Sequestro beni da Equitalia? Ecco come evitarlo legalmente

(Milano)ore 19:27:00 del 16/06/2018 - Categoria: , Economia, Guide

Sequestro beni da Equitalia? Ecco come evitarlo legalmente

Basta poco per essere letteralmente “perseguitati” da Equitalia, come per esempio non pagare il canone Tv e dopo una serie di solleciti pagamenti ecco arrivare la cartella da parte di Equitalia.

Il peggiore incubo degli italiani, oggi come oggi è diventato Equitalia, ovvero la società a partecipazione pubblica italiana, incaricata per la riscossione dei tributi su tutto il territorio italiano tranne che in Sicilia.

Basta poco per essere letteralmente “perseguitati” da Equitalia, come per esempio non pagare il canone Tv e dopo una serie di solleciti pagamenti ecco arrivare la cartella da parte di Equitalia.

Il governo ha però negli ultimi periodi cambiato alcune disposizioni riguardo le riscossioni da parte di Equitalia che permettono ai cittadini di poter trovare delle soluzioni per non pagare le somme dovute. Certo, il modo più semplice per non trovarsi in queste spiacevoli situazioni è quello di pagare regolarmente le tasse, ma trovandoci in un periodo di pura e profonda crisi come questo, e soprattutto senza lavoro, non è sempre facile restarne fuori e quindi non è così difficile non trovarsi ad avere qualche tassa, bolletta o multa non pagata.

Ma come vi abbiamo anticipato, esisterebbero dei metodi legali per non pagare i debiti ad Equitalia, ovvero: – per quanto riguarda la vostra casa, state tranquilli perchè il pignoramento potrà avvenire soltanto qualora abbiate dei debiti superiori a 120 mila euro, mentre prima il pignoramento veniva effettuato anche per debiti molto inferiori – l’ipoteca verrà applicata soltanto per debiti superiori ai 20 mila euro – inoltre, non si potrà procedere al pignoramento qualora il debitore risulti anche il proprietario e residente dell’abitazione in questione – ed ancora, il pignoramento non potrà mai avvenire se quella è l’unica casa a nome del debitore – Equitalia potrebbe effettuare il fermo amministrativo del parco macchine per la riscossione del debito, ma anche questo potrebbe non avvenire se il mezzo è l’unico a disposizione oppure se il mezzo utilizzato per lavorare – altra misura di riscossione coercitiva potrebbe essere quello del sequestro di parte dello stipendio, in vari modi e percentuali, cosa che assolutamente non può avvenire se si risulta disoccupati.

Da: QUI

Pubblicato da Sasha

Altre notizie
Il Quirinale guida il governo verso la resa all'Ue
Il Quirinale guida il governo verso la resa all'Ue
(Milano)
-

Il rischio di recessione dipende da una contrazione della domanda globale che ha colpito l’export e da una crisi di fiducia sull’Italia che ha ridotto gli investimenti esterni e interni quando il governo ha esplicitato una linea de-sviluppista e assistenz
Il rischio di recessione dipende da una contrazione della domanda globale che ha...

Stop appalti pulizia per scuole: in arrivo 12mila assunzioni a costo zero
Stop appalti pulizia per scuole: in arrivo 12mila assunzioni a costo zero
(Milano)
-

Dopo gli scandali e le polemiche, grazie a un emendamento alla manovra finanziaria e approvato in commissione, si dà il via alla stabilizzazione degli ex lavoratori socialmente utili.
Stop agli appalti di pulizia nelle scuole. Il governo ha deciso distabilizzare i...

Tredicesima su Pensioni Minime: bonus in arrivo!
Tredicesima su Pensioni Minime: bonus in arrivo!
(Milano)
-

Tredicesima su Pensioni Minime: il bonus aggiuntivo sta per arrivare.
Si tratta di una somma pari a 154,94 euro (le vecchie 300mila lire) introdotta...

Casalinghe in pensione a 57 anni: ecco i requisiti
Casalinghe in pensione a 57 anni: ecco i requisiti
(Milano)
-

Con soli 5 anni di contributi le casalinghe italiane potranno andare in pensione a 57 anni. Ecco una guida su come, quanto versare e quanto si prende.
Svolgere lavori domestici e prendersi cura della famiglia è un lavoro a tutti...

Manovra, arriva la nuova tassa auto: una PANDA costera' piu' di una BMW
Manovra, arriva la nuova tassa auto: una PANDA costera' piu' di una BMW
(Milano)
-

Il governo vara la linea verde. Ma spiccano alcuni paradossi sul sistema 'bonus-malus' sulle emissioni di CO2
Una Panda che paga più di una Bmw da 50mila euro, l'ibrida Toyota Rav4 non solo...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati