MILIONI DI RIFIUTI TECNOLOGICI ALL'ANNO - Questa mattina ti sei alzato grazie...

Quasi 6 milioni di pensionati sotto 1000 euro..
Quasi 6 milioni di pensionati sotto 1000 euro..
(Genova)
-

6 MILIONI DI POVERI PENSIONATI SOTTO I 1000 EURO - Nel 2018 i pensionati Inps sotto i mille euro al mese sono quasi circa 5,4 milioni, il 34,7% del totale che sfiora i 15 milioni e mezzo.
6 MILIONI DI POVERI PENSIONATI SOTTO I 1000 EURO - Nel 2018 i pensionati Inps...

Bevande zuccherate aumentano rischio cancro: lo studio
Bevande zuccherate aumentano rischio cancro: lo studio
(Genova)
-

BEVANDE ZUCCHERATE RISCHIO CANCRO - Le bevande zuccherate, le bibite comuni e i succhi di frutta sono connessi al rischio di tumore.
BEVANDE ZUCCHERATE RISCHIO CANCRO - Le bevande zuccherate, le bibite comuni e i...

Crescita Italia ZERO: siamo ultimi in Europa
Crescita Italia ZERO: siamo ultimi in Europa
(Genova)
-

CRESCITA ITALIA ZERO - La crescita nella Ue resta timida nel 2019 e lo sarà anche nel 2020 anche se gli esperti prevedono un minimo rialzo.
CRESCITA ITALIA ZERO - La crescita nella Ue resta timida nel 2019 e lo sarà...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati