Macerata ultime notizie: cos'è successo a 40 bimbi italiani?

CIVITANOVA MARCHE (Macerata)ore 15:15:00 del 09/07/2015 - Categoria: Cronaca, Denunce, Salute - Macerata

Macerata ultime notizie: cos'è successo a 40 bimbi italiani?

Macerata ultime notizie: cos'è successo a 40 bimbi italiani? Ecco cosa è successo a 40 bambini in un mare italiano.Ecco quale

Vanno al mare e tornano a casa con vomito,diarrea,eruzioni cutanee e febbre alta.Ecco cosa è successo a 40 bambini in un mare italiano.Ecco quale

40 bambini, tra i 7 e i 14 anni, stavano trascorrendo una giornata al mare, erano tutti ospiti di una colonia estiva.Dopo il bagno in mare hanno accusato tutti lo stesso identico malore composto dai seguenti sintomi: febbre alta, irritazione cutanea più o meno estesa, vomito e diarrea.Tali sintomi sono indicatori inequivocabili di un’infezione in corso.

E’ accaduto un paio di settimane fa nell’Alto Maceratese a Civitanova Marche,e tra le poche testate che hanno riportato la notizia vi è Direttanews.it, la quale denuncia l’avvistamento, nelle ore vicine all’incidente, di una chiazza grigia comparsa in una zona del lungomare in direzione sud.

E’ palese quindi che tale malore è stato causato da una forma di inquinamento. In virtù di ciò, i genitori dei bambini che hanno accusato il malore, insieme ai rispettivi pediatri dei figli, hanno chiesto all’ Arpam (agenzia regionale per l’ambiente) di svolgere mirati accertamenti riguardo la presenza di agenti inquinanti nelle acque di Civitanova Marche.

Ebbene l’Arpam ha effettuato le analisi delle acque nella zona dell’incidente, le quali hanno riscontrato dei valori di batteri oltre la norma:

  • fuori dal range consentito i livelli di escherichia coli (batterio indicativo della contaminazione fecale);
  • al di sopra dei livelli ammessi anche l’enterococco.

E’ molto probabile quindi che questa contaminazione batteriologica fosse la causa che ha determinato il malore sopra descritto per questi 40 bambini,ma una domanda sorge spontanea:Come sono finiti questi batteri nelle acque del mare?

I colpevoli potrebbero essere degli  scarichi non depurati provenienti da condotte fognarie abusive che riversano illegalmente i residui organici nel fiume Chienti,il quale,in seguito ad una piena provocata da un forte temporale di qualche giorno prima,ha riversato tali composti in mare.

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
Acqua ossigenata: cosa succede se metti 1 cucchiaino in lavatrice?
Acqua ossigenata: cosa succede se metti 1 cucchiaino in lavatrice?
(Macerata)
-

Acqua ossigenata: 5 utilizzi alternativi a cui non avevi mai pensato
Uno dei prodotti più versatili, economici e utili che dovremmo sempre avere in...

Ecco la dieta che ti fa perdere peso e non ti fa rimettere i kg persi!
Ecco la dieta che ti fa perdere peso e non ti fa rimettere i kg persi!
(Macerata)
-

La dieta mediterranea ipocalorica contribuisce alla perdita di peso e riduce significativamente il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari nei pazienti in sovrappeso o con problemi di metabolismo.
Sono giunti a questa conclusione i ricercatori dell'università spagnola Rovira i...

Pranayama: l'esercizio di respirazione che calma L'ANSIA all'istante!
Pranayama: l'esercizio di respirazione che calma L'ANSIA all'istante!
(Macerata)
-

Sei ansioso/a?Vai spesso in panico?Con questo antico esercizio di respirazione fermerai l’ansia all’istante!Si tratta di una antica tecnica PRANAYAMA.
L’ansia è una delle diagnosi più comuni nel mondo, sempre più persone ne...

La Chiesa deve pagare l'ICI: ecco quanto
La Chiesa deve pagare l'ICI: ecco quanto
(Macerata)
-

Oltre al danno, la beffa. Lo Stato italiano deve recuperare l’Ici non pagata dalla Chiesa: lo stabilisce la Corte di giustizia dell’Unione europea.
Oltre al danno, la beffa. Lo Stato italiano deve recuperare l’Ici non pagata...

Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
(Macerata)
-

Stop ai corsi di italiano e alla formazione professionale. Non solo: via gli psicologi, ridotta al minimo la presenza di assistenti sociali, operatori culturali, medici e infermieri
Ogni ospite vedrà il medico per massimo 4 ore l’anno. L’infermiere, invece, non...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati