Mafia: sequestrato il ristorante Pitti a Catania

(Catania)ore 22:24:00 del 27/09/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Politica

Mafia: sequestrato il ristorante Pitti a Catania

Chi ci legge ricorderà il nostro post dedicato alla visita del ministro Angelino Alfano a Catania lo scorso 29 settembre, in occasione della festa di San Michele Arcangelo, patrono delle forze di polizia.

CATANIA, 23 SET – I beni aziendali della società ‘San Giuliano s.r.l.’, tra cui il ristorante ‘Pitti’ di Via Antonino di Sangiuliano, nel centro storico di Catania, sono stati sequestrati dalla Polizia, su ordine del Gip al termine di indagini dalle quali l’attività di ristorazione è risultata riconducibile a Salvatore Caruso, di 62 anni, uno degli arrestati, insieme a Roberto Vacante, di 53 anni, nell’ambito dell’operazione Bulldog, condotta nei confronti di 15 presunti esponenti della famiglia Santapaola-Ercolano. Secondo le indagini la società, proprietaria del ristorante, sarebbe riconducibile a Caruso e la gestione del ‘Pitti’ sarebbe stata fittiziamente attribuita al socio unico Gianluca Silvestro Giordano, di 37 anni, compagno della figlia Melinda, di 32.
Secondo gli investigatori inoltre sarebbero stati distratti circa 100 mila euro dalle casse di un’altra attività di ristorazione di Caruso sequestrata nell’operazione “Bulldog” e il denaro sarebbe confluito nel finanziamento dell’operazione “Pitti”.

Ebbene, oggi qualche risposta possiamo finalmente darcela. Grazie ad un’operazione antimafia condotta stamane contro la famiglia mafiosa dei Santapaola-Ercolano cui sono stati sequestrati oggi beni per milioni di euro tra ristoranti, centri di bellezza, autolavaggi e impianti sportivi. Tra i beni sequestrati anche un ramo d’azienda destinato alla gestione del ristorante l’Oste di Tremestieri”, in via Roma 10/12 e un’unità della società commerciale “La Rena Rent Car.”, intestata a Giuseppe e Salvatore Caruso. E da chi sono gestiti il ristorante L’Oste di Tremestierie  la ditta di noleggio La Rena Rent Car oggi sequestrati nel corso dell’operazione antimafia? Da Giuseppe e Salvatore Caruso e da Gianluca Giordano e cioè gli stessi titolari e gestori del Pitti.

 

Mafia: sequestrato il ristorante Pitti a Catania. Questo nome non vi dice niente? Fu inaugurato da Alfano, arrivato in pompa magna con 48 (dico quarantotto) auto blu (che paghiamo noi) !!

Mafia: sequestrato ristorante a Catania

Ps esegue decreto sequestro beni società ‘San Giuliano srl’

Adesso Alfano risponda a queste domande: come può un ministro dell’Interno partecipare all’inaugurazione di un ristorante i cui titolari e gestori sono oggi destinatari di provvedimenti di sequestro nell’ambito di un’operazione antimafia. Quali rapporti intercorrono tra il ministro e questi soggetti?

 

All’epoca, ponemmo ad Alfano otto domande che non hanno mai trovato risposta se non la minaccia, da parte del Viminale, di un’azione legale nei nostri confronti. Ad Alfano chiedemmo, per esempio, perché mai avesse partecipato a quell’inaugurazione utilizzando i mezzi e gli uomini destinati alla missione istituzionale, perché venne chiusa la piazza adiacente e sanzionati i residenti. E, soprattutto, di chi fosse il ristorante che aveva inaugurato. Qui una foto della sera dell’inaugurazione.

http://blogdieles2.altervista.org/mafia-sequestrato-ristorante-pitti-catania-nome-non-vi-dice-niente-fu-inaugurato-alfano-arrivato-pompa-magna-48-dico-quarantotto-auto-blu-paghiamo/

Chi ci legge ricorderà il nostro post dedicato alla visita del ministro Angelino Alfano a Catania lo scorso 29 settembre, in occasione della festa di San Michele Arcangelo, patrono delle forze di polizia. Allora denunciammo, in particolare, due fatti: lo sfarzo – contestato anche dai sindacati di polizia – con cui Alfano partecipò alle celebrazioni (fu accompagnato da ben 48 auto blu). Ma, soprattutto, raccontammo della partecipazione di Alfano, fuori dal contesto istituzionale, all’inaugurazione di un locale, Il Pitti. Per consentire che Alfano partecipasse a quest’evento, a titolo personale, fu chiuso un intero isolato. E furono rimosse e multate, senza un adeguato preavviso, le auto dei residenti.

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Decreto Fisco: cosa prevede la nuova Manovra
Decreto Fisco: cosa prevede la nuova Manovra
(Catania)
-

DECRETO FISCO COSA PREVEDE - Dopo l'approvazione del decreto clima, ieri sera, voluto dal ministro dell'Ambiente Sergio Costa, un decreto che prevede fondi per 450 milioni di euro per politiche sull'ambiente, il Consiglio dei ministri si prepara ad esamin
DECRETO FISCO COSA PREVEDE - Dopo l'approvazione del decreto clima, ieri sera,...

Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
(Catania)
-

Il nostro paese al top della classifica europea. La Sicilia in testa fra le regioni seguita da Calabria e Campania. In europa la media dei Neet è il 12 per cento: da noi il 23,4
BOOM DI GIOVANI NEET IN ITALIA - Secondo i risultati di una ricerca di Unicef,...

Influenza record, 140mila italiani a letto. E' normale tutto questo??
Influenza record, 140mila italiani a letto. E' normale tutto questo??
(Catania)
-

Secondo le stime dei virologi, l'influenza colpirà 6 milioni di italiani meno degli anni scorsi ma con virus potenzialmente più pericolosi
INFLUENZA RECORD IN ITALIA - Non ci sono più le mezze stagioni, è proprio il...

Manovra 2019: arriva il Fondo Famiglia per gli italiani
Manovra 2019: arriva il Fondo Famiglia per gli italiani
(Catania)
-

Sconto tra Iv e M5s sulla proposta di Renzi di abolire quota 100, cosa che Di Maio ritiene inaccettabile
COME FUNZIONERA' IL FONDO FAMIGLIA 2019 - Tre miliardi di taglio delle tasse sul...

Perche' e' giusto dare il diritto al voto ai 16enni
Perche' e' giusto dare il diritto al voto ai 16enni
(Catania)
-

- Il voto ai sedicenni sembra una possibilità concreta, che piace non soltanto ai post-ideologi del M5S, ma anche alle forze più tradizionali di centrosinistra e centrodestra.
VOTO AI 16ENNI, PERCHE' E' GIUSTO ? - Il voto ai sedicenni sembra una...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati