Puglia in rivolta per la NO TAP: ma VIETATO PARLARNE!

(Bari)ore 20:41:00 del 18/03/2018 - Categoria: , Cronaca, Denunce

Puglia in rivolta per la NO TAP: ma VIETATO PARLARNE!

Centinaia di militanti no tap, ieri, hanno bloccato la strada provinciale Lecce – Melendugno in Puglia, impedendo l’ingresso al cantiere a due betoniere appartenenti alle ditte che lavorano per Tap.

NEL SILENZIO PIÙ ASSOLUTO DEI MEDIA, CONTINUA LA LOTTA – I CITTADINI PUGLIESI SBARRANO LA STRADA AL GASDOTTO TAP … PERCHÉ È VIETATO PARLARE DI QUESTA PROTESTA?

La Lotta del Salento continua!

Centinaia di militanti no tap, ieri,  hanno bloccato la strada provinciale Lecce – Melendugno in Puglia, impedendo l’ingresso al cantiere a due betoniere appartenenti alle ditte che lavorano per Tap.

Le betoniere trasportavano il calcestruzzo per “la realizzazione dei pali secanti nel pozzo di spinta nel cantiere in località San Basilio“. Così riportano i giornali locali “Una volta completato il pozzo di spinta è prevista l’entrata in azione della grande talpa meccanica che scaverà sotto terra e sotto il fondale marino fino a 900 metri circa dal punto della battigia.“

La risposta delle forze dell’ordine al blocco stradale e contro chi lotta per difendere il proprio territorio da mafia, devastazione ambientale e strapotere delle multinazionali,  è stata ancora una volta quella di presentarsi con decine di blindati e uno spiegamento di uomini a dir poco notevole.

Ma questo non è bastato e i no tap hanno continuato per ore ad occupare la strada.

Così anche ieri, Tap non ha potuto portare avanti i lavori e il Salento ha gridato ancora una volta: No Tap!  né  moi né  mai!

Questa è la notizia.

Ma la cosa che sconcerta è che ormai lo Stato ha imposto il SILENZIO sulle vicende della Tap. Vietato parlare della protesta.

Qualcosa di simile si ricorda all’epoca del regime fascista, quando il duce in persona ordinava il silenzio su faccende scomode, che potevano creare fastidi al regime.

Oggi come allora i media si girano dall’altra parte mormorando OBBEDISCO…!

Da: QUI

Pubblicato da Gregorio

Altre notizie
Rapporto OPAC sulla Siria: Armi Chimiche INESISTENTI in quegli edifici
Rapporto OPAC sulla Siria: Armi Chimiche INESISTENTI in quegli edifici
(Bari)
-

Alcuni giorni fa USA, Francia e l’Inghilterra hanno lanciato un attacco missilistico contro alcuni obiettivi in Siria sganciando ben 105 missili tra cui missili Tomahawk lanciati dal mare e bombe Jassm lanciate dai caccia bombardieri.
L’ OPAC (Organizzazione per la proibizione delle Armi Chimiche) aveva...

Donna siriana racconta la verita' che i media censurano
Donna siriana racconta la verita' che i media censurano
(Bari)
-

SOTTO LE BOMBE: LA TESTIMONIANZA DI UNA DONNA SIRIANA
Nella notte fra venerdì e sabato Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna hanno...

Esportatori di democrazia? Una volta si chiamavano COLONIZZATORI
Esportatori di democrazia? Una volta si chiamavano COLONIZZATORI
(Bari)
-

Il suo nuovo libro si chiama “I coloni dell’austerity. Africa, neoliberismo e migrazioni di massa”.
Il suo nuovo libro si chiama  “I coloni dell’austerity. Africa, neoliberismo e...

GENDERLESS: Con la scusa delle liberta' la natura e' stata MESSA DA PARTE!
GENDERLESS: Con la scusa delle liberta' la natura e' stata MESSA DA PARTE!
(Bari)
-

Con la scusa delle libertà l’uomo sta sempre più violentando la parte intima della natura.
Con la scusa delle libertà l’uomo sta sempre più violentando la parte intima...

Bimbo vittima delle armi chimiche confessa: ERA TUTTO FINTO! VIDEO
Bimbo vittima delle armi chimiche confessa: ERA TUTTO FINTO! VIDEO
(Bari)
-

La denuncia al Consigllio di Sicurezza dell’ambasciatore russo VIDEO
“Non c’erano armi chimiche. In cambio della partecipazione alle riprese in...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati