Preparazione Vellutata al cavolo nero

(Firenze)ore 19:27:00 del 05/12/2018 - Categoria: , Cucina

Preparazione Vellutata al cavolo nero

ll bello delle vellutate è che potete personalizzarle: se la volete più cremosa basta un’aggiunta di panna; se la volete più sostanziosa basta un’aggiunta di pasta corta.

 

La stagione invernale offre delle verdure diverse dal solito, molto buone ma che spesso non sappiamo come usare, come il cavolo nero.

Molto usato nella cucina toscana (è uno degli ingredienti della famosa ribollita), il cavolo nero non richiede lunghi tempi di cottura e non ha un sapore deciso e forte come quello di altri cavoli, cappuccio o cavolfiore.

In questa ricetta, il cavolo nero viene cotto con patate a cubetti e porro tagliato finemente; il tutto viene frullato e poi passato al setaccio per ottenere una delicata e cremosa vellutata.

La vellutata al cavolo nero è un piatto corroborante e saporito, ideale per affrontare gli ultimi freddi!

Ingredienti

Cavolo nero 1,5 kg Patate 400 g Porri 2 Brodo vegetale 1,2 l Olio extravergine d'oliva q.b. Sale fino q.b. Pepe nero q.b.

Conservazione

Conservate la vellutata al cavolo nero in frigorifero in un contenitore ermeticamente chiuso per 2-3 giorni.

La vellutata si può congelare.

Consiglio

ll bello delle vellutate è che potete personalizzarle: se la volete più cremosa basta un’aggiunta di panna; se la volete più sostanziosa basta un’aggiunta di pasta corta. La preparazione è veloce e facile, ma se non doveste avere un frullatore a immersione non disperate: potete fare la stessa identica operazione con il vostro mixer!

PREPARAZIONE:

Iniziate a preparare la vellutata al cavolo nero lavando le patate, pelandole e tagliandole a cubetti. Tagliate il porro a rondelle e fatelo rosolare in padella con un filo di olio extravergine d'oliva. Dopo circa 10 minuti, aggiungete le patate. Condite con sale e pepe e cuocete per circa 15 minuti.

Nel frattempo, pulite il cavolo nero e tagliate le foglie a pezzetti. Aggiungetele alle patate e versate, poco alla volta, il brodo. Proseguite la cottura per circa 30 minuti.

Tagliate la pancetta a striscioline e rosolatela in padella per 5 minuti, finché non risulterà croccante.

Terminata la cottura della vellutata, frullatela con un frullatore a immersione e passatela in un colino. Versatela nuovamente in pentola e cuocetela per qualche minuto insieme al Certosino Santa Lucia, in modo da farla ridurre.

Versate la vellutata al cavolo nero nei piatti guarnendola con la pancetta ben cotta.

 

Pubblicato da Carla

Altre notizie
Preparazione Tagliata di tacchino con finocchi e melagrana
Preparazione Tagliata di tacchino con finocchi e melagrana
(Firenze)
-

Aggiungete fette d’arancia e succo d’arancia all’insalata di finocchi.
  Stasera a cena: petto di tacchino! Si preannuncia un pasto molto spartano,...

Come fare i Ravioli di pesce
Come fare i Ravioli di pesce
(Firenze)
-

Per chi è più esperto sarà un gioco da ragazzi, per chi è alle prima armi può diventare una gustosa sfida, un prezioso regalo culinario da condividere con i vostri cari nei giorni di festa!
  Natale sta per arrivare e con lui la corsa al piatto perfetto. Per la...

Preparazione Bastoncini di carote fritte
Preparazione Bastoncini di carote fritte
(Firenze)
-

Per rendere l'antipasto ancora più interessante abbiamo deciso di accompagnare i bastoncini con una ciotolina di confettura di mirtilli rossi.
  Sicuramente vi sarà capitato almeno una volta di aver sollevato le carote per...

Verza e patate: come fare
Verza e patate: come fare
(Firenze)
-

Scaldate un filo d’olio in una casseruola adatta anche alla cottura in forno, aggiungete il porro (5) e rosolatelo brevemente, poi unite le patate (6) e mescolate per non farle attaccare al fondo.
  Per gli amanti dei sapori di montagna e dei sostanziosi piatti unici a base...

Come fare i Bocconcini di prugne e bacon
Come fare i Bocconcini di prugne e bacon
(Firenze)
-

Una volta pronti, sfornate i bocconcini di prugne e bacon (6), lasciateli intiepidire e poi serviteli profumandoli con foglioline di salvia.
  Cercate un finger food espresso altamente sfizioso? Ecco l’idea per voi:...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati