Primato italiano: asportato tumore all'esofago in questo modo

(Cagliari)ore 15:06:00 del 06/05/2018 - Categoria: , Cronaca, Salute, Scienze

Primato italiano: asportato tumore all'esofago in questo modo

Primato italiano, asportato tumore all’esofago con un robot senza apertura del torace – di Zeina Ayache

Primato italiano, asportato tumore all’esofago con un robot senza apertura del torace – di Zeina Ayache

A Torino rimosso tumore all’esofago con operazione mini invasiva: i robot hanno permesso di evitare l’apertura di torace e addome.

A Torino è stato asportato per la prima volta un tumore all’esofago con un robot utilizzando una procedura molto complessa e non invasiva che non richiesto l’apertura del torace, come avviene tradizionalmente. L’operazione è stata portata a termine dall’équipe di Chirurgia generale ed oncologica universitaria, diretta dal professor Mario Morino, presso l’ospedale Molinette della Città della Salute.

La procedura tradizionale. Per l’asportazione di un tumore all’esofago, il tradizionale intervento implica l’apertura estera del torace , per accedere all’esofago, e dell’addome, per raggiungere lo stomaco. Questa operazione tra l’altro implica un prolungato soggiorno in rianimazione con il ricorso alla ventilazione assistita postoperatoria.

Una procedura mini invasiva con robot. Con il metodo mini invasivo invece i medici sono riusciti a raggiungere la parte addominale con laparoscopia e quella toracica con toracoscopia robotica: in entrambi i casi sono stati praticati quattro fori, nel torace per introdurre strumenti robotici e praticare la toracoscopia e nell’addome per la laparoscopia appunta. Una volta raggiunto l’esofago, i medici sono riusciti a rimuoverlo per poi ricostruire la continuità digestiva suturando tra loro la parte di esofago rimanente ed il cosiddetto tubulo gastrico, cioè lo stomaco trasformato in modo da essere uguale all’esofago rimosso.

Il paziente. L’uomo sottoposto a questo intervento è un sessantenne che aveva un voluminoso cancro dell’esofago che, per essere sottoposto a questo delicato e mini invasivo intervento, è stato precedentemente trattato con radiochemioterapia per diminuirne le dimensioni. Il paziente, fanno sapere dall’ospedale, sta bene, camminava già il giorno successivo all’intervento e 48 ore dopo era in attesa di riprendere la normale alimentazione.

Il professor Mario Marino. L’intervento è stato eseguito da Mario Morino, direttore del dipartimento di chirurgia dell’AOU Città della Salute di Torino, che si è distinto negli anni per essere uno dei pionieri della chirurgia mini invasiva e laparoscopica.

Da: QUI

Pubblicato da Sasha

Altre notizie

(Cagliari)
-


Festeggiare San Valentino per il 20% degli italiani significa organizzare...

Medicine pericolose: 93 farmaci da EVITARE ASSOLUTAMENTE
Medicine pericolose: 93 farmaci da EVITARE ASSOLUTAMENTE
(Cagliari)
-

Medicinali pericolosi: 93 farmaci da escludere per curarsi meglio secondo il rapporto Prescrire
L’Ong francese Prescrire pubblica per il settimo anno consecutivo un rapporto...

Lasciate stare George Clooney: le capsule da caffe' fanno male!
Lasciate stare George Clooney: le capsule da caffe' fanno male!
(Cagliari)
-

La Bialetti e gli altri produttori di moka per il caffè sono in crisi, a causa dello strapotere (e della praticità) delle capsule che stanno conquistando sempre più larghe quote di mercato.
La Bialetti e gli altri produttori di moka per il caffè sono in crisi, a causa...

Fare sesso penalizza o no la prestazione sportiva? Ecco lo studio
Fare sesso penalizza o no la prestazione sportiva? Ecco lo studio
(Cagliari)
-

Una ricerca prova a stabilire l'esistenza (o meno) di un nesso causale tra l'attività sessuale e il livello di intensità di una performace di un atleta. Ci sono le prime indicazioni
L’idea che l’attività sessuale può influenzare le prestazioni atletiche è stata...

Migranti: ecco il business della DETENZIONE e del RIMPATRIO (e i FRANCESI fanno soldi)
Migranti: ecco il business della DETENZIONE e del RIMPATRIO (e i FRANCESI fanno soldi)
(Cagliari)
-

La prefettura di Milano pubblica i bandi di gara per affidare centri e strutture per migranti e mette nero su bianco una realtà: punita economicamente la piccola accoglienza
È ufficiale: i famosi 35 euro per migrante sono stati cancellati. È finita la...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati