Preparazione Dolce vegano al cacao e amarene

(Bari)ore 22:17:00 del 09/01/2019 - Categoria: , Cucina

Preparazione Dolce vegano al cacao e amarene

Per preparare il dolce vegano al cacao e amarene versate in una ciotola il cacao amaro in polvere (1), il glucosio (2), il sale (3) e l’olio di cocco (4).

 

Un dolce senza cottura, senza latte, senza burro, senza uova... ma dal gusto che cattura al primo assaggio. Verrete investiti da una dolcezza senza mezze misure, sarà un lungo massaggio per le papille gustative! Parliamo del dolce vegano al cacao e amarene che si ispira come consistenza al fudge anglosassone: quadrotti melliflui ma scioglievoli in bocca che avrete voglia di replicare tante di quelle volte da cercare delle alternative di abbinamento. Noi abbiamo usato amarene e mandorle intere, voi potreste optare per nocciole, gherigli di noci o pistacchi... fateci sapere quale sarà la vostra variante preferita e aggiungetela all'elenco delle golosità vegan-friendly come le tartellette o il tiramisù!

Ingredienti

Cacao amaro in polvere 100 g Sciroppo di glucosio 150 g Olio di cocco 100 g Amarene sciroppate (peso sgocciolato) 80 g Mandorle 80 g Sale fino 3 g

Preparazione

Dolce vegano al cacao e amarene

Per preparare il dolce vegano al cacao e amarene versate in una ciotola il cacao amaro in polvere (1), il glucosio (2), il sale (3) e l’olio di cocco (4). Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo. Unite le mandorle intere e le amarene sciroppate (5). Foderate con carta forno uno stampo rettangolare da 20x10 cm e versatevi il composto (6).

Lasciate cristallizzare in congelatore per 30 minuti (7). Rimuovete il dolce dallo stampo (8) e dividetelo in cubotti da circa 3x1,5 cm; servite il dolce vegano al cacao e amarene ancora freddo (9)!

Conservazione

Il dolce vegano al cacao e amarene si conserva in freezer per una settimana.

Consiglio

Potete sostituire le mandorle con delle nocciole o dei gherigli di noci.

Curiosità

Il fudge è un dolce anglosassone e degli States che viene preparato con burro, zucchero e latte. Il risultato cuocendo insieme questi ingredienti è una pasta zuccherina, elastica dal sapore molto intenso.

Giallozafferano

 

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Preparazione Zuppa d'orzo verdure e curcuma
Preparazione Zuppa d'orzo verdure e curcuma
(Bari)
-

La zuppa d’orzo verdure e curcuma si conserva in frigorifero coperta con pellicola fino a 4 giorni.
  Se siete tra coloro che amano i cibi semplici, genuini, che ci ricordano il...

Come fare la Torta melarancia
Come fare la Torta melarancia
(Bari)
-

Conservate la torta melarancia a temperatura ambiente, meglio se sotto una campana di vetro, per 2-3 giorni al massimo. È possibile congelare la torta una volta cotta.
  La torta di mele è un dolce genuino che da sempre amiamo e ci è di...

Preparazione Grostl alla tirolese
Preparazione Grostl alla tirolese
(Bari)
-

Potete grattugiarne qualcuno di vostro gradimento, meglio se semi stagionati e saporiti, come del casera o del bitto, i formaggi valtellinesi.
  E' uno dei piatti must da gustare in Alto Adige, in un rifugio d'alta quota...

Come fare i Panini alle cime di rapa
Come fare i Panini alle cime di rapa
(Bari)
-

I panini alle cime di rapa si possono conservare per 1-2 giorni in un sacchetto di carta.
  Le cime di rapa, conosciute anche come friarielli nella zona di Napoli, sono...

Come fare i Pizzoccheri alla valtellinese
Come fare i Pizzoccheri alla valtellinese
(Bari)
-

Anche a Giallozafferano ci siamo affidati per la preparazione dei pizzoccheri a uno chef valtellinese doc, Alessandro Negrini, esperto di questo piatto rustico fin dalla tenera età, quando a prepararli era la sua nonna.
  Ci sono piatti genuini e sostanziosi in grado di scaldare pancia e cuore,...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati