La Caritas paga le multe dei Rom!

(Vicenza)ore 23:19:00 del 13/09/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce

La Caritas paga le multe dei Rom!

“Gentile Scarpellini“, comincia così la lettera di un cittadino di Schio, rivolta al comandante dei vigili, Giovanni Scarpellini.

“Con un po’ di frustrazione“, conclude la lettera-risposta, Scarpellini. Sentimento che si mischia con la rabbia di ogni lettore e cittadino onesto che paga con la propria pelle, o meglio, con il portafoglio i propri errori.

“Gentile Scarpellini“, comincia così la lettera di un cittadino di Schio, rivolta al comandante dei vigili, Giovanni Scarpellini.

La lettera prosegue, lasciando a bocca aperta il lettore: “Nei casi di flagranza, difficilmente un arresto viene seguito da una custodia cautelare in carcere o, comunque, da una reclusione prolungata atta ad inficiare ulteriori azioni delittuose (famosa “certezza della pena”). Per questo lo stazionamento di un campo nomadi, per quanto temporaneo, crea un vero e proprio allarme sociale e le richieste di sgombero pervengono alle centrali operative delle forze dell’ordine sin dai primi minuti“.

Ma arriviamo al dunque: i rom pagano le multe o no? La verità sull’arguta domanda tinge il foglio bianco del inchiostro nero della penna del comandante: “No. quasi mai le pagano. Le pagano solo per rientrare in possesso di un mezzo sequestrato, spesso e volentieri ottenendo il relativo denaro dalle varie associazioni caritatevoli (talvolta senza neanche chiederlo). Tra l’altro i vari caravan e roulottes sono considerati dalla normativa internazionale delle vere e proprie abitazioni, e come tali godono di una protezione di gran lunga superiore a quella di un normale veicolo, anche perché spesso unica dimora di minorenni“.

Il comandante dei vigili della polizia locale Alto Vicentino ha rivelato, rispondendo a un cittadino, che i rom non pagano le multe. Ma è la Caritas a farlo per loro

“Non sarà facile dare una risposta solo professionale“. Così invece comincia la soluzione alla domanda che attanaglia molti italiani tartassati dalle contravvenzioni dei vigili. Dalla parte opposta alla punta della pena c’è la mano del comandante della polizia locale Alto Vicentino. Il responso è affidato al sito di notizie altovicentinonline.it, comincia con un lungo preambolo: “Le attività dei nomadi sono protette dalla Legge, non solo italiana, ivi compreso il loro diritto a non avere fissa dimora. Il problema è che un simile stile di vita è difficilmente compatibile con le regole generali di una società che si fonda sul lavoro e sulla proprietà privata. Sappiamo tutti che gran parte delle risorse per il sostentamento del nomadismo provengono anche da attività illecite, anche se non sempre facili da contrastare e provare con i vigenti strumenti giuridici“.

 

 

LE MULTE DEI ROM? LE PAGA LA CARITAS” IL CLAMOROSO SFOGO DI UN COMANDANTE RIVELA DOVE FINISCONO I TUOI SOLDI DELL’8 X 1000

L’uomo ha un solo interrogativo: “Ma chi paga le multe dei rom?“. Bella domanda verrebbe da dire. Ma la cosa più sorprendente è la risposta.

Pubblicato da Alberto

Altre notizie
La storia dei cagnetti randagi afgani salvati dai nostri militari
La storia dei cagnetti randagi afgani salvati dai nostri militari
(Vicenza)
-

MEGLIO CANI IN AFGHANISTAN CHE CRISTIANI A LIVERPOOL
Arena è una cagnetta beige, di quel colore che in Sicilia dicono «cirricaca»...

Nestle': storia di una multinazionale da incubo
Nestle': storia di una multinazionale da incubo
(Vicenza)
-

La Nestlè è vita, la nostra vita, perche noi potremmo tranquillamente vivere dei loro prodotti. Infatti questa multinazionale svizzera ha un regime quasi di monopolio nel mercato mondiale.
La Nestlè è vita, la nostra vita, perche noi potremmo tranquillamente vivere dei...

Stop ai migranti? In aumento le badanti italiane
Stop ai migranti? In aumento le badanti italiane
(Vicenza)
-

Nel lavoro domestico sempre più badanti e meno colf, ma con il blocco ai migranti c’è chi non riesce a trovarne una
Oltre due milioni di persone, in maggioranza stranieri e soprattutto donne, ma...

Israele: un regime apartheid che uccide per sopravvivere
Israele: un regime apartheid che uccide per sopravvivere
(Vicenza)
-

Giovedì 19 luglio, il parlamento israeliano ha approvato la legge dello Stato nazionale ebraico per dichiarare Israele “la casa nazionale del popolo ebraico”
Giovedì 19 luglio, il parlamento israeliano ha approvato la legge dello Stato...

Misteriosa morte di un giornalista che investigava sui finanziamenti di Soros ai gruppi antifa
Misteriosa morte di un giornalista che investigava sui finanziamenti di Soros ai gruppi antifa
(Vicenza)
-

Alcune delle sue inchieste avevano suscitato reazioni ed attacchi dagli ambienti della sinistra mondialista e dai media ufficiali che lo accusavano di “complottismo”.
Sembra ormai sulla via dell’archiazione la morte  del giornalista investigativo...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati