I segreti per un rapporto di coppia duraturo? La moglie vuole AMORE, il marito RISPETTO

(Napoli)ore 14:01:00 del 28/02/2018 - Categoria: , Curiosità, Sociale

I segreti per un rapporto di coppia duraturo? La moglie vuole AMORE, il marito RISPETTO

Il principale bisogno di una moglie è sentirsi amata. Il principale bisogno di un marito è sentirsi rispettato.

Il principale bisogno di una moglie è sentirsi amata. Il principale bisogno di un marito è sentirsi rispettato.

Quando questi bisogni trovano risposta, la coppia trova pace, riscopre una nuova intimità, entrambi si sentono profondamente apprezzati e, inoltre, si sperimenta una relazione di coppia così come l'ha da sempre intesa Dio, alla divina!

Ricordate la canzone dei Beatles "All you need is love"?

Beh non è proprio così, non è vero che "l'unica cosa di cui hai bisogno è l'amore". L'amore è vitale in una relazione, ma da solo non è abbastanza!

Cinque matrimoni su dieci finiscono con un divorzio, proprio perché manca una parte dell'equazione, altrettanto importante quanto l'amore!

AMARE LA MOGLIE, RISPETTARE IL MARITO

Si tratta di un segreto semplice, che è nascosto proprio nella Bibbia. In effetti, non è propriamente un segreto, perché questo passaggio delle Scritture è lì visibile a tutti da qualcosa come duemila anni. In Efesini 5,33 Paolo scrive: "Ciascuno da parte sua ami la propria moglie come se stesso, e la moglie sia rispettosa verso il marito."

Il progetto di amore reciproco che ci offre Dio, e che è talmente grande da essere paragonato all'amore tra Cristo e la Chiesa, passa attraverso:

Il marito quindi è chiamato ad obbedire a questo comando, anche se la moglie non obbedisce al comando di rispettarlo! Non è giustificato un uomo che dica: amerò mia moglie solo dopo che lei mi avrà rispettato.

ROMPERE IL CIRCOLO VIZIOSO

La moglie, quindi è chiamata ad essere rispettosa del marito anche quando questi "non crede alla Parola", non obbedisce al comando di amarla.

Non è giustificata una donna che dica: rispetterò mio marito solo dopo che lui mi avrà amata.

Il punto è che nella realtà dei fatti, una donna che non si sente amata reagisce ovviamente cercando di dimostrare al marito che si sente ferita. Spesso però le nostre reazioni hanno il difetto di essere lette, da parte dell'uomo, come una mancanza di rispetto, un'attestazione di scarso apprezzamento nei suoi confronti.

A sua volta, un uomo che non si sente rispettato, mette in atto atteggiamenti che fanno sentire la moglie ancora meno amata.

Quello che si crea è un vero e proprio circolo vizioso!!

Con meno amore, lei reagisce con meno rispetto.

Con meno rispetto, lui reagisce con meno amore. E così via - fino alla nausea.

Amore e rispetto sono bisogni primari per la donna e l'uomo. L'autore afferma che questa verità è confermata non solo dalla sua esperienza diretta come consulente ma anche da ricerche e sondaggi.

Spesso, nel corso delle sue consulenze, chiede al marito: "Tua moglie ti ama?". E lui risponde: "Certo che sì". Ma poi chiede: "Ti apprezza?" e la risposta solitamente è qualcosa del genere: "Non proprio..."

Spesso l'uomo ha l'impressione che la moglie sia cambiata e non sia più quella donna da cui si sentiva apprezzato e approvato ai tempi del fidanzamento. Ora lei non lo approva più, e glielo comunica apertamente...

 RIFLETTIAMO INSIEME...

Può essere semplice dimostrare amore e vicinanza a nostro marito.

Ma siamo sempre in grado di dimostrargli che lo rispettiamo, lo apprezziamo e lo consideriamo una persona di valore, nelle grandi come nelle piccole cose di tutti i giorni?

Pensiamo ad esempio a come reagiamo ai suoi successi: siamo in grado di dimostrarci orgogliose e ammirate per le sue conquiste giornaliere? O non rischiamo invece di sottovalutarle?

E come reagiamo ai suoi errori? Siamo in grado di continuare a pensare bene di lui e a considerarlo comunque una persona apprezzabile, o invece glieli facciamo notare, magari con sarcasmo? O anche semplicemente usando un tono di voce o uno sguardo che sembrano comunicare il nostro disappunto?

Da: QUI

Pubblicato da Gregorio

Altre notizie
Come la Francia deruba e impoverisce DA SEMPRE 14 stati africani
Come la Francia deruba e impoverisce DA SEMPRE 14 stati africani
(Napoli)
-

Il Franco coloniale garantisce a Parigi un ferreo controllo della loro moneta, oltre a un monopolio esclusivo sulle ricche materie di cui abbondano (oro, uranio, petrolio, gas, cacao, caffè), con un trasferimento di ricchezza pari a 500 miliardi di dollar
Il Franco coloniale garantisce a Parigi un ferreo controllo della loro moneta,...

Come i partiti sono penetrati nelle SCUOLE e le hanno DISTRUTTE
Come i partiti sono penetrati nelle SCUOLE e le hanno DISTRUTTE
(Napoli)
-

Uno degli aspetti maggiormente rilevanti sul piano storico  è la stretta correlazione che ci fu tra il partito comunista e l’estrema sinistra.
Uno degli aspetti maggiormente rilevanti sul piano storico  è la stretta...

Estratto di aloe meglio della chemio per tumore al cervello?
Estratto di aloe meglio della chemio per tumore al cervello?
(Napoli)
-

Aloe vs cancro: l’estratto è una potenziale arma contro il tumore al cervello, studio italiano
L’aloe ha proprietà anti tumorali in caso di glioblastoma multiforma, una grave...

Sembra che le Torri siano crollate da SOLE...come in Italia i PONTI!
Sembra che le Torri siano crollate da SOLE...come in Italia i PONTI!
(Napoli)
-

L'Occidente dimentica chi e perché ha fatto crollare le torri gemelle... e infatti permette che una grande moschea sia stata costruita proprio vicino a Ground Zero come se il terrorismo islamico non c'entrasse nulla Ieri il mondo avrebbe dovuto ricordare
L'Occidente dimentica chi e perché ha fatto crollare le torri gemelle... e...

Come essere SEMPRE SANI senza usare MEDICINE
Come essere SEMPRE SANI senza usare MEDICINE
(Napoli)
-

Il professore Ivan Neumivakin era il capo del programma di risanamento degli astronauti russi. Mise a punto un sistema di risanamento corporeo unico al mondo.
Il professore Ivan Neumivakin era il capo del programma di risanamento degli...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati