Masterchef, finalmente un'edizione seria con concorrenti simpatici e divertenti (ECCETTO UNA)

(Roma)ore 16:41:00 del 17/02/2017 - Categoria: , Cucina, Sociale

Masterchef, finalmente un'edizione seria con concorrenti simpatici e divertenti (ECCETTO UNA)

«LI BUTTO GIÙ UNO A UNO, COME I BIRILLI…»: LA SAVONESE GLORIA ENRICO NON SI NASCONDE SOTTO FALSI BUONISMI, IL SUO OBIETTIVO È VINCERE IL SESTO TITOLO DI MASTERCHEF. E BASTA.

Comincia il girl power a Masterchef. Questa volta è Gloria la protagonista, nel bene e nel male. La barista piace ai giudici, vince all’Invention Test, e sui monti dell’Alto Adige tira fuori tutta la grinta cacciando Loredana prima ancora di cominciare. La spedisce direttamente al pressure piuttosto che tenersela in squadra e lei non gliele manda a dire. Si arrabbia non poco. Prima, già con Cristina c’erano state le scintille in postazione. “Gloria è una gran scoperta – dice Giulia – è piccoletta, ma le sa dare”. Per le altre invece è troppo bravina e perfettina. È tornata nei ranghi invece Mariangela. Nell’Invention Test è stata strapazzata da Cracco: ha preparato una pepita di pane insignificante a fronte di una spesa sproporzionata. Poi buona buonina ha lavorato meglio in esterna e la puntata è filata via liscia per lei.

«LI BUTTO GIÙ UNO A UNO, COME I BIRILLI…»: LA SAVONESE GLORIA ENRICO NON SI NASCONDE SOTTO FALSI BUONISMI, IL SUO OBIETTIVO È VINCERE IL SESTO TITOLO DI MASTERCHEF. E BASTA.

La 24enne ex barista, unica concorrente ligure del cooking show più amato dagli italiani, continua a tenersi stretto il grembiule ed è sempre più assetata di vittoria. Tra una strategia e l’altra, Gloria resiste e a avanti attirandosi le antipatie dei “colleghi” e del popolo del Web che non l’apprezza poi così tanto, accusandola di essere troppo cattiva, addirittura «perfida» (secondo Michele Ghedini, «una milf»).

Gloria, la “perfettina” dallo sguardo algido, che invece tanto piace ai giudici, nell’ottava puntata, aperta con l’eliminazione di Roberto, ha messo in saccoccia un nuovo importante traguardo: dopo la vittoria dell’Invention Test nello scorso episodio, l’aspirante chef di Tovo San Giacomo si è aggiudicata la vittoria della Mistery Box con la “Pizza invertita al sapore di mare”, un piatto in cui ha esaltato la tradizione ligure con la preparazione della “panissa”.

[video]

E così, forte del vantaggio ottenuto, ha potuto “pilotare” l’Invention Test che ha visto il ritorno di un classico di MasterChef, ovvero la staffetta, per la preparazione di un’ insidiosa e antica ricetta siciliana, il timballo del Gattopardo. Ad accoppiare i concorrenti è stata proprio Gloria, che da buona stratega ha cercato di formare coppie che potessero “esplodere”. Facendo però male i conti: se lei e Margherita se la sono cavata abbastanza bene, i migliori sono stati Cristina e Michele Pirozzi, che per quanto diversi, come aveva sottolineato lei stessa, sono riusciti a coordinarsi al meglio; mentre il titolo di “peggiori” è andato alla coppia formata da Gabriele e Mariangela. A lasciare la cucina del cooking show è stata proprio l’avvocato pugliese: «Ricordo che il tuo sogno è quello di cucinare ai Caraibi in pareo e infradito. Se dovessi riuscirci, non mettere mai il timballo nel menù...», ha ironizzato Cracco.

Quanto all’architetto torinese, i giudici hanno scelto di mandarlo al Pressure Test, facendogli saltare la prova in esterna, a base di menù crudisti e vegani, tenuta al Parco giardino di Sigurtà, nel Veronese, e vinta dai blu, capitanati da Cristina. Così,tornata in cucina, la brigata rossa (composta da Roberto, Gloria, Valerio e Giulia) ha dovuto affrontare un Pressure che ha visto protagonista Gabriele contro tutti: l’architetto torinese li ha dovuti affrontare uno a uno a rotazione, tra zabaioni e mozzarelle in carrozza, salvandosi solo alla fine con la cottura del filetto, risultata fatale alla povera Giulia, che ha dovuto togliersi il grembiule. Non prima, però, di ballare un ultimo lento con Joe Bastianich, tra lo stupore del pubblico per un’eliminazione inaspettata e, secondo molti, ingiusta.

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Come fare i Bicchierini di riso venere e spada
Come fare i Bicchierini di riso venere e spada
(Roma)
-

Il suo insolito color ebano, la fragranza aromatica e la consistenza tipica del riso integrale, lo rendono un ingrediente perfetto per piatti di grande effetto sia caldi che freddi, come l’insalata di riso venere o gli arancini di pesce.
Lo sapevate che il riso venere è chiamato così perché nell’antichità era...

Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti
Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti
(Roma)
-

Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand e noto per il suo ultraeuropeismo, Jacques Attali è l’uomo che ha scoperto Macron, presentandolo al presidente Hollande del quale è diventato consigliere.
Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand...

Ecco con quali trucchi i boss aggirano il 41BIS
Ecco con quali trucchi i boss aggirano il 41BIS
(Roma)
-

Il carcere duro previsto per isolare i capi dagli affiliati a piede libero viene sempre più spesso dribblato grazie a una serie di accorgimenti. E così si tradisce l'insegnamento di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino
Non appena il mafioso Alessandro Piscopo arriva alle porte della sua Vittoria,...

Come riconoscere i mille volti dell'ipocrisia
Come riconoscere i mille volti dell'ipocrisia
(Roma)
-

Per introdurre il concetto di falsità mi sono spirata a una bellissima citazione di Luigi Pirandeloo “Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti”
Per introdurre il concetto di falsità mi sono spirata a una bellissima citazione...

Integratori di vitamine e minerali? TOTALMENTE INUTILI
Integratori di vitamine e minerali? TOTALMENTE INUTILI
(Roma)
-

Gli integratori di minerali e vitamine più famosi sono inutili: la conferma degli scienziati
Scienziati canadesi dell’Università di Toronto hanno dimostrato che gli...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati