LE DONNE DELL'EST EUROPA SONO LE MIGLIORI: ECCO PERCHE'

(Bari)ore 14:18:00 del 26/03/2017 - Categoria: , Curiosità, Gossip, Sociale

LE DONNE DELL'EST EUROPA SONO LE MIGLIORI: ECCO PERCHE'

GENTILE D’AGOSTINO, TI RACCONTO IO LE DONNE DELL’EST: HO 70 ANNI E DA 10 VIVO A ODESSA, DELIZIOSA CITTÀ DOVE CI SONO 4/5 FEMMINE PER OGNI MASCHIO. MIA MOGLIE UCRAINA L’HO CONOSCIUTA ONLINE, HA 15 ANNI MENO DI ME, ED ENTRAMBI ERAVAMO DIVORZIATI”

1. ”GENTILE D’AGOSTINO, TI RACCONTO IO LE DONNE DELL’EST: HO 70 ANNI E DA 10 VIVO A ODESSA, DELIZIOSA CITTÀ DOVE CI SONO 4/5 FEMMINE PER OGNI MASCHIO. MIA MOGLIE UCRAINA L’HO CONOSCIUTA ONLINE, HA 15 ANNI MENO DI ME, ED ENTRAMBI ERAVAMO DIVORZIATI”
2. “BASTA CON QUESTO PROVINCIALISMO ITALIANO.I 6 PUNTI SINTETICI SULLE CARATTERISTICHE DELLE “DONNE DELL’EST” PRESENTATI DA PAOLA PEREGO SONO MOLTO ADERENTI ALLA MIA REALTÀ E A QUELLA VISSUTA DA MOLTI MIEI AMICI DI ALTRI PAESI OLTRE CHE ITALIANI”
3. “ECCO ALTRI MOTIVI PER CUI LE DONNE SLAVE SONO MEGLIO DELLE NOSTRE CONNAZIONALI…”

Riceviamo e pubblichiamo:

Gentile D’Agostino,

esprimo alcune considerazioni che mi sono state stimolate dalla trasmissione della Perego sulle donne dell’Est Europa. Non ho visto la diretta televisiva, ma ho letto gli articoli dei quotidiani on line, perché vivo a Odessa in Ucraina e non seguo la televisione italiana.

Devo per forza fornire alcuni tratti della mia esperienza di vita per poter far capire “da che pulpito arriva la predica”.

Frequento i paesi dell’Europa dell’Est dalla caduta dell’impero sovietico, prima per lavoro e da almeno 15 anni solo per diletto. Vivo quasi tutto l’anno a Odessa in Ucraina con la attuale moglie ucraina di 15 anni più giovane di me che ho conosciuto on line su un sito specializzato quando avevo 60 anni. Lei lavora ancora anche se non ne avrebbe bisogno. Io ho imparato il russo che è la lingua ufficiale a Odessa e ho scelto di vivere qui per il clima (il mare), per la vita sociale e per la convenienza economica.

Qui il costo della vita è mediamente il 50% che in Italia e questa città è cara per gli standard ucraini! Sono stato sistematicamente in contatti via internet con alcune donne prevalentemente russe e ucraine prima di trovare sistemazione definitiva 10 anni fa con mia moglie con cui sono felicemente sposato da 8 anni. Siamo divorziati entrambi da un precedente coniuge e ora siamo liberi e indipendenti da ogni precedente obbligo familiare perché lei ha un figlio adulto e io una femmina e un maschio entrambi adulti e tutti sono per la loro strada senza bisogno di noi.

In conclusione penso di avere un po’ di esperienza sull’argomento.

I 6 punti sintetici sulle caratteristiche delle “donne dell’est” presentati nella trasmissione in questione sono molto aderenti alla mia realtà e a quella vissuta da molti miei amici di altri paesi oltre che italiani.

Bisogna sfatare i preconcetti che il provincialismo italiano fa sorgere. Infatti gli uomini che hanno maggior successo per un rapporto stabile con le “donne dell’est” sono in ordine: tedeschi, scandinavi, inglesi e americani, sia statunitensi che canadesi.

Gli italiani hanno il loro successo, ma in misura inferiore a quelli descritti. La causa di ciò mi sembra essere una maggior affinità culturale e sociale di questi uomini con quelle donne e una maggior disponibilità economica. Gli italiani sono simpatici interessanti, ma in troppi casi, anche visti da me, poco consistenti.

Veniamo ai punti sintetici che hanno originato le proteste degli italiani del “politically correct” piccolo borghese.

Le donne slave curano molto il loro aspetto, ma dire solo questo è riduttivo. Esse curano in primo luogo l’aspetto dei loro figli che sono la dimostrazione delle loro capacità di essere buone madri e poi anche quello dei loro uomini che devono manifestare la loro capacità di avere buona cura del partner. Questa è una cosa lodevole ed è appagante per qualsiasi donna slava, fin dai tempi della nascita della loro cultura tribale.

Ai 6 punti devo aggiungerne altri 3.

Le donne slave per tradizione ex comunista hanno una scolarità maggiore delle nostre a esempio, ma non maggiore di quelle dei paesi da me sopra citati, e infatti il problema sollevato dalla trasmissione non esiste in quei paesi come materia di gossip.

Le “donne dell’est” amano il sesso. Amano darlo e riceverlo e se ne compiacciono se funziona bene. Sono i poveri provinciali italiani che credono di essere loro a fare le conquiste.

Sono le donne invece che conquistano. Se vogliono un uomo per un rapporto stabile e non una “sveltina”, lo provano sessualmente e se sembra loro che lui possa funzionare con il sesso, allora si mostrano disponibili per continuare. Gli italiani di poca cultura internazionale che qui cercano solo ” la chiavata”, se pagano allora hanno trovato una prostituta, se non pagano pensano di essere stati loro a portarsi a letto la donna, ma non è vero perché è sempre lei che decide di “provarti”.

Per terzo argomento bisogna dire che in ogni caso, perché il rapporto diventi duraturo ci vuole la combinazione di rispetto e soldi da parte dell’uomo, di qualsiasi nazionalità egli sia.

Se uno di questi due elementi viene a mancare il rapporto non dura e lasciare ed essere lasciati è la cosa più sbrigativa che si possa immaginare. Le “donne dell’est” ti danno tutto quello che credono ti possa far piacere, ma pretendono che tu dia loro quello che desiderano: affetto, rispetto e vita economica superiore a quella che stanno vivendo o che pensano di dovere vivere in futuro. Vengono con te per stare meglio e non per soffrire, Se questo non succede alla prima ti mollano.

Infine due preconcetti da sfatare:

“sono tutte puttane”,

“i loro uomini sono peggio di noi”.

Il primo è veramente una sciocchezza e la maggior quantità di donne giovani rispetto alle nostre che fanno le prostitute è dovuta all’aspetto economico e alla demografia, Questo secondo elemento influisce anche sulla generalità del fenomeno e tocca anche la popolazione maschile.

Nei paesi dell’ex unione sovietica a causa dell’ecatombe di maschi nella seconda guerra mondiale e del fatto che l’aspettativa di vita dei maschi specie in Russia e Ucraina è di molto inferiore a quella delle femmine, vi è una carenza di uomini. In Ucraina a esempio vi è un rapporto di 3/4 donne per ogni uomo e a Odessa, città di mare di porto e di turismo questo rapporto sale a 5 femmine per ogni maschio. Da ciò deriva che ci vogliono maschi stranieri per fare coppia con le donne in sovrannumero e che gli uomini slavi non hanno problemi di alcuna sorta a trovare una donna e anche più di una.

Essi sono come noi, mai certamente inferiori a noi e non si lamentano del fatto che noi europei ci prendiamo cura di alcune loro donne.

Io sono inserito e come altri stranieri sono accettato e rispettato per quello che sono e per come mi comporto.

Poi piccola battuta da maschilista italiano. Odessa fin dalla sua fondazione 200 anni fa è stata famosa per la qualità e la quantità delle sue donne. E’ tutto vero. Più di una volta dico a mia moglie che devo andare a fare la spesa al mercato o al supermercato per deliziarmi gli occhi e per vedere la sfilata delle bellezze di Odessa. Lei sorride ma sa che mi fa piacere e non obietta. Perché le donne italiane dovrebbero sentirsi offese se molti uomini cercano “donne dell’est”? Anche questo è un mercato e il potenziale acquirente cerca il potenziale miglior prodotto: è la legge della domanda e dell’offerta.

Sentiti auguri gentile D’Agostino.

Da: Dagospia

Pubblicato da Carmine

Altre notizie
Bavaglio Gentiloni: Benvenuti nell'Italia della sorveglianza di massa
Bavaglio Gentiloni: Benvenuti nell'Italia della sorveglianza di massa
(Bari)
-

Fine del web come l’abbiamo finora conosciuto, fine del libero accesso alle informazioni su blog e social media?
Fine del web come l’abbiamo finora conosciuto, fine del libero accesso alle...

Condimenti pizza, cosa conoscere
Condimenti pizza, cosa conoscere
(Bari)
-

Ma quali sono i condimenti per pizza che ciascuno di noi deve assaggiare almeno una volta nella vita?
MIGLIORI CONDIMENTI PER PIZZA - C’è poco da fare: la pizza piace a tutti. Un...

1 casa su 2 assegnata agli immigrati
1 casa su 2 assegnata agli immigrati
(Bari)
-

Sempre fuori tempo massimo. Il Pd si accorge dei propri disastri solo quando ormai è troppo tardi per rimediare.
Sempre fuori tempo massimo. Il Pd si accorge dei propri disastri solo quando...

Ecco come lasciare il proprio nome su Marte!
Ecco come lasciare il proprio nome su Marte!
(Bari)
-

Per novembre 2018 è previsto l'atterraggio del lander InSight della NASA su Marte, che porterà con sé non solo tutti gli strumenti scientifici utili per analizzare il suolo del pianeta marziano, ma anche centinaia di migliaia di nomi appartenenti alle per
Per novembre 2018 è previsto l'atterraggio del lander InSight della NASA su...

Ludovica Pagani: la nuova Leotta del calcio fa impazzire i social! LE FOTO
Ludovica Pagani: la nuova Leotta del calcio fa impazzire i social! LE FOTO
(Bari)
-

Ludovica Pagani è nata il 25 giugno 1995 a Bergamo. Vive con una famiglia straordinariamente unica dove perde la pazienza dieci volte su sette ma che comunque considera il suo nido, il suo rifugio
Ludovica Pagani è nata il 25 giugno 1995 a Bergamo. Vive con una famiglia...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati