Noci: un alimento miracoloso!

(Bologna)ore 21:12:00 del 22/06/2016 - Categoria: Salute

Noci: un alimento miracoloso!

Per la doppia protezione garantita al frutto da guscio e mallo, Plinio scriveva che le noci erano l’emblema della stabilità del matrimonio. Dedicate a Giove e definite “cibo degli dei”, venivano gettate in aria e offerte durante le cerimonie nuziali.

RICCHE DI VITAMINE E MINERALI

Per la doppia protezione garantita al frutto da guscio e mallo, Plinio scriveva che le noci erano l’emblema della stabilità del matrimonio. Dedicate a Giove e definite “cibo degli dei”, venivano gettate in aria e offerte durante le cerimonie nuziali.

Uno studio ha dimostrato che dieta ricca di noci riduce drasticamente il colesterolo totale e in particolar modo quello LDL, meglio conosciuto come colesterolo “cattivo”.

STUDI SCIENTIFICI DIMOSTRANO LE PROPRIETA’ DELLE NOCI

Il rame permette di assimilare e fissare meglio il ferro, quindi sono indicate per chi ha valori bassi di ferro o soffre di anemia.

La noce, oltre a contenere fosforo, calcio, ferro e potassio, è il frutto più ricco di zinco e rame, elementi che solitamente attingiamo dalla carne, motivo per cui le noci sono particolarmente indicate in una dieta vegetariana e vegana.  Tra le vitamine sono presenti la A, B1, B6, F, C, E e P.

LA NOCE CURA E RAFFORZA IL CERVELLO

Una ricerca clinica ha constatato che il consumo di noci riduce i biomarker del cancro alla prostata e sopprime la crescita del tumore/cancro di questo organo nel modello animale.

Le noci possono ridurre il rischio di diabete, abbassano lo stress, aiutano a prevenire l’Alzheimer e il cancro alla prostata e al seno. Nell’Antica Grecia e nelMedioevo venivano usate per curare i problemi mentali, mal di testa e tutte le affezioni del cervello.

Le noci assomigliano sia alla testa umana (lo scalpo e il cervello) che alla prostata e sono un esempio primario di ciò che gli antichi erboristi chiamavano “la dottrina della segnatura, ovvero erbe o cibi che hanno la forma di organi e varie parti del corpo, possono essere usate come rimedi per rafforzare e curare le parti cui somigliano. Infatti, nel 17° sec. l’erborista William Coles, autore del libro The Art of Simpling and Adam in Eden, affermava che le noci vanno bene per trattare problemi alla testa perchè “hanno la perfetta segnatura della testa“. Se in passato questa poteva essere considerata una credenza popolare oggi la scienza conferma la straordinaria efficacia della noce nel lavorare sul cervello:

  • Le noci contengono nutrimenti necessari per mantenere in salute le funzioni cerebrali, come per esempio gli omega 3, acidi grassi, e la vitamina E. Il cervello è composto per circa il 30% di grassi acidi omega 3 e richiede la vitamina E e antiossidanti relativi liposolubili;
  • Una ricerca clinica sugli animali nutriti di noci in modo moderato ha osservato che questi migliorano la prestazione motoria e cognitiva;
  • Un altro studio umano pubblicato sul British Journal of Nutrition nel 2011 ha mostrato che il consumo di noci aumenta il ragionare in modo deduttivo negli studenti universitari.

La Libreria Nazionale Americana di Medicina nella sua banca dati contienenon meno di 35 articoli pubblicati peer-reviewed che affermano come l’ingestione di noci migliora la salute vascolare e riduce il rischio di attacchi di cuore.

Da alcune ricerche emerge che le noci hanno proprietà cardioprotettive e che il consumo di 30 grammi al giorno riduce il rischio cardiovascolare.

Nell’antichità il maestoso albero di noce era emblema di prosperità e protezione, ed era circondato simboli, credenze e miti. I suoi frutti raccolti in settembre-ottobre, che per forma e contenuto ricordano la testa umana, erano indicati per curare le malattie della mente e dell’amore. Ne veniva fatto dono a coloro che soffrivano di deperimenti, o erano messi nelle tasche dei giovani per farli innamorare.

Secondo una ricerca americana le noci, altre ad essere ipercaloriche hanno proprietà antitumorali, in particolare il loro consumo regolare previene l’insorgere del tumore al seno, questo grazie alla abbondante presenza di acidi grassi omega3, oltre ad un alto contenuto di antiossidanti.

E la scienza conferma che non erano solo superstizioni. Le grandi dosi di zinco in esse contenuto favoriscono la fertilità e nell’insieme possono contribuire alla lotta contro l’infertilità maschile, andando ad incidere in maniera benefica sulla qualità del liquido seminale. Secondo i ricercatori dell’Università della California a Los Angeles, sarebbe sufficiente ingerire 75 grammi al giorno del frutto per migliorare vitalità, motilità e morfologia degli spermatozoi ed assistere a una sensibile riduzione di eventuali anomalie cromosomiche.

Lo zinco è essenziale per il funzionamento di almeno 200 enzimiper il sistema immunitario, la digestione, il metabolismo, e necessario per la corretta attività di molti ormoni, inclusi l’insulina, l’ormone della crescita, gli ormoni sessuali, gli ormoni timici e tiroidei. I globuli rossi e globuli bianchi hanno bisogno di zinco.

Bastano 5 noci o 3 cucchiai  di olio di noci per migliorare la condizione dei vasi sanguigni in sole 4 ore. L’olio si è rivelato particolarmente utile per le cellule endoteliali che rivestono i vasi sanguigni e svolgono un ruolo importante nella loro flessibilità. Tutto questo dimostrato scientificamente: la natura è una potente medicina. Tornare a mangiare prodotti genuini e semplici è la chiave della longevità di tutte le popolazioni di centenarie.

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
Eliminare il glutammato monosodico per dolore cronico e dieta
Eliminare il glutammato monosodico per dolore cronico e dieta
(Bologna)
-

Il dolore cronico colpisce un italiano su 5 ed è il sintomo principale che accomuna tutta una serie di patologie che vanno dalla fibromialgia, al cancro, alle neuropatie, etc.
Il dolore cronico colpisce un italiano su 5 ed è il sintomo principale che...

I nostri nonni non soffrivano di INTOLLERANZE ALIMENTARI, noi si: COME MAI?
I nostri nonni non soffrivano di INTOLLERANZE ALIMENTARI, noi si: COME MAI?
(Bologna)
-

VI SIETE MAI CHIESTI COME MAI I NOSTRI NONNI NON SOFFRIVANO DI INTOLLERANZE ALIMENTARI? C’È QUALCOSA CHE NON TORNA.
VI SIETE MAI CHIESTI COME MAI I NOSTRI NONNI NON SOFFRIVANO DI INTOLLERANZE...

Trovato legame tra SALE e MALATTIE AUTOIMMUNI
Trovato legame tra SALE e MALATTIE AUTOIMMUNI
(Bologna)
-

SCLEROSI MULTIPLA, INCLUDENDO L’ALOPECIA, L’ASMA E GLI ECZEMI. ECCO UNO STUDIO IMPORTANTE…
SCLEROSI MULTIPLA, INCLUDENDO L’ALOPECIA, L’ASMA E GLI ECZEMI. ECCO UNO STUDIO...

Distruggono i nostri figli: come? INVENTANDO MALATTIE CHE NON ESISTONO
Distruggono i nostri figli: come? INVENTANDO MALATTIE CHE NON ESISTONO
(Bologna)
-

Figli svogliati e disattenti – Sette mesi prima di morire, il famoso psichiatra americano Leon Eisenberg, che ha scoperto il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), ha dichiarato al settimanale tedesco Der Spiegel che le cause genetiche d
Figli svogliati e disattenti – Sette mesi prima di morire, il famoso psichiatra...

La natura ci ha fatto un dono: il LIMONE! ABUSANE!!
La natura ci ha fatto un dono: il LIMONE! ABUSANE!!
(Bologna)
-

Uno di questi doni della natura è proprio il limone.Ma perchè fa bene? Scopriamolo insieme.
PER SECOLI IL LIMONE È STATO CONSIDERATO UNA VERA E PROPRIA MEDICINA IN GRADO DI...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati