Negozi chiusi di domenica: ECCO PERCHE' E' GIUSTO!

(Firenze)ore 23:31:00 del 17/09/2018 - Categoria: , Lavoro, Nuove Leggi

Negozi chiusi di domenica: ECCO PERCHE' E' GIUSTO!

Negozi: basta col terrorismo, chiudere la domenica non è una tragedia

Negozi: basta col terrorismo, chiudere la domenica non è una tragedia – di Stelio Fergola

Partirò in modo molto diretto: sono assolutamente favorevole al principio dei negozi chiusi la domenica, non vedo assolutamente il problema e mi pare che le polemiche sollevate siano stupide e inutili.

Il Sole 24 Ore, manco a dirlo, avvia la sua solita bella campagna di terrorismo:

“Una retromarcia che potrebbe costare 16mila posti di lavoro e un’ulteriore flessione dei consumi.

Senza contare i disagi per quei 12 milioni di italiani che, negli ultimi anni, avevano scelto di fare la spesa alla domenica.“

I 16mila posti di lavoro perduti presupporrebbero un calo dei consumi enorme: ma già operatori dei settori interessati, al 2014, avevano dichiarato più volte quanto la liberalizzazione del lavoro la domenica non sia riuscita a fare aumentare la domanda di merci, anzi tutt’altro:

“Le aperture domenicali sono da considerarsi un fallimento perchè non hanno assolutamente raggiunto lo scopo e l’obiettivo che si erano prefissate, cioè, l’aumento dei consumi e l’aumento dell’occupazione per un rilancio dell’economia.”

Del resto esistono opinioni di mercato che dimostrano che i consumi, banalmente, si spostano, argomentando tra l’altro con ragionamenti del tutto elementari.

Per essere molto spiccioli e chiari, non è che se il signor Rossi desidera il capretto per il suo pranzo in famiglia o il vestito tagliato rinuncia a comprarli la domenica, ma li continua ad acquistare regolandosi diversamente, indi semmai il sabato.

Magari pure provando a risollevare il mercato al dettaglio, prima vittima assoluta delle grandi catene e della loro enorme “potenza di personale” tale che, grazie ai turni, sono in grado di coprire fasce di acquisto che vanno a danneggiare proprio i piccoli commercianti, un tempo produttori di redditi altissimi ed oggi schiavi dei supermegacentri, dove il negoziante è diventato sostanzialmente un impiegato pagato male.

Negozi chiusi la domenica: prima come facevamo?

E poi avete capito? I 12 milioni di italiani si sono abituati a fare la spesa la domenica per scelta!

Ne deduciamo che prima degli ultimi 10 anni gli stessi italiani fossero incapaci di fare compere, probabilmente rischiando di morire nudi, di fame e sete, vivendo praticamente nell’età della pietra.

A me la sintesi di tutto questo cincischiare inutile pare ovvia: pare che ogni “conquista” degli ultimi decenni sia un dogma indiscutibile. Non si può mai tornare indietro, nemmeno ripensare, nemmeno provarci.

La proposta di riaprire i negozi la domenica diventa una sorta di cataclisma, nonostante sia molto meno rilevante rispetto ad altre assuefazioni ben più radicate, come ad esempio lo stesso utilizzo smodato dei vari smartphone (oggetti da cui è quasi impossibile privarsi, specie se si usano per lavoro).

Ci arriverebbe anche un bue con l’alzaheimer, ma niente, continuiamo a non ragionare di nulla, a prescindere, perché “è così”, che poi l’ha detto Giggino, quello è cretino a prescindere, e diamo adito al terrorismo de Il Sole 24 Ore.

Non si provi mai a sperimentare nulla, mai, mi raccomando! Perchè la competenza è immobile, probabilmente paralizzata nel cervello. 

Da: QUI

Pubblicato da Alberto

Altre notizie
Pignoramento e Decreto Semplificazioni: cosa cambia
Pignoramento e Decreto Semplificazioni: cosa cambia
(Firenze)
-

Il decreto Semplificazioni, diventato legge, cambia le regole del pignoramento di immobili. Il debitore che vive nella casa dovrà andarsene solo dopo il decreto di trasferimento.
Il decreto Semplificazioni, diventato ormai legge, prevede una modifica...

Nuovo Codice della Strada per bici in citta', nuove norme: cosa cambia
Nuovo Codice della Strada per bici in citta', nuove norme: cosa cambia
(Firenze)
-

Sì alle bici contromano nei centri abitati e ai semafori i ciclisti avranno la precedenza e potranno circolare sulle corsie riservate agli autobus e ai taxi
Bici in città: è in discussione in commissione Trasporti alla Camera il nuovo...

Bollo Auto 2019: tutte le agevolazioni con la Legge 104
Bollo Auto 2019: tutte le agevolazioni con la Legge 104
(Firenze)
-

Bollo auto 2019, per agevolazioni fiscali auto: il verbale deve contenere le esatte informazioni e deve essere aggiornato, analizziamo quando e come.
Bollo auto 2019, le nuove disposizioni per l’esenzione con legge 104,...

Italia ultima in Europa per retribuzione reale dei giovani laureati
Italia ultima in Europa per retribuzione reale dei giovani laureati
(Firenze)
-

L’indagine della società di consulenza Willis Towers Watson ha riguardato principalmente i dipendenti di aziende multinazionali
I giovani laureati italiani, tenendo conto anche delle imposte e del costo della...

La SCHIAVITU' ai tempi di AMAZON
La SCHIAVITU' ai tempi di AMAZON
(Firenze)
-

CI FANNO UN AMAZON COSÌ - UNA DIPENDENTE ITALIANA DI BEZOS SVELA LE CONDIZIONI DI LAVORO
CI FANNO UN AMAZON COSÌ - UNA DIPENDENTE ITALIANA DI BEZOS SVELA LE CONDIZIONI...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati