Quattordicesima Pensione Luglio: chi la ricevera'?

(Udine)ore 14:43:00 del 11/07/2019 - Categoria: , Economia, Lavoro

Quattordicesima Pensione Luglio: chi la ricevera'?

QUATTORDICESIMA PENSIONE LUGLIO - A luglio verranno pagate 3 milioni e 150mila quattordicesime per i pensionati italiani: lo comunica l’Inps, ce spiega chi riceverà la quattordicesima a luglio e chi, invece, se la vedrà corrisposta a dicembre nel caso in

QUATTORDICESIMA PENSIONE LUGLIO - A luglio verranno pagate 3 milioni e 150mila quattordicesime per i pensionati italiani: lo comunica l’Inps, ce spiega chi riceverà la quattordicesima a luglio e chi, invece, se la vedrà corrisposta a dicembre nel caso in cui raggiunga i requisiti necessari solo nel secondo semestre del 2019.

L’Inps ricorda anche che la mensilità di pensione viene attribuita d’ufficio, senza che debba essere fatta domanda, in presenza di tutti gli elementi necessari per la verifica reddituale di ammissione al beneficio.

Per raggiungere d’ufficio il maggior numero di soggetti, nell’ultima settimana di giugno è stata effettuata una lavorazione aggiuntiva con l’emissione di un pagamento distinto dal cedolino mensile. Anche i pagamenti della lavorazione suppletiva saranno effettuati comunque nel mese di luglio.

Dopo il conguaglio di giugno, che ha visto l’applicazione di piccole trattenute sugli assegni sopra i 1.522,26 euro, per effetto della nuova rivalutazione prevista dalla Legge di Bilancio 2019 (L. n. 145/2018), è il momento del conguaglio Irpef vero e proprio che, come di consueto, l’INPS effettua sul cedolino di luglio di ogni anno.

QUATTORDICESIMA PENSIONE LUGLIO - Il conguaglio Irpef tiene conto della dichiarazione dei redditi effettuata tramite il mod. 730/2019, i cui termini di scadenza sono previsti per il 23 luglio 2019. E se il pensionato non ha ancora presentato la dichiarazione dei redditi percepiti l’anno 2018? Cosa accade? Nulla di particolare, si sposta semplicemente il momento in cui l’Istituto Previdenziale effettua il conguaglio. Tuttavia, anticipare la dichiarazione in tempo utile per il conguaglio sul cedolino di luglio è comunque importante perché permette di anticipare i tempi del conguaglio, beneficiando già nel cedolino della pensione di luglio di eventuali rimborsi Irpef.

QUATTORDICESIMA PENSIONE LUGLIO - Ma cosa s’intende per conguaglio Irpef sui redditi da pensione? Ebbene, si tratta semplicemente di un ricalcolo delle imposte dovute allo Stato, dalle quali vengono sottratte le detrazioni fiscali. Quindi, così come per i lavoratori dipendenti, avremo un Irpef lorda applicata sull’imponibile fiscale, dal quale occorre togliere le detrazioni per arrivare così all’Irpef netta, che è l’imposta effettivamente dovuta.

Da questa situazione ne potrebbe risultare un credito per il contribuente, qualora quindi questo abbia pagato più imposta del dovuto, o un debito (nel caso contrario): nel primo caso spetta un rimborso, nel secondo una trattenuta. In entrambi i casi queste saranno applicate direttamente sul cedolino della pensione.

Conguaglio pensione luglio 2019: calcolo detrazioni

La norma che disciplina l’applicazione delle detrazioni su redditi da pensione è l’art. 13 del Dpr. n. 917/1986, che tiene conto del reddito complessivo percepito e va rapportata ai mesi dell’anno in cui è stata percepita la pensione.

In particolare:

  • in caso di reddito complessivo inferiore a 8.000 euro, sul reddito da pensione spetta una detrazione Irpef pari a 880 euro e l’ammontare della detrazione effettivamente spettante non può essere inferiore ai 713 euro;

  • in caso di reddito complessivo compreso tra 8.001 euro e 15.000 euro, la detrazione si calcola aggiungendo a 1.297 euro il risultato della seguente operazione:

  • (15.000 euro – reddito complessivo)/7.000 euro;

  • Infine, in caso di reddito complessivo compreso tra 15.001 euro e 55.000 euro, i 1.297 euro suddetti vanno moltiplicati per la somma risultante dalla seguente operazione:

  • (55.000 euro – reddito complessivo)/40.000 euro.

Al riguardo è importante chiarire che la detrazione va rapportata per i mesi dell’anno in cui è stata percepita la pensione. Pertanto per calcolare l’importo della detrazione bisogna utilizzare la seguente formula:

  • 880 euro * numero di giorni pensione)/365.

 

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Pensioni: i 40enni di oggi ci andranno dopo i 73 anni
Pensioni: i 40enni di oggi ci andranno dopo i 73 anni
(Udine)
-

QUANDO ANDRANNO IN PENSIONE I 40ENNI DI OGGI - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni.
QUANDO ANDRANNO IN PENSIONE I 40ENNI DI OGGI - I quarantenni di oggi, coloro che...

Assegno Sociale da 485 euro al mese: come richiederlo
Assegno Sociale da 485 euro al mese: come richiederlo
(Udine)
-

COME RICHIEDERE ASSEGNO SOCIALE 485 EURO AL MESE - L’assegno sociale è un è una prestazione assistenziale che non è influenzata dal versamento dei contributi ed è erogata in favore di soggetti in condizione economiche disagiate al raggiungimento di una de
COME RICHIEDERE ASSEGNO SOCIALE 485 EURO AL MESE - L’assegno sociale è un è una...

Sos Presidi: scuole senza soldi, classi senza banchi e sedie e soffitti che crollano!
Sos Presidi: scuole senza soldi, classi senza banchi e sedie e soffitti che crollano!
(Udine)
-

SOS PRESIDI ALLARME SCUOLA - «Diverse scuole superiori di Roma e provincia inizieranno l’anno scolastico con classi sprovviste di banchi e sedie»: a lanciare l’allarme è il presidente dell’associazione nazionale presidi (Anp) del Lazio, Mario Rusconi.
SOS PRESIDI ALLARME SCUOLA - «Diverse scuole superiori di Roma e provincia...

65 miliardi di nuove tasse in arrivo nei prossimi 3 anni
65 miliardi di nuove tasse in arrivo nei prossimi 3 anni
(Udine)
-

NUOVE TASSE IN ARRIVO PROSSIMI 3 ANNI - Stangata fiscale dal 65 miliardi di euro nel triennio 2020-2022: rispetto al 2019, nei prossimi tre anni il totale delle entrate nelle casse dello Stato passerà da 827 miliardi a 893 miliardi con un incremento che s
NUOVE TASSE IN ARRIVO PROSSIMI 3 ANNI - Stangata fiscale dal 65 miliardi di euro...

Come le banche creano denaro dal NULLA esentasse, INDEBITANDO Stati
Come le banche creano denaro dal NULLA esentasse, INDEBITANDO Stati
(Udine)
-

COME FUNZIONA L'EMISSIONE DI DENARO DELLE BANCHE - Ma se solo la Bce ha la potestà di creare l’euro, perché si tollera che l’euro venga creato (mediante i prestiti, ndr) dalle normali banche di credito?
COME FUNZIONA L'EMISSIONE DI DENARO DELLE BANCHE - Il privilegio di emettere...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati