Porto Armi per difesa personale: requisiti, come fare

(Firenze)ore 09:50:00 del 04/07/2019 - Categoria: , Guide

Porto Armi per difesa personale: requisiti, come fare

PORTO ARMI PER DIFESA PERSONALE - I requisiti per ottenere il porto d’armi sono innanzitutto l’aver compiuto la maturità.

PORTO ARMI PER DIFESA PERSONALE - La facoltà di detenere e portare armi corrisponde ad un interesse del privato ritenuto cedevole di fronte al ragionevole sospetto di abuso della facoltà medesima, il cui soddisfacimento recede al cospetto dell’esigenza di evitare rischi per l’incolumità pubblica e per la tranquilla convivenza della collettività, sicchè la P.A. può legittimamente negare la detenzione e il porto d’armi anche qualora la condotta dell’interessato presenti solo segni dipericolosità o semplici indizi di inaffidabilità.

PORTO ARMI PER DIFESA PERSONALE - Nel valutare, poi, l’affidabilità del soggetto circa il possesso e l’uso corretto delle armi, i poteri dell’Autorità di P.S. sono ampiamente discrezionali e finalizzati alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblici, sicchè i relativi provvedimenti negativi sono sufficientemente motivati mediante il riferimento a fatti idonei a far dubitare, anche solo per indizi, della sussistenza dei requisiti di affidabilità richiesti dalla normativa, fermo restando che rientra nella discrezionalità amministrativa la valutazione, ai fini del giudizio di affidabilità rispetto al non abuso dell’arma, di singoli episodi anche privi di rilevanza penale.

PORTO ARMI PER DIFESA PERSONALE - requisiti per ottenere il porto d’armi sono innanzitutto l’aver compiuto la maturità. Una persona deve per forza di cose essere maggiorenne per poter fare richiesta d’acquisto di un’arma; tuttavia per la difesa personale la sola età è insufficiente per poter richiedere un porto d’armi.

Bisogna superare dei controlli medici specifici che attestino la salute fisica e mentale, bisogna poi dimostrare di non avere precedenti penali nella propria fedina e comprovare la capacità di maneggiare un’arma: chiaramente, chi lavora nelle Forze dell’Ordine e Armate è avvantaggiato in questo.

Ma il requisito fondamentale per ottenere la licenza d’armi per la difesa personale è la motivazione valida per cui si fa richiesta.  Dato che la difesa personale è una licenza specifica che concede al cittadino una libertà anche molto rischiosa, sia da un punto di vista individuale che da un punto di vista collettivo, il cittadino è chiamato a fornire indicazioni precise sul proprio status e sul perché necessita di uscire armato. Infatti la legge consente ai cittadini di difendersi per legittima difesa e il porto d’armi è la licenza grazie alla quale è possibile spostarsi dalla propria casa portando con sé un’arma per proteggersi.

La prefettura, nel momento in cui abilita legalmente un cittadino a circolare con un’arma, certifica che esso è in pericolo per professione o per circostanze particolari e perciò è legalmente riconosciuto ad uscire con un’arma.

Senza questi requisiti lo Stato Italiano non acconsente un cittadino a circolare armato nel paese, altrimenti rappresenterebbe un pericolo per la comunità. Ogni caso di richiesta viene valutato dalle autorità competenti in maniera scrupolosa affinché il porto d’armi resti circoscritto alla sola difesa personale.

Veniamo qui al lato economico della difesa personale, ossia quanto costa il porto d’armi per difesa personale. Esso dipende dai vari procedimenti che compongono l’intero iter di richiesta, poiché ogni passaggio prevede il suo costo.

Se pensiamo che solo per la presentazione della domanda bisogna pagare la fototessera (circa 5€) più i contrassegni telematici ( marca da bollo da 16€ l’uno), già la cifra si aggira attorno ai 40€, considerando anche il costo del libretto personalecon scadenza quinquennale (1,50€).

Affianco alle spese amministrative troviamo anche le spese mediche che si aggirano attorno ai 60€.  Considerando infine le tasse governative che si aggirano attorno ai 115€ troviamo un totale di circa 215€.

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Come svegliarci sempre con il Buon Umore
Come svegliarci sempre con il Buon Umore
(Firenze)
-

COME SVEGLIARSI DI BUON UMORE - Iniziare la giornata di buonumore ha moltissime benefici: ti permette di raggiungere i tuoi obiettivi con più facilità e leggerezza, ti rende una persona amabile e positiva e ti aiuta ad attirare cose belle ed energie posit
COME SVEGLIARSI DI BUON UMORE - Iniziare la giornata di buonumore ha moltissime...

DarkMode Whatsapp: come attivarla
DarkMode Whatsapp: come attivarla
(Firenze)
-

MODALITA' DARKMODE WHATSAPP - La Dark Mode di WhatsApp è realtà.
MODALITA' DARKMODE WHATSAPP - La Dark Mode di WhatsApp è realtà. La modalità...

Lavastoviglie: tutti i segreti e le tecniche per risparmiare
Lavastoviglie: tutti i segreti e le tecniche per risparmiare
(Firenze)
-

COME RISPARMIARE CON LA LAVASTOVIGLIE - La lavastoviglie è uno degli elettrodomestici più apprezzati e utilizzati in ambito domestico: è una comodità e al tempo stesso assicura un buon risparmio, riducendo gli sprechi d’acqua che comporta invece l’operazi
COME RISPARMIARE CON LA LAVASTOVIGLIE - La lavastoviglie è uno degli...

Codici sconto: dove trovarli e come risparmiare
Codici sconto: dove trovarli e come risparmiare
(Firenze)
-

Utilizzando codici sconto e coupon si potranno effettuare degli ottimi acquistando risparmiando qualcosina.
Utilizzando codici sconto e coupon si potranno effettuare degli ottimi...

Aumenti selettivi Iva per chi paga in contanti: come funzionano
Aumenti selettivi Iva per chi paga in contanti: come funzionano
(Firenze)
-

AUMENTI SELETTIVI IVA - Mentre slitta l’approdo in Consiglio dei ministri della Nota di aggiornamento al Def, il governo lavora sulla lotta all’evasione fiscale e i partiti della maggioranza iniziano ad avanzare le loro richieste.
AUMENTI SELETTIVI IVA - Mentre slitta l’approdo in Consiglio dei ministri della...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati