Luoghi da vedere Bergamo

(Bergamo)ore 11:28:00 del 20/03/2017 - Categoria: , Luoghi da visitare

Luoghi da vedere Bergamo

Tuttavia, qui cercheremo di concentrare la visita alla parte adagiata sul colle, cinta tutt'intorno di mura e rappresentativa della storia più antica della città. 

Quando si decide magari di organizzare una gita fuori porta si potrebbe prendere in considerazione l'idea di visitare una città in un solo e semplice giorno. Se si conoscono i principali monumenti e le principali attrazioni, organizzando e programmando si può tranquillamente scoprire una città. In questa guida avremo l'opportunità di vedere come poter visitare una città in particolare. Vedremo per l'appunto come poter visitare Bergamo in un solo giorno. 

Bergamo è composta in realtà da due città: la parte alta, ricca di storia e di monumenti e la parte bassa, dedita all'industria e al commercio. Tuttavia, qui cercheremo di concentrare la visita alla parte adagiata sul colle, cinta tutt'intorno di mura e rappresentativa della storia più antica della città. 
Bergamo alta, date le ridotte dimensioni, può essere agevolmente percorsa a piedi. In piazza Duomo è possibile ammirare il Battistero, eretto intorno alla metà del quattordicesimo secolo da Giovanni da Campione, la Cappella Colleoni, edificio rinascimentale costruito tra il 1472 e il 1476 come cappella funebre di Bartolomeo Colleoni e il Duomo, iniziato a metà del quattrocento in base al progetto di Filarete.

Città Alta 

Si parte da Piazza Vecchia, simbolo della città, definita dall'architetto Le Corbusier "la più bella piazza d'Europa": la piazza ha raggiunto il suo splendore durante la dominazione veneta. In questa larga piazza, che - tempo permettendo - rappresenta uno dei luoghi prediletti per i molti studenti universitari, si trova il Palazzo della Ragione di età comunale, il Campanone, ex torre civica che ogni sera alle 22 rintocca i 180 colpi che in passato segnavano la chiusura delle porte della città per la notte, oggi sede universitaria, e la Biblioteca Civica Angelo Mai, situata in un bellissimo palazzo seicentesco di marmo bianco, un tempo sede del Municipio. Al centro della piazza spicca un'elegante fontana, donata alla città da Alvise Contarini, podestà veneto, nel corso del 18esimo secolo e tutto intorno locali, bar e caffè animano la zona. 

Superando un arco sottostante al Palazzo della Ragione si raggiunge la piazzetta attigua del Duomo dove si trova appunto questa costruzione religiosa di grande bellezza, progettata dal Filarete. Da non perdere una visita all'interno del Duomo: potrete ammirare la cappella del Crocifisso (di origine cinquecentesco) e un abside con le tele di grandi artisti, come il Tiepolo. Adiacente si trova un'altra costruzione religiosa degna di nota, ovvero la Basilica di Santa Maria Maggiore, in stile romanico, realizzata nel 12esimo secolo. All'interno si trova la tomba di Gaetano Donizetti, compositore e operista bergamasco vissuto nel corso della prima metà dell'Ottocento, e del suo maestro Simon Mayr. Arazzi pregiati, tarsie di corso e iconostasi, la Cappella dei Colleoni, e un confessionale barocco opera di Andrea Fantoni costituiscono altri motivi per visitare questa chiesa. 

Ritornando in Piazza Vecchia si prosegue in direzione della Cittadella fino a raggiungere Colle Aperto, dove si trova una delle quattro porte della città, ovvero quella di San Alessandro con lo stemma veneziano del Leone di San Marco. Attraversando la porta è possibile poi raggiungere la funicolare che conduce fino al Colle di San Vigilio. All'inizio di città Alta, inoltre, appena superata la Porta di Sant'Agostino da non perdere la chiesa sconsacrata omonima, oggi sede della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Bergamo. Si tratta di una costruzione realizzata nel 14esimo secolo, caratterizzata da una facciata gotica e da un soffitto decorato. 

E ancora il Parco delle Rimembranze che si trova sul colle di Sant'Eufemia, il più alto di Bergamo e che sorge introno alla rocca trecentesca. Viene chiamato in questo modo perché molti bergamaschi furono fucilati dagli austriaci per reati politici nel corso dell'Ottocento. Sul muro esterno è oggi possibile trovare una lapide con i nome di alcuni uccisi. 

Città Bassa 

Sicuramente Bergamo Bassa è meno affascinante della città Alta. Non ci sono viste panoramiche mozzafiato, tuttavia questa parte moderna della città ha molto da offrire ai visitatori. Si parte dalla Chiesa di Santa Maria delle Grazie con l'ex convento annesso, realizzato dai francescani nella prima metà del 1400, si prosegue con i propilei di Porta Nuova, fino ad arrivare a Palazzo Frizzoni, sede del Municipio. L'edificio domina piazza Matteotti dove potrete ammirare anche alcuni monumenti importanti, come quello al Partigiano di Giacomo Manzù e la statua di Cavour opera di Bistolfi. 

Non perdetevi, a questo punto, una passeggiata lungo il Sentierone lastricato, tra negozi e antichi palazzi. Tra le altre mete degne di nota in città c'è il famoso Teatro Donizetti, la Chiesa di San Bartolomeo, la Torre dei Caduti di piazza Vittorio Veneto e il Chiostro di Santa Marta. 

E ancora assolutamente da visitare c'è la piazzetta Dante con la sua bella fontana settecentesca, il Palazzo di Giustizia e il Palazzo della Banca d'Italia entrambi realizzati da Piacentini all'inizio del XX secolo e il Palazzo della Camera di Commercio, opera che porta la firma dell'architetto bergamasco Luigi Angelini. 

Consigliata una passeggiata anche lungo Borgo Pignolo: si tratta di una zona di origini medievale dove si trovano incredibili palazzi neoclassici che collega la città Bassa alla città Alta. Qui si trova anche la Gamec, la Galleria d'arte moderna e contemporanea di Bergamo che ospita collezioni e mostre temporanee di assoluto pregio. 

Nei dintorni 

Se avete un po' di giorni a disposizione è consigliabile visitare i dintorni della città di Bergamo. Nella provincia si trovano altri luoghi artistici, storici e architettonici di assoluto pregio, come il Monastero di Astino risalente al 13esimo secolo e l'Abbazia di Pontida o posti naturalisti assolutamente fantastici, come il Parco regionale dei colli di Bergamo che organizza molte escursioni o le località turistiche della Val Brembana, come Serina, Foppolo, Carona, solo per citarne alcuni.

Pubblicato da Alberto

Altre notizie
Coira, luoghi da vedere
Coira, luoghi da vedere
(Bergamo)
-

Ora resta un passato di più di 5.000 anni di storia, testimoniato da reperti nel neolitico, dell'età del bronzo e romani, nonché da pregevoli edifici di epoche più recenti, come la Cattedrale della Sede Vescovile antica di 800 anni.
COSA VEDERE COIRA - Celti, romani, ostrogoti, franchi: tutti questi popoli un...

Luoghi da vedere Bienne
Luoghi da vedere Bienne
(Bergamo)
-

COSA VEDERE BIENNE - È la decima città della Svizzera per numero di abitanti ed è la città elvetica bilingue (cioè con due lingue ufficiali usate affiancate) più popolosa (40% di francofoni e 60% di germanofoni), a cavallo della frontiera linguistica fra
COSA VEDERE BIENNE - Bienne (ufficialmente Biel/Bienne, in cui '"Biel" è la...

Cosa visitare San Gallo
Cosa visitare San Gallo
(Bergamo)
-

Passeggiare per la città vecchia di San Gallo Svizzera è un vero piacere. Oltre alle tradizionali case a graticcio (che avrete visto sicuramente in altre città come ad esempio Berna) fate attenzione ai 111 bovindi che si affacciano dai palazzi. Si tratta
COSA VEDERE SAN GALLO - La metropoli della Svizzera orientale, ubicata tra il...

Cosa visitare di bello Locarno
Cosa visitare di bello Locarno
(Bergamo)
-

Star incontestata dei luoghi è il lago Maggiore, soprannominato in questo modo per la sua grandezza di molto superiore al lago di Lugano.
COSA VEDERE LOCARNO -G. Attal diceva che il viaggio è l’unica cosa che si compra...

Luoghi da vedere Sion
Luoghi da vedere Sion
(Bergamo)
-

Attualmente Sion è il centro economico del Vallese ed importante punto nodale per i trasporti, dotato di un proprio piccolo aeroporto.
COSA VEDERE A SION - Lungo la valle del Rodano, la più antica città della...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati