LA STRAGE DELLA DISOCCUPAZIONE: le cifre delle VITTIME PER CRISI ECONOMICA

(Palermo)ore 08:43:00 del 27/08/2018 - Categoria: , Denunce, Lavoro

LA STRAGE DELLA DISOCCUPAZIONE: le cifre delle VITTIME PER CRISI ECONOMICA

C’è un numero che, più di ogni altro, svela il vero costo umano della crisi che ha colpito l’Italia in questi ultimi anni

C’è un numero che, più di ogni altro, svela il vero costo umano della crisi che ha colpito l’Italia in questi ultimi anni. È 878: il drammatico numero dei suicidi per «motivazioni economiche» registrati nel nostro Paese dal 2012 al 2017. E, se già questa cifra ci sembra enorme, l’autentica tragedia si nasconde dietro ad un altro dettaglio: il fatto che questa lista di morte poteva essere ancora più lunga, in quanto altre 608 persone hanno solo tentato di togliersi la vita, per fortuna senza riuscirci. Questa è la fotografia a tinte fosche dell’ultimo quinquennio italiano, così come è stata diffusa dal laboratorio di ricerca sociale della Link campus university di Roma.

Gli ultimi casi
Se già le fredde statistiche fanno rabbrividire da sole, ancor più inquietante è la consapevolezza che sotto ogni numero si nasconde una vicenda, strettamente personale, di disperazione, di oscurità, di depressione, che meriterebbe di essere rispettata e raccontata.

Ci limitiamo ad elencare le ultime due di questo elenco che non trova fine: entrambi i gesti estremi sono avvenuti questa settimana, entrambi in Piemonte (un industriale 57enne del settore delle demolizioni di Rivoli e un artigiano di Pinerolo), entrambi schiacciati dai debiti e dalla burocrazia, rimasti senza speranza e senza prospettive per mancanza di lavoro e di commesse. Il primo si è gettato dalla finestra del suo capannone, il secondo si è sparato un colpo in testa nella sua officina, dopo aver lasciato un foglietto per la moglie dal contenuto inequivocabile: «Così non posso più andare avanti».

I soggetti più esposti

Le vittime della crisi economica, infatti, sono disoccupati, impiegati, ma non a caso sono soprattutto (nel 42% dei casi) lavoratori autonomi, liberi professionisti, partite Iva. Proprio quei piccoli o medi imprenditori, soprattutto del nord-est produttivo (nel Veneto e dintorni si sono registrati addirittura il 25% di tutti i suicidi), che la retorica della politica continua a definire, come in un ritornello divenuto ormai privo di senso, la locomotiva dell’Italia, la spina dorsale del Paese. Peccato che poi, nei fatti, non si sia dimostrata capace di andare oltre gli sterili conti del bilancio pubblico, per proteggerli con azioni concrete e decise. Al contrario, lo Stato li ha addirittura lasciati soli: con le terribili conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti, e che incidono nella carne viva degli italiani più dei dati di qualunque economista.

Da: QUI

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
(Palermo)
-

Il nostro paese al top della classifica europea. La Sicilia in testa fra le regioni seguita da Calabria e Campania. In europa la media dei Neet è il 12 per cento: da noi il 23,4
BOOM DI GIOVANI NEET IN ITALIA - Secondo i risultati di una ricerca di Unicef,...

Influenza record, 140mila italiani a letto. E' normale tutto questo??
Influenza record, 140mila italiani a letto. E' normale tutto questo??
(Palermo)
-

Secondo le stime dei virologi, l'influenza colpirà 6 milioni di italiani meno degli anni scorsi ma con virus potenzialmente più pericolosi
INFLUENZA RECORD IN ITALIA - Non ci sono più le mezze stagioni, è proprio il...

Come le multinazionali eludono tasse e nessuno fa niente
Come le multinazionali eludono tasse e nessuno fa niente
(Palermo)
-

MULTINAZIONALI ED ELUSIONI TASSE - Ogni anno il 40% dei profitti delle grandi multinazionali viene dirottato verso paradisi fiscali che permettono alle aziende di eludere la fiscalità nazionale e di guadagnare circa 5 euro su ogni euro di tasse pagate.
MULTINAZIONALI ED ELUSIONI TASSE - Ogni anno il 40% dei profitti delle grandi...

Dai migranti in Italia il 9% del PIL
Dai migranti in Italia il 9% del PIL
(Palermo)
-

Sono questi alcuni degli elementi che emergono dal nono Rapporto annuale sull’economia dell’Immigrazione, a cura della Fondazione Leone Moressa, presentato oggi (8 ottobre) a Roma.
QUANTO LAVORANI GLI IMMIGRATI IN ITALIA - Negli ultimi anni l’Italia sta...

Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
(Palermo)
-

MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri conferma la completa sterilizzazione degli aumenti dell’IVA previsti dalle clausole di salvaguardia ma non esclude possibili rimodulazioni dell’aliquota per un sistem
MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati