Jobs Act: valanga di licenziamenti a sorpresa!

(Bologna)ore 17:05:00 del 29/05/2016 - Categoria: Denunce, Economia, Lavoro, Politica

Jobs Act: valanga di licenziamenti a sorpresa!

Furono introdotti nel 2003 dalla legge Biagi per contenere il lavoro nero ed hanno avuto un primo utilizzo in agricoltura, poi nel 2008 il ministro Sacconi (governo Berlusconi) li ha di fatto liberalizzati, estendendoli ad altri settori, ancorati alla ret

Com’è evidente, i buoni sono pensati per classi che devono entrare nel mercato del lavoro, che ne sono uscite naturalmente o forzosamente e comunque, in generale, categorie deboli. E’ notizia di questi giorni che l’Inail si è accorta che gli infortuni sul lavoro sono triplicati per i lavoratori che vengono retribuiti con i voucher (nel 2012 erano 436, nel 2014 erano 1400).

Di fatto, infatti, il voucher viene utilizzato spesso per “mascherare” prestazioni di lavoro continuative e subordinate più che per regolarizzare rapporti di lavoro realmente occasionali.

In Italia sempre più persone vengono pagate in voucher anche per retribuire il lavoro continuativo

Il Jobs Act ha semplificato di molto l’uso dei voucher lavoro al tal punto che, nel 2015, se ne sono venduti 114.921.574 dal valore nominale di 10 euro per oltre un miliardo di euro di compensi erogati.

Ci sono anche tagli da 20 e 50 euro di valore, sempre comunque intesi come due o cinque buoni non separabili da 10 euro. S’incassano alle Poste, tramite bonifico o dal tabaccaio. Dipende chi li ha venduti e se hanno natura cartacea o telematica.

Furono introdotti nel 2003 dalla legge Biagi per contenere il lavoro nero ed hanno avuto un primo utilizzo in agricoltura, poi nel 2008 il ministro Sacconi (governo Berlusconi) li ha di fatto liberalizzati, estendendoli ad altri settori, ancorati alla retribuzione oraria col solo il limite di 2.020 euro l’anno come reddito percepibile da ogni singolo committente.

Secondo Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti“, il boom dei voucher sembrerebbe incentivare l’irregolarità, non essendo più necessario alcun riferimento qualitativo al carattere occasionale della prestazione.

Un boom grazie al Jobs Act che ne  ha semplificato di molto l’uso in quanto non sono previsti controlli né limiti. Basta andare dal tabaccaio, o in un ufficio postale e con 10 euro, comprensivi di assicurazione e versamento previdenziale, ti compri le prestazioni che ti servono,  non regolamentate da un contratto poiché svolte in modo occasionale o discontinuo.

GUARDA IL VIDEO

Inoltre l’Inail si è accorta che anche le morti sul lavoro per chi veniva retribuito con il voucher erano più che raddoppiate, passando da 2 nel 2013, a 6 nel 2014 a 15 nel 2015. Quasi sempre, il pagamento del voucher coincide con il giorno dell’infortunio mentre in precedenza non risulta alcun rapporto tra il datore di lavoro e il lavoratore.

Poi, col Jobs Act, il tetto massimo di reddito annuo arriva a 7000 euro nette. Solo che con i voucher non si può accedere alle misure di sostegno al reddito in caso di disoccupazione, malattia, maternità.

Mentre il prestatore ne incassa 7,50. Si chiama buono lavoro, in mano il datore ha un voucher ed un’infinita possibilità di giostrarsi la prestazione d’opera di una colf, un lavapiatti, un muratore, un operaio, un pony express, un addetto alle pulizie o di lavoretti più assortiti.

 

LEGGI ANCHE: TUTTE LE FALSITA’ DEL JOBS ACT

È necessario intervenire subito con controlli ispettivi più frequenti e mirati per contrastare tutti gli abusi.

Pubblicato da Carmine

Altre notizie
9 citta' italiane tenute in ostaggio dai nigeriani: ECCO QUALI
9 citta' italiane tenute in ostaggio dai nigeriani: ECCO QUALI
(Bologna)
-

La precisazione, tra persone intelligenti, sarebbe inutile; ma, a scanso di equivoci, la facciamo comunque: quando parliamo di «mafia nigeriana» in Italia, ci riferiamo ai nigeriani dediti al crimine, non certo ai loro connazionali estranei alla delinquen
La precisazione, tra persone intelligenti, sarebbe inutile; ma, a scanso di...

Governo senza soldi: italiani rischiano di rimanere SENZA MEDICI
Governo senza soldi: italiani rischiano di rimanere SENZA MEDICI
(Bologna)
-

In cinque anni 14 milioni di italiani rischiano di rimanere senza medico. È un dato allarmante quello che si disegnerà dal 2023 a causa dei pensionamenti di quasi 45mila camici bianchi, di cui 30mila ospedalieri e 14.908 medici di famiglia.
I CAMICI BIANCHI IN PENSIONE NON VERRANNO BILANCIATI DA ASSUNZIONI. I SINDACATI:...

Conti Correnti e libretti nel mirino del Fisco: Fai attenzione!
Conti Correnti e libretti nel mirino del Fisco: Fai attenzione!
(Bologna)
-

Libretti e conti correnti finiranno sempre più nel mirino dell'Agenzia delle Entrate.
Libretti e conti correnti finiranno sempre più nel mirino dell'Agenzia delle...

I cittadini ONESTI pagheranno le bollette degli EVASORI: WELCOME IN ITALY!!
I cittadini ONESTI pagheranno le bollette degli EVASORI: WELCOME IN ITALY!!
(Bologna)
-

Se una parte degli italiani non page le bollette elettriche i costi potranno ricadere su chi invece le salda regolarmente. Ovvero, i contribuenti potrebbero trovarsi a pagare di più per coprire l’evasione da parte di altri cittadini.
Se una parte degli italiani non page le bollette elettriche i costi potranno...

Siamo ormai rassegnati a votare il MENO PEGGIO: meglio non votare?
Siamo ormai rassegnati a votare il MENO PEGGIO: meglio non votare?
(Bologna)
-

Sono prevedibili, anche se non mancano di fantasia. D’altra parte cosa mai possono dire se non quello che la gente vuole sentirsi dire?
Li vedo ogni giorno, tutti. Li ascolto pure, li leggo, nonostante un forte...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati