Sale, zucchero, farina e latte: perche' sono i 4 veleni bianchi?

(Bari)ore 12:29:00 del 25/09/2018 - Categoria: , Salute, Scienze

Sale, zucchero, farina e latte: perche' sono i 4 veleni bianchi?

Ci sono 4 alimenti considerati “i 4 cavalieri dell’Apocalisse dell’alimentazione” oppure “i 4 veleni bianchi” perché stanno distruggendo la tua salute.

Ci sono 4 alimenti considerati “i 4 cavalieri dell’Apocalisse dell’alimentazione” oppure “i 4 veleni bianchi” perché stanno distruggendo la tua salute.

Ci sono degli alimenti che vengono considerati i “i 4 cavalieri dell’Apocalisse dell’ alimentazione” perché stanno distruggendo la tua salute e in questo articolo ti spiegherò quali sono e quali danni stanno facendo al tuo organismo.

Nutrirsi non significa semplicemente introdurre qualcosa in bocca, masticarlo e digerirlo.

Ma significa fornire al proprio corpo, grazie ad una corretta alimentazione, tutti gli elementi necessari per il suo sostentamento e per le varie funzioni di base evitando il più possibile tutti quegli alimenti che sono pericolosi per la propria salute.

Ora ti chiederai: Quali sono gli alimenti che bisogna assolutamente evitare nella propria alimentazione?

Al giorno d’oggi è diventato davvero difficile trovare delle informazioni precise a riguardo perché la mole di dati è esorbitante, in più ci sono troppi interessi economici legati sia al mondo della salute che a quello dell’alimentazione.

Il Primo Veleno Bianco: Il Sale. Un adulto medio, nella sua alimentazione, ha bisogno al massimo di 1 kg di sale all’anno mentre oggi purtroppo la media nei paese civilizzati è di circa 10kg all’anno!

Questo accade perché non solo viene usato in grandi quantità nei condimenti, ma è anche sovrabbondante in diversi alimenti come snack, patatine, fritti, salumi e formaggi stagionati.

Quando assumi più sale del dovuto il tuo corpo deve compensare trattenendo i liquidi per mantenere il sale in soluzione e questo comporta gonfiori sensazione di pesantezza e la famosa ritenzione idrica causa di tanti inestetismi.

L’assunzione eccessiva di sale nella propria alimentazione comporta nel lungo periodo tantissime conseguenze negative come:

pressione alta, cattiva digestione, insonnia, tic nervosi, stanchezza cronica, perdita di calcio nelle ossa.

Secondo Veleno Bianco: Lo Zucchero Raffinato

Quando sei bambino, nella maggior parte dei casi, ti fanno associare la felicità a qualcosa di dolce e zuccherato come una caramella, un gelato o un dolce.

Da adulti si continua con questa potente associazione concedendo spesso il piacere delle gratificazioni con qualche dolce o bevande altamente ricche di zuccheri.

Basti pensare che la famosa bevanda scura con l’etichetta rossa e bianca per il 10% è composta di zucchero puro questo significa che per ogni litro (3 lattine) ci sono circa 100 gr di zucchero puro!

Nessun adulto ha bisogno di assumere zucchero extra per la propria alimentazione basterebbe abituarsi ad assumere alimenti ricchi di carboidrati complessi come la frutta, verdura e cereali integrali che contengono grandi quantità di vitamine e minerali che vengono rilasciati e messi a disposizione per l’organismo.

Mentre I carboidrati complessi sono alimenti ricchissimi di energia e di sostanze nutritive per il nostro corpo, i carboidrati semplici, derivanti dai prodotti dello zucchero, non richiedono tempi di digestione ed entrano subito in circolazione.

Ecco perché basta anche una semplice caramella perché il tuo indice glicemico vada alle stelle innalzando così la quantità di glucosio nel sangue.

Questo comporta uno stato di emergenza nel tuo organismo che è costretto a secernere insulina per eliminare lo zucchero in eccesso.

Conseguenze dello zucchero, uno dei veleni bianchi

Se continui ad assumere nella tua alimentazione alimenti ricchi di zucchero continui ad innescare questo processo di produzione dell’insulina affaticando moltissimo il tuo organismo che si traduce con:

senso di affaticamento, ridotta capacità di concentrazione, poca lucidità mentale, stanchezza cronica, picchi e cali repentini di energia durante la giornata e nel lungo periodo la possibilità del diabete.

Se non ci credi basta dare un’occhiata alle statistiche, oggi una persona su venti soffre di diabete mentre agli inizi del novecento, quando lo zucchero era praticamente inesistente e c’era un altro tipo di alimentazione, era una persona su 50.000!

Terzo Veleno Bianco: La Farina Bianca. Il terzo veleno è rappresentato da tutti quegli alimenti che contengono la farina bianca come: pane, panini, pasta, impasti di ogni tipo, grissini e brioche.

Nel libro di Barry Sears “La Zona” l’autore spiega che il corpo non è bravissimo a scomporre prodotti a base di farina bianca e questo perché non si è ancora adattato a questa invenzione moderna (anni 50’) rispetto ai migliaia di anni di evoluzione.

Quando introduciamo nella nostra alimentazione uno di questi alimenti formiamo una massa glutinosa che si muove lentamente attraverso il sistema digerente causando sonnolenza e costipazione.

Basterebbe assumere prodotti integrali che, non solo soddisfano il tuo appetito, ma contengono grandi quantità vitamine, minerali e proteine nobili recandoti un senso di soddisfazione ed appagamento senza quella fastidiosa pesantezza a fine pasto.

Infatti l’eccessiva macinazione della farina bianca per ottenere una consistenza fine elimina la maggior parte dei nutrienti rendendo il cibo praticamente morto.

Quarto Veleno Bianco: Il Latte

Noi siamo l’unica specie al mondo che si nutre del latte di un’altra specie e per di più dopo lo svezzamento.

Intorno ai due anni circa, si ha una progressiva riduzione dell’attività del “lattasi”, che è l’enzima adibito all’assimilazione del latte, fino ad arrivare all’età adulta in cui la sua azione è praticamente inesistente (riduzione di circa il 90-95%).

Questo ovviamente porta ad una intolleranza più o meno grave che può sfociare con diversi effetti collaterali quali gonfiori, irritazione del tratto intestinale, coliche, allergie, ecc.

In più c’è da aggiungere che, anche se fosse l’alimento più salutare della terra, il latte viene continuamente contaminato da antibiotici, ormoni della crescita, erbicidi, pesticidi e nonostante la sua sterilizzazione è ampiamente dimostrato che i germi continuano a sopravvivere.

Queste sono solo alcune delle motivazioni per cui è altamente sconsigliato introdurre il latte nella propria alimentazione (a breve pubblicherò un articolo dedicato solo a questo).

Eliminando “i 4 cavalieri dell’Apocalisse” dalla tua alimentazione otterrai da subito più energia, più vigore e leggerezza aumentando considerevolmente la probabilità di risolvere i vari problemi di costipazione, intolleranze, gonfiori, cattiva digestione, insonnia.

Da: QUI

 

Pubblicato da Samuele

Altre notizie
Lo zucchero? Una droga che porta dipendenza come le altre!
Lo zucchero? Una droga che porta dipendenza come le altre!
(Bari)
-

DIPENDENZA DALLO ZUCCHERO COME LA DROGA - Se pensavate di essere solo golosi: aprite gli occhi!
DIPENDENZA DALLO ZUCCHERO COME LA DROGA - Se pensavate di essere solo golosi:...

Mandorle e noci come il viagra: alleate del sesso
Mandorle e noci come il viagra: alleate del sesso
(Bari)
-

FRUTTA SECCA E SESSO - Chi l'avrebbe mai detto: la frutta secca funge da viagra.
FRUTTA SECCA E SESSO - Chi l'avrebbe mai detto: la frutta secca funge da viagra....

Dieta Panzironi: come funziona
Dieta Panzironi: come funziona
(Bari)
-

COME FUNZIONA LA DIETA PANZIRONI - C’è vita, oltre il carboidrato.
COME FUNZIONA LA DIETA PANZIRONI - C’è vita, oltre il carboidrato. Ma ad aprire...

Carboidrati nella dieta: quali mangiare e quali eliminare
Carboidrati nella dieta: quali mangiare e quali eliminare
(Bari)
-

I carboidrati sono un tipo di macronutrienti presenti in molti alimenti e bevande, come frutta, verdure, latte, frutta secca, cereali, semi e legumi.
CARBOIDRATI NELLA DIETA - Anche in una dieta dimagrante non si può trascurare...

Dimagrire mangiando frittura: come fare
Dimagrire mangiando frittura: come fare
(Bari)
-

DIMAGRIRE MANGIANDO FRITTURA - Molto spesso il sogno di chi segue un regime dimagrante e’ quello di poter mangiare ogni tanto un piatto fritto, magari una bella tempura di verdure, dei calamari o le classiche patatine fritte, senza inficiare il risultato
DIMAGRIRE MANGIANDO FRITTURA - Molto spesso il sogno di chi segue un regime...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati