Indovina la nazione che VIOLA di piu' le norme UE? L'Italia? NO! LA GERMANIA!

(Bari)ore 19:02:00 del 16/02/2018 - Categoria: , Denunce, Economia, Esteri

Indovina la nazione che VIOLA di piu' le norme UE? L'Italia? NO! LA GERMANIA!

LA DOMANDA È MOLTO SEMPLICE: QUAL E' IL PAESE EUROPEO CHE VIOLA PIU' NORME COMUNITARIE? MOLTI DIRANNO CHE E' L'ITALIA E COSI FACENDO COMMETTEREBBERO UN COLOSSALE ERRORE.

LA DOMANDA È MOLTO SEMPLICE: QUAL E' IL PAESE EUROPEO CHE VIOLA PIU' NORME COMUNITARIE? MOLTI DIRANNO CHE E' L'ITALIA E COSI FACENDO COMMETTEREBBERO UN COLOSSALE ERRORE.

Infatti, e questo sorprendera' parecchi lettori, il paese che viola piu' norme comunitarie e' la Germania. 

 I tedeschi amano molto fare la morale ai paesi che secondo loro non seguono le decisioni della UE, ma apparentemente questo non vale per il loro governo, le loro istituzioni e più in generale la loro nazione, visto che al momento sono ben 74 le procedure di infrazione che la UE ha intrapreso contro la Germania per non aver tradotto in legge le direttive comunitarie.

Le violazioni coprono molte aree quali sicurezza sanitaria, inquinamento dell'aria, rumori per il traffico, misure di protezione per gli incendi e qualita' dell'acqua. Il ministero dei trasporti tedesco e' sotto inchiesta per 20 infrazioni, seguito dal ministero dell'ambiente e delle finanze.

Se questo non fosse abbastanza, dal 2007 la Germania continua a violare le regole fiscali europee per via del suo enorme surplus commerciale che e' il piu' grande del mondo e la Corte di giustizia europea dovra' decidere se la Germania dovra' essere punita per il fatto che viola in continuazione le regole comunitarie.

Questa situazione dimostra l'ipocrisia della classe politica tedesca che e' cosi' zelante nel criticare gli altri ma evidentemente le stesse regole non devono essere applicate a loro.

A tale proposito basti pensare a come l'ex ministro delle finanze Wolfgang Schauble abbia imposto alla Grecia misure di austerita' dopo la crisi finanziaria del 2010 oppure come il ministro dell'ambiente Barbara Hendricks abbia accusato il Belgio di violare le regole comunitarie in relazione alle misure di sicurezza delle due centrali nucleari situate vicino ai confini tedeschi.

Anche nelle precedenti classifiche la Germania era in cima a coloro che violano piu' regole comunitarie, nel 2016 si trovava in cima assieme alla Spagna e a seguire c'erano Belgio, Portogallo Grecia e Francia.

La Gran Bretagna, nonostante il suo euroscetticismo ha un buon record riguardo l'adozione delle regole comunitarie mentre i piu' virtuosi sono Estonia, Malta e Danimarca.

Questa storia e' stata riportata da diversi giornali inglesi ma censurata in Italia perche' troppo imbarazzante per la nostra classe politica troppo incline ad inchinarsi ai voleri della Germania.

Se c'e' una morale in questa storia e' che i tedeschi, nonostante il loro europeismo (ovviamente di stampo germanico), sono pronti a violare le regole  comunitarie se queste vanno contro i loro interessi. Bene, allora anche l'Italia deve seguire l'esempio della Germania, visto che molte di queste regole hanno danneggiato di parecchio il nostro paese. Una per tutte? I salvataggi delle banche private tedesche con fondi statali fatto dalla Merkel, che la Germania sempre a guida Merkel pretende NON faccia l'Italia. E la lista sarebbe lunga.

Da: QUI

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Salvini, Di Maio e Conte: governo italiano indagato per SEA WATCH 3
Salvini, Di Maio e Conte: governo italiano indagato per SEA WATCH 3
(Bari)
-

Sea Watch 3, indagati anche Conte, Di Maio e Toninelli insieme a Salvini
Dopo la notizia dell'indagine a carico del ministro degli Interni Matteo...

TRIPOLI: 6000 profughi pronti a partire per l'Italia dalla LIBIA
TRIPOLI: 6000 profughi pronti a partire per l'Italia dalla LIBIA
(Bari)
-

La maggior parte vive ammassata nei centri di detenzione dove l’acqua e il cibo sono sempre più scarsi
TRIPOLI & TRIBOLI - IL DOSSIER DEGLI 007: SEIMILA PROFUGHI PRONTI A PARTIRE...


(Bari)
-


Sono più che raddoppiate in otto mesi le persone che...

Francia: cancellato l'ITALIANO dalle Scuole
Francia: cancellato l'ITALIANO dalle Scuole
(Bari)
-

Dopo il corposo taglio di cattedre per l’insegnamento dell’italiano nella scuola francese, arriva l’appello firmato da diversi docenti francesi e molti intellettuali italiani, da Andrea Camilleri ad Ascanio Celestini, per il ripristino dell’insegnamento d
Prima la Gioconda, poi il primato sulla cucina, oggi l'insegnamento...

I bilanci della ONG DEI CENTRI SOCIALI
I bilanci della ONG DEI CENTRI SOCIALI
(Bari)
-

La ong aperta da Luca Casarini e altri esponenti dei centri sociali e dell'associazionismo rosso per mettere in mare la nave Mare Jonio, svelano sì i soldi che fino a oggi gli sono arrivati nel portafogli, ma non pubblicano alcun nome se non quelli che gi
Non è tanto quello che dice, quanto piuttosto quello che no dice. Perché i...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati