Preparazione Triglie alla Vernaccia

(Firenze)ore 19:48:00 del 13/06/2018 - Categoria: , Cucina

Preparazione Triglie alla Vernaccia

Questa zona è rinomata anche per una speciale DOC: la Vernaccia di Oristano, un vino di alta qualità da gustare al calice o con cui preparare ad esempio delle profumatissime triglie alla Vernaccia.

La cucina sarda, caratterizzata da sapori semplici e decisi, si basa sull’utilizzo di prodotti genuini e strettamente legati al territorio: l’area di Oristano, per esempio, è famosa per la bottarga di muggine, ingrediente principe per gli intramontabili spaghetti con la bottarga o le lorighittas, un particolare formato di pasta.

Questa zona è rinomata anche per una speciale DOC: la Vernaccia di Oristano, un vino di alta qualità da gustare al calice o con cui preparare ad esempio delle profumatissime triglie alla Vernaccia.

Questo tipico secondo di mare, che conosce alcune varianti come tutti i piatti legati al territorio, viene cotto in un gustoso sughetto di pomodorini freschi insaporito con scorza di limone e prezzemolo per un risultato dal profumo tutto mediterraneo!

Le carni tenere e delicate delle triglie di scoglio, da preferire a quelle di fango in questo caso, vengono esaltate da una breve cottura e dall’aroma unico conferito dal vino.

Non fatevi trarre in inganno dalla presentazione rustica: le triglie alla Vernaccia sono come gli isolani che le hanno inventate… buone nell’animo!

Conservazione

Si consiglia di consumare le triglie alla Vernaccia appena pronte, oppure potete conservarle in frigorifero, coperte con pellicola, per massimo un giorno. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Per velocizzare la preparazione potete chiedere al vostro pescivendolo di darvi delle triglie già pulite. La ricetta tradizionale prevede le triglie intere, ma se preferite si possono utilizzare anche i filetti già pronti.

Ingredienti

•4 grosse triglie di scoglio•

•200 ml. di Vernaccia•

•1 limone non trattato•

•60 gr. di pangrattato•

•Olio extravergine d’oliva q.b.•

•1 ciuffetto di prezzemolo•

•1 spicchio d’aglio•

•Sale q.b.•

•Pepe q.b.•

Preparazione

Squamate, lavate e asciugate con cura le triglie.

Mettete una padella larga sul fuoco e fate rosolare, in circa 5 cucchiai d’olio, l’aglio e il prezzemolo dopo averli tritati finemente.

Lavate e grattugiate la scorza del limone, avendo cura di non intaccare la parte bianca.

Salate e pepate lievemente le triglie, adagiatele in padella per farle rosolare a fiamma viva da entrambi i lati (basterà girarle una sola volta per parte). Trascorsi 2 minuti, sfumate con ½ bicchiere di Vernaccia. Abbassate la fiamma e cospargete abbondantemente le triglie di pangrattato e scorza di ½ limone. Dopo qualche minuto, irrorate con il vino restante e lasciate cuocere a fiamma dolce per circa 15-20 minuti. Servite guarnendo con delle fettine di limone e qualche fogliolina di prezzemolo fresco.

Pubblicato da Carla

Altre notizie
Preparazione Zuppa d'orzo verdure e curcuma
Preparazione Zuppa d'orzo verdure e curcuma
(Firenze)
-

La zuppa d’orzo verdure e curcuma si conserva in frigorifero coperta con pellicola fino a 4 giorni.
  Se siete tra coloro che amano i cibi semplici, genuini, che ci ricordano il...

Come fare la Torta melarancia
Come fare la Torta melarancia
(Firenze)
-

Conservate la torta melarancia a temperatura ambiente, meglio se sotto una campana di vetro, per 2-3 giorni al massimo. È possibile congelare la torta una volta cotta.
  La torta di mele è un dolce genuino che da sempre amiamo e ci è di...

Preparazione Grostl alla tirolese
Preparazione Grostl alla tirolese
(Firenze)
-

Potete grattugiarne qualcuno di vostro gradimento, meglio se semi stagionati e saporiti, come del casera o del bitto, i formaggi valtellinesi.
  E' uno dei piatti must da gustare in Alto Adige, in un rifugio d'alta quota...

Come fare i Panini alle cime di rapa
Come fare i Panini alle cime di rapa
(Firenze)
-

I panini alle cime di rapa si possono conservare per 1-2 giorni in un sacchetto di carta.
  Le cime di rapa, conosciute anche come friarielli nella zona di Napoli, sono...

Come fare i Pizzoccheri alla valtellinese
Come fare i Pizzoccheri alla valtellinese
(Firenze)
-

Anche a Giallozafferano ci siamo affidati per la preparazione dei pizzoccheri a uno chef valtellinese doc, Alessandro Negrini, esperto di questo piatto rustico fin dalla tenera età, quando a prepararli era la sua nonna.
  Ci sono piatti genuini e sostanziosi in grado di scaldare pancia e cuore,...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati