Lega Nord: condannato finalmente il figlio di Bossi!

VERONA ore 09:41:00 del 19/03/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Politica - Lega

Lega Nord: condannato finalmente il figlio di Bossi!

Il pm, nella sua requisitoria, aveva citato come riscontri all’ipotesi d’accusa intercettazioni e documenti, tra cui l’ormai famosa cartelletta con la scritta “The Family” sequestrata nell’ufficio romano dell’ex tesoriere del Carroccio Francesco Belsito,

Corruzione, ignoranza, razzismo, volgarità, arroganza e urla...da 30 anni un terzo del Nord Italia vota questa gente (e ora anche al Centro). Ma cosa sono...i valori tradizionali che vogliamo difendere?

La Lega deve restituire 42 milioni agli Italiani per falsa rendicontazione relativi ai rimborsi elettorali, forse voi non lo sapete o fate finta di non saperlo, la Lega dal fazzoletto verde è la prima ladrona.

Il figlio di Umberto Bossi era imputato per spese con i fondi della Lega per circa 158mila euro. Soldi pubblici che avrebbe usato, tra il 2009 e il 2011, per pagare – secondo le carte dell’inchiesta –debiti personali, noleggi auto, rate dell’università dell’Insubria, affitto di casa, mantenimento dell’ex moglie, abbonamento alla pay-tv, luce e gas e anche il veterinario per il cane.

Il pm aveva chiesto un anno. Ma il giudice dell’ottava sezione penale del Tribunale di Milano, Vincenzina Greco, è andato oltre le richieste dell’accusa. Riccardo Bossi, figlio del fondatore dellaLega Nord Umberto, è stato condannato a un anno e 8 mesi perappropriazione indebita aggravata per le presunte spese personali con i fondi del Carroccio.

E dobbiamo pure ringraziare la giustizia per averlo condannato senza obbligo di passare dal carcere? É questo il messaggio? Finalmente é arrivata la condanna... la legge é uguale per tutti... intanto continua la sua infame esistenza di scroccone a spese del popolo italiano (tutta la sua famiglia, é chiaro) senza un giorno di galera. E che Giustizia sarebbe questa? É piuttosto un incentivo alla criminalitá. Ulteriore conferma dell'impunitá di quanti hanno "amici" in tribunale, al ministero, in caserma. Mentre tutti gli altri... che si facciano la loro meritata galera. BENE. BRAVI. Avete salvato l'Italia. Complimenti.

Il pm, nella sua requisitoria, aveva citato come riscontri all’ipotesi d’accusa intercettazioni e documenti, tra cui l’ormai famosa cartelletta con la scritta “The Family” sequestrata nell’ufficio romano dell’ex tesoriere del Carroccio Francesco Belsito, che è anche lui imputato per appropriazione indebita per le presunte spese ma con rito ordinario (il processo è ancora in corso) e assieme al padre e al fratello di Riccardo, cioè Umberto e Renzo “Il Trota”. Se questa tranche sulle presunte appropriazioni indebite è rimasta a Milano, la parte principale dell’inchiesta che nel 2012 ha travolto il Senatur e la sua famiglia è stata trasferita nei mesi scorsi a Genova dove è in corso il processo per la presunta truffa ai danni dello Stato sui rimborsi elettorali che vede imputati Umberto Bossi, Belsito e tre ex revisori del partito.

La condanna è stata una “sentenza mediatica”, “frutto più del cognome dell’imputato che delle sue responsabilità” dice il difensore, l’avvocato Francesco Maiello. “Credo che chiunque di noi quando chiedeva i soldi al papà non sapeva da dove li prendesse”, ha aggiunto il legale, che in più occasioni ha spiegato come il figlio maggiore del fondatore della Lega Nord, quando aveva bisogno di un aiuto, si limitava a consegnare le fatture alla segretaria del padre. “Credo che sia molto chiaro l’indirizzo della magistratura sulla famiglia Bossi. Adesso Riccardo Bossi è in difficoltà – ha concluso- a causa dell’inchiesta ha perso il suo lavoro di pilota di rally e adesso è in cerca di lavoro e fa un po’ il procacciatore d’affari con la Russia”.

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
Il Quirinale guida il governo verso la resa all'Ue
Il Quirinale guida il governo verso la resa all'Ue

-

Il rischio di recessione dipende da una contrazione della domanda globale che ha colpito l’export e da una crisi di fiducia sull’Italia che ha ridotto gli investimenti esterni e interni quando il governo ha esplicitato una linea de-sviluppista e assistenz
Il rischio di recessione dipende da una contrazione della domanda globale che ha...

Stop appalti pulizia per scuole: in arrivo 12mila assunzioni a costo zero
Stop appalti pulizia per scuole: in arrivo 12mila assunzioni a costo zero

-

Dopo gli scandali e le polemiche, grazie a un emendamento alla manovra finanziaria e approvato in commissione, si dà il via alla stabilizzazione degli ex lavoratori socialmente utili.
Stop agli appalti di pulizia nelle scuole. Il governo ha deciso distabilizzare i...

Il SISTEMA Ferrero: truffa, fatture false e autoriciclaggio
Il SISTEMA Ferrero: truffa, fatture false e autoriciclaggio

-

L'Espresso nel 2017 aveva svelato la galassia di interessi dell'imprenditore romano. A cui oggi la Guardia di Finanza ha sequestrato i beni per 2,6 milioni di euro
I pm di Roma hanno indagato il patron della Sampdoria e altre cinque persone. La...

Onu: entro il 2030 ognuno di noi dovra' avere una IDENTITA' BIOMETRICA
Onu: entro il 2030 ognuno di noi dovra' avere una IDENTITA' BIOMETRICA

-

Grazie all’abile uso di trattati e accordi internazionali, il dominio su questo pianeta sta diventando sempre più globalizzato e centralizzato, eppure la maggior parte della gente non sembra preoccuparsene soprattutto per via della grande disinformazione
Grazie all’abile uso di trattati e accordi internazionali, il dominio su questo...

Nigeria: piu' di 600 cristiani MASSACRATI in solo 8 mesi. E NESSUNO FA NULLA
Nigeria: piu' di 600 cristiani MASSACRATI in solo 8 mesi. E NESSUNO FA NULLA

-

Da marzo a ottobre sono state distrutte 30 chiese, rase al suolo 4.436 case, mentre 38 mila cristiani vivono in 10 campi per sfollati. Vescovo anglicano di Jos: «Viviamo nel terrore. I musulmani ci uccidono»
Almeno 646 cristiani sono stati massacrati solo tra marzo e ottobre nel 2018, e...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati