Istruzione svenduta: la vergogna dei professori italiani

RIMINI ore 08:21:00 del 12/02/2015 - Categoria: Cultura, Editoria, Sociale

Istruzione svenduta: la vergogna dei professori italiani

Istruzione svenduta: la vergogna dei professori italiani | L’analisi sull’istruzione di Italiano Sveglia

Assenteismo scolastico: la vergogna continua. Studenti che sono costretti a stare per 2/3 ore scoperti perché i loro insegnanti sono ingiustificatamente assenti. Fino ad una ventina di anni fa non si faceva nessun caso all’assenteismo scolastico. Non si raccoglievano nemmeno le informazioni al riguardo e non se ne sapeva nulla. In talune amministrazioni scolastiche, quando si poneva la domanda sulla proporzione degli assenteisti, si rispondeva che l’assenteismo non esisteva perché era proibito dalla legge. Occuparsi d’assenteismo era una fanfaronata.

Fanno la morale agli studenti che marinano la scuola, quando i professori sono i primi ad assentarsi ogni settimana. Non esiste ancora una definizione internazionale comparabile dell’assenteismo scolastico e nemmeno un’analisi delle ragioni che inducono gli studenti a non andare a scuola, ossia a marinare la scuola, ma si ammette sempre più che l’assenteismo esiste, anche se spesso non in proporzioni elevate.

Ecco un problema ignorato dai sistemi scolastici fino a una ventina d’anni fa quando i ministeri dell’educazione dichiaravano spudoratamente alle organizzazioni internazionali che siccome esiste l’obbligo scolastico l’assenteismo non c’è. Nel 1990, nella maggior parte dei sistemi scolastici non esistevano dati statistici sul fenomeno. Le autorità scolastiche, organizzazioni sindacali comprese, ne negavano la presenza e l’importanza facendo valere l’obbligo di andare a scuola.

La musica è cambiata a furia di insistere sulla responsabilità delle scuole (accountability), che è stata contestata fin che si è potuto da coloro che preferiscono la Politica dello struzzo e delle dichiarazioni pompose sulla funzione educativa della scuola. Le indagini internazionali comparate sui risultati scolastici hanno evidenziato il divario crescente tra il profitto scolastico degli allievi poveri e quello degli allievi provenienti dai ceti benestanti o dalle famiglie degli insegnanti e hanno innestato una serie di riforme scolastiche miranti a non lasciare in dietro nessun studente.

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!

-

Stop ai corsi di italiano e alla formazione professionale. Non solo: via gli psicologi, ridotta al minimo la presenza di assistenti sociali, operatori culturali, medici e infermieri
Ogni ospite vedrà il medico per massimo 4 ore l’anno. L’infermiere, invece, non...

Assumi italiani a lavorare nei parchi? La Lombardia ti premia, la sinistra grida al razzismo!
Assumi italiani a lavorare nei parchi? La Lombardia ti premia, la sinistra grida al razzismo!

-

Assumi italiani per pulire i parchi? La Lombardia ti premia. E la sinistra grida al razzismo
Comune avvisato, mezzo salvato. Sì, perché la Regione Lombardia ha deciso di...

Ecco l'associazione italiana che dona a 2626 mamme 4000 euro a testa!
Ecco l'associazione italiana che dona a 2626 mamme 4000 euro a testa!

-

Le feste di compleanno celebrano la memoria gioiosa della nostra nascita; per questo l’iniziativa di Cecilia in favore delle donne che aspettano un figlio e sono in difficoltà è un vero colpo di genio e di generosità.
Le feste di compleanno celebrano la memoria gioiosa della nostra nascita; per...



-


Nel libro, The Ultimate Weapon of Mass Destruction: "Owning the Weather" for...

Unicef: ogni 3 euro che doni, 2 vanno a una societa' privata!
Unicef: ogni 3 euro che doni, 2 vanno a una societa' privata!

-

Unicef: se doni 3 euro, 2 vanno a una società privata. Ma per il fondo per l’infanzia va bene così L’affare Play Therapy Africa – Scoperta dei pm di Firenze nell’inchiesta sui Conticini. Ma il Fondo per l’infanzia ha deciso che va bene così
Su dieci milioni di donazioni versate ad associazioni umanitarie per aiutare i...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati