SENSAZIONE che la strada di ritorno E' SEMPRE PIU' BREVE? ECCO IL PERCHE'

(Palermo)ore 13:07:00 del 09/05/2017 - Categoria: , Curiosità, Editoria, Motori

SENSAZIONE che la strada di ritorno E' SEMPRE PIU' BREVE? ECCO IL PERCHE'

SPESSO QUANDO RIENTRIAMO DA UN VIAGGIO PROVIAMO LA SENSAZIONE CHE LA STRADA DI RITORNO SIA PIÙ BREVE.TALE SENSAZIONE SI CHIAMA “RETURN TRIP EFFECT”. ECCO PERCHÈ ACCADE.

SPESSO QUANDO RIENTRIAMO DA UN VIAGGIO PROVIAMO LA SENSAZIONE CHE LA STRADA DI RITORNO SIA PIÙ BREVE.TALE SENSAZIONE SI CHIAMA “RETURN TRIP EFFECT”. ECCO PERCHÈ ACCADE.

“All’ andata non si arrivava mai, al ritorno siamo arrivati subito“, è questa per grandi linee la frase che pronunciamo dopo il rientro da un viaggio, manifestando la sensazione che il tragitto di ritorno sia sembrato più breve di quello dell’ andata, pur avendo percorso la stessa strada e quindi gli stessi chilometri.

Molti credono che ciò accade perchè avendo già percorso lo stesso tragitto durante il viaggio di andata, esso è più familiare per il nostro cervello, e quindi al ritorno si ha la sensazione di arrivare prima, ma non è affatto così.

La sensazione di arrivare prima in un posto quando siamo sul tragitto di ritorno è, secondo gli studiosi, una sorta di illusione del nostro cervello, causata da un fenomeno chiamato “return trip effect”, ovvero “effetto da viaggio di ritorno“.

Il return trip effect non dipende dal tragitto stesso, ma dalle aspettative che offre tale tragitto, ed è un vero e proprio scherzo da parte della nostra mente.

Il motivo per cui esso si verifica dipende totalmente dalle nostre aspettative. Ad esempio  quando dobbiamo andare in un posto, sia quando proviamo euforia ed abbiamo talmente voglia di arrivarci, sia quando proviamo ansia e temiamo il momento dell’ arrivo, tendiamo a sottostimare la distanza e, per questo, la nostra percezione del tempo è dilatata, e si ha la sensazione di non arrivare mai.

Ciò dimostra come le nostre attese siano capaci di modificare la percezione del tempo che ogni persona potrebbe avere, come il potere della mente può arrivare a modificare e manipolare anche un lasso temporale che in realtà è immodificabile.

Durante il viaggio di ritorno invece, privi di alcuna aspettativa, il nostro cervello registra un lasso temporale di arrivo che rispecchia maggiormente la realtà del percorso.

Il return trip effect non si verifica invece per i pendolari, ossia coloro che percorrono abitualmente lo stesso tragitto ad esempio per motivi di lavoro. In questo caso, sia all’andata che al ritorno, il nostro cervello, grazie al fattore della ripetizione, ci fornisce una reale percezione del tempo stimato per raggiungere il luogo desiderato.

Da: Jeda

Pubblicato da Sasha

Altre notizie
IA: addestrato prototipo che prevede le azioni umane
IA: addestrato prototipo che prevede le azioni umane
(Palermo)
-

E' stato addestrato un un sistema di intelligenza artificiale che riesce a prevedere le azioni degli umani con diversi minuti di anticipo
Presso l’Università tedesca di Bonn è stato addestrato un un sistema di...

Nikola Tesla: l'intervista nascosta per 116 ANNI!
Nikola Tesla: l'intervista nascosta per 116 ANNI!
(Palermo)
-

“Volevo illuminare tutta la terra. C’è abbastanza elettricità per diventare un secondo sole. La luce apparirà intorno all’equatore, come un anello intorno a Saturno”.
“Volevo illuminare tutta la terra. C’è abbastanza elettricità per diventare un...

Depilazione intima? Ecco cosa non sai!
Depilazione intima? Ecco cosa non sai!
(Palermo)
-

Depilazione intima: tutto quello che devi sapere sulla vagina depilata
Totale, alla francese, classica o in stile Hollywood? Le forme con cui depilare...

Come sarebbe la Terra senza noi essere umani?
Come sarebbe la Terra senza noi essere umani?
(Palermo)
-

Gli esseri umani sono senza dubbio la specie più invadente mai vissuta sulla Terra.
Gli esseri umani sono senza dubbio la specie più invadente mai vissuta sulla...

SETTIMA EDIZIONE PER IL ROCKTOBERFEST, LA FESTA DELLA BIRRA PIÙ ATTESA DELL’ESTATE, CON SFIDE TRA 40 GRUPPI MUSICALI E TRIBUTE BAND
SETTIMA EDIZIONE PER IL ROCKTOBERFEST, LA FESTA DELLA BIRRA PIÙ ATTESA DELL’ESTATE, CON SFIDE TRA 40 GRUPPI MUSICALI E TRIBUTE BAND
(Palermo)
-

Per 18 giorni consecutivi il palcoscenico dell’area feste di Vizzolo Predabissi (via Verdi) verrà preso d’assalto da formazioni emergenti e affermate tribute band su scala nazionale, in occasione del Rocktoberfest 2018.
Per 18 giorni consecutivi il palcoscenico dell’area feste di Vizzolo Predabissi...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati