Rinchiuso in hotel francese: questa è vera guerra civile

VICENZA ore 17:17:00 del 12/01/2015 - Categoria: Cronaca

Rinchiuso in hotel francese: questa è vera guerra civile

Rinchiuso in hotel francese: questa è vera guerra civile | L'analisi di Italiano Sveglia

L’attentato a Charlie Hebdo ha lasciato delle ferite gravissime nella Francia onesta e nell’Europa in generale. In questo momento tantissimi italiani si trovano li e non sanno come comportarsi per paura di ritorsioni o di nuovi attentati.

«Vivo blindato e in un clima da guerra civile». Sono queste le prime parole di Massimo Danieli, valdagnese di 45 anni, che da una ventina d'anni lavora in Francia. Ora è direttore dell'hotel Adagio Val D'Europe a Marne La Vallee, una ventina di chilometri fuori Parigi, circa trenta da Dammartin-en-Goele dove ieri si erano barricati gli attentatori poi uccisi dalla polizia in un conflitto a fuoco. Danieli racconta che «dal giorno dell'attentato il clima è molto pesante, è in atto una sorta di guerra tra francesi e la comunità musulmana. Il risultato di questo conflitto è l'insicurezza per tutti, sia da una parte che dall'altra».

La vita quotidiana di Danieli è stata rivoluzionata. «Molto è cambiato sia per me in hotel che per i miei due figli a scuola: l'albergo che dirigo da giovedì è blindato dalle forze dell'ordine. Anche per i turisti accedere a Disneyland Paris equivale a salire su un aereo perché con lo stato di massima allerta i controlli sono meticolosi e a tappeto». 

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
La storia dei cagnetti randagi afgani salvati dai nostri militari
La storia dei cagnetti randagi afgani salvati dai nostri militari

-

MEGLIO CANI IN AFGHANISTAN CHE CRISTIANI A LIVERPOOL
Arena è una cagnetta beige, di quel colore che in Sicilia dicono «cirricaca»...

Israele: un regime apartheid che uccide per sopravvivere
Israele: un regime apartheid che uccide per sopravvivere

-

Giovedì 19 luglio, il parlamento israeliano ha approvato la legge dello Stato nazionale ebraico per dichiarare Israele “la casa nazionale del popolo ebraico”
Giovedì 19 luglio, il parlamento israeliano ha approvato la legge dello Stato...

Misteriosa morte di un giornalista che investigava sui finanziamenti di Soros ai gruppi antifa
Misteriosa morte di un giornalista che investigava sui finanziamenti di Soros ai gruppi antifa

-

Alcune delle sue inchieste avevano suscitato reazioni ed attacchi dagli ambienti della sinistra mondialista e dai media ufficiali che lo accusavano di “complottismo”.
Sembra ormai sulla via dell’archiazione la morte  del giornalista investigativo...

Macellai costretti a subire minacce e vandalismi dai VEGANI
Macellai costretti a subire minacce e vandalismi dai VEGANI

-

Dalla Francia all'Inghilterra si diffonde la propaganda vegana che incita i ''seguaci'' ad agire con intimidazioni, minacce e vandalismi a onesti lavoratori
Dalla Francia all'Inghilterra si diffonde la propaganda vegana che incita i...

Caro Di Maio: cosi' non andiamo proprio bene...
Caro Di Maio: cosi' non andiamo proprio bene...

-

Assia Montanino, super pagata a 5 Stelle. Bufera sulla segretaria-amica di Di Maio
«Vengo dallo stesso paese del ministro Di Maio e questa è stata senza dubbio una...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati