Scienza news: quei fanatici degli animalisti

FOGGIA ore 11:12:00 del 18/02/2015 - Categoria: Medicina, Salute, Scienze, Sociale

Scienza news: quei fanatici degli animalisti

Scienza news: quei fanatici degli animalisti. Facciamo un’onesta critica ai vegani e ai vegetariani

Mettiamola così: tutti vorremmo tutto senza conseguenze ma nella realtà non è cosi, la sperimentazione sugli animali non fa piacere neanche a noi però dobbiamo riconoscere che questa cosa ha salvato tantissime vite di conseguenza cercheremmo di ottimizzare al massimo queste ricerche in modo da dovergli dare meno soggetti per la ricerca al posto di chiudere semplicemente tutti gli stabilimenti che fanno queste ricerche. Alla fine finiremmo con una miriade di malattie senza cura le cui cure verrebbero testate direttamente sui pazienti interessati e ciò porterebbe la morte di molte persone prima di trovare davvero la cura giusta.

Rispettiamo molto i vegetariani e i vegani, ma pensiamo pure che non sia lecito da parte loro attaccare coloro che invece sono onnivori (come la maggior parte degli esseri uMani). E’ una questione di "fede", come quella religiosa. ce n'è più di una, ed è giusto che convivano tutte serenamente. Se così non è, allora si chiama "discriminazione"!

ll nostro organismo è fatto per ingerire sia proteine che tutto il resto. Ed bisogno di proteine per andare avanti e non ammalarci. Rispettare gli animali significa molto di più. Significa fare in modo di salvaguardare le specie, e quindi nutrircene (come è giusto che sia visto che è nell'ordine naturale) ma stando comunque attenti a non estinguere la specie. Farli vivere comunque in modo dignitoso, e non tenendoli nella sporcizia. Questo è rispetto.

Anche perchè ricordiamoci che la sovrappopolazione degli animali di qualsiasi genere poi causa malattie tra di loro che si possono attaccare anche all'uomo, perchè quando il loro cibo naturale finisce, vanno automaticamente a rovistare tra la spazzatura e si ammalano (la rabbia). Quindi è meglio controllare e tenere sotto controllo le specie animali, in modo anche che non distruggano i raccolti! Pensate se si facessero crescere liberamente le pecore (in questo caso) dove andrebbero a brucare quando non hanno più spazio?

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
Acqua ossigenata: cosa succede se metti 1 cucchiaino in lavatrice?
Acqua ossigenata: cosa succede se metti 1 cucchiaino in lavatrice?

-

Acqua ossigenata: 5 utilizzi alternativi a cui non avevi mai pensato
Uno dei prodotti più versatili, economici e utili che dovremmo sempre avere in...

Ecco la dieta che ti fa perdere peso e non ti fa rimettere i kg persi!
Ecco la dieta che ti fa perdere peso e non ti fa rimettere i kg persi!

-

La dieta mediterranea ipocalorica contribuisce alla perdita di peso e riduce significativamente il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari nei pazienti in sovrappeso o con problemi di metabolismo.
Sono giunti a questa conclusione i ricercatori dell'università spagnola Rovira i...

Deforestazione? CARTA DI CANAPA miglior alternativa per combatterla
Deforestazione? CARTA DI CANAPA miglior alternativa per combatterla

-

L’uso della fibra di canapa per produrre carta risale a più di 2mila anni fa, eppure l’umanità continua ad abbattere alberi e ad inquinare l’ambiente.
L’uso della fibra di canapa per produrre carta risale a più di 2mila anni fa,...

Pranayama: l'esercizio di respirazione che calma L'ANSIA all'istante!
Pranayama: l'esercizio di respirazione che calma L'ANSIA all'istante!

-

Sei ansioso/a?Vai spesso in panico?Con questo antico esercizio di respirazione fermerai l’ansia all’istante!Si tratta di una antica tecnica PRANAYAMA.
L’ansia è una delle diagnosi più comuni nel mondo, sempre più persone ne...

Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!

-

Stop ai corsi di italiano e alla formazione professionale. Non solo: via gli psicologi, ridotta al minimo la presenza di assistenti sociali, operatori culturali, medici e infermieri
Ogni ospite vedrà il medico per massimo 4 ore l’anno. L’infermiere, invece, non...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati