Primato italiano: asportato tumore all'esofago in questo modo

(Cagliari)ore 15:06:00 del 06/05/2018 - Categoria: , Cronaca, Salute, Scienze

Primato italiano: asportato tumore all'esofago in questo modo

Primato italiano, asportato tumore all’esofago con un robot senza apertura del torace – di Zeina Ayache

Primato italiano, asportato tumore all’esofago con un robot senza apertura del torace – di Zeina Ayache

A Torino rimosso tumore all’esofago con operazione mini invasiva: i robot hanno permesso di evitare l’apertura di torace e addome.

A Torino è stato asportato per la prima volta un tumore all’esofago con un robot utilizzando una procedura molto complessa e non invasiva che non richiesto l’apertura del torace, come avviene tradizionalmente. L’operazione è stata portata a termine dall’équipe di Chirurgia generale ed oncologica universitaria, diretta dal professor Mario Morino, presso l’ospedale Molinette della Città della Salute.

La procedura tradizionale. Per l’asportazione di un tumore all’esofago, il tradizionale intervento implica l’apertura estera del torace , per accedere all’esofago, e dell’addome, per raggiungere lo stomaco. Questa operazione tra l’altro implica un prolungato soggiorno in rianimazione con il ricorso alla ventilazione assistita postoperatoria.

Una procedura mini invasiva con robot. Con il metodo mini invasivo invece i medici sono riusciti a raggiungere la parte addominale con laparoscopia e quella toracica con toracoscopia robotica: in entrambi i casi sono stati praticati quattro fori, nel torace per introdurre strumenti robotici e praticare la toracoscopia e nell’addome per la laparoscopia appunta. Una volta raggiunto l’esofago, i medici sono riusciti a rimuoverlo per poi ricostruire la continuità digestiva suturando tra loro la parte di esofago rimanente ed il cosiddetto tubulo gastrico, cioè lo stomaco trasformato in modo da essere uguale all’esofago rimosso.

Il paziente. L’uomo sottoposto a questo intervento è un sessantenne che aveva un voluminoso cancro dell’esofago che, per essere sottoposto a questo delicato e mini invasivo intervento, è stato precedentemente trattato con radiochemioterapia per diminuirne le dimensioni. Il paziente, fanno sapere dall’ospedale, sta bene, camminava già il giorno successivo all’intervento e 48 ore dopo era in attesa di riprendere la normale alimentazione.

Il professor Mario Marino. L’intervento è stato eseguito da Mario Morino, direttore del dipartimento di chirurgia dell’AOU Città della Salute di Torino, che si è distinto negli anni per essere uno dei pionieri della chirurgia mini invasiva e laparoscopica.

Da: QUI

Pubblicato da Sasha

Altre notizie
10 regole di Schopenhauer per essere felici ed evitare sofferenze
10 regole di Schopenhauer per essere felici ed evitare sofferenze
(Cagliari)
-

Il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer era un pessimista estremo, pensava che vivessimo nel peggiore dei mondi possibili e che la felicità fosse solo un’illusione.
Il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer era un pessimista estremo, pensava che...

Cibo progettato per toglierci la capacita' di pensare
Cibo progettato per toglierci la capacita' di pensare
(Cagliari)
-

Le scoperte di Mike Adams,ricercatore indipendente,sul cibo immesso nella grande distribuzione alimentare, promosso qualche mese fa dall’Expo, fanno mettere le mani nei capelli.
Le scoperte di Mike Adams,ricercatore indipendente,sul cibo immesso nella grande...

Bavaglio al web dall'Ue: vietato diffondere POST dei BLOG
Bavaglio al web dall'Ue: vietato diffondere POST dei BLOG
(Cagliari)
-

Il 12 settembre il Parlamento Europeo ad ampia maggioranza ha approvato la legge sul copyright.
Il 12 settembre il Parlamento Europeo ad ampia maggioranza ha approvato la legge...

Formigoni, nuovo processo per presunte tangenti nella sanita'
Formigoni, nuovo processo per presunte tangenti nella sanita'
(Cagliari)
-

Nuovo processo per corruzione e turbativa d’asta nei confronti dell’ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni.
Nuovo processo per corruzione e turbativa d’asta nei confronti dell’ex...

Cozze pericolose: contaminazione batteria in tutta Italia
Cozze pericolose: contaminazione batteria in tutta Italia
(Cagliari)
-

Cozze ritirate dal mercato: è scattato in questi giorni in tutta Italia l’allarme per le cozze vive refrigerate che, secondo le analisi condotte sui mitili, sarebbero contaminate oltre i limiti consentiti dalla legge dal batterio Escherichia Coli.
Cozze ritirate dal mercato: è scattato in questi giorni in tutta Italia...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati