Ferrovie dello Stato: 120mila nuovi posti di lavoro

(Firenze)ore 22:45:00 del 27/03/2019 - Categoria: , Economia, Lavoro

Ferrovie dello Stato: 120mila nuovi posti di lavoro

Maxi piano di assunzioni di Ferrovie dello Stato: 120mila posti di lavoro in 5 anni

L’annuncio dei punti cardine del piano industriale del gruppo Ferrovie dello Stato da parte dell’amministratore delegato.

“Nessuno investirà così tanto nei prossimi cinque anni in Italia, ci saranno 58 miliardi per la rete, il trasporto ad alta velocità e per i pendolari” ha spiegato Gianfranco Battisti.

Il gruppo Ferrovie dello Stato si prepara a un nuovo grande e ambizioso programma di investimenti che porterà nei prossimi anni alla creazione di nuovi 120mila posti di lavoro.

Ad annunciarlo oggi è stato lo stesso amministratore delegato e direttore generale di Fs, Gianfranco Battisti, intervenendo al convegno sulle infrastrutture “Proposte per l’Italia”.

“Il prossimo piano industriale FS, che presenteremo tra qualche giorno, Alitalia permettendo, sarà il più grande investimento infrastrutturale dei prossimi anni” ha rivelato Battisti, aggiungendo: “Stimiamo per i prossimi cinque anni nuovi 120mila posti di lavoro, di cui 15mila diretti”.

Lo stesso a.d. ha spiegato che il tanto atteso nuovo Piano industriale del gruppo prevede investimenti per un totale di 58 miliardi di euro in cinque anni (2019-2023), di cui 9 miliardi solo quest’anno durante il quale ci saranno circa 4mila assunzioni.

“Nessuno investirà così tanto nei prossimi cinque anni in Italia, ci saranno 58 miliardi per la rete e il trasporto ad alta velocità e per i pendolari, con un’incidenza sul pil tra lo 0,7 e lo 0,9%” ha detto Battisti.

Ferrovie dello Stato, distribuzione delle risorse

Intervenendo nelle scorse ore a margine della Conferenza nazionale del trasporto aereo, l’a.d. aveva già assicurato che il piano di sviluppo di Fs è in dirittura di arrivo e sarà presentato sicuramente prima di Pasqua.

Tre le risorse messe in campo ben 39 miliardi di euro saranno destinati al potenziamento delle infrastrutture, altri 6 miliardi andranno invece al rilancio del trasporto regionale con l’acquisto di 600 nuovi convogli rappresentati dai nuovi treni pendolari ribattezzati Rock e Pop.

Altri quattro miliardi saranno destinati all’implementazione dei sistemi digitali. Altre risorse infine andranno all’alta velocità. Per l’ufficialità si aspetta di chiarire ora solo il nodo di Alitalia di cui Fs è principale azionista e che è in cerca di un nuovo partner industriale dopo l’uscita di scena di uno dei due precedenti, la low cost EasyJet.

Precisando che “è possibile uno slittamento del piano solo di qualche giorno per il caso Alitalia”, Battisti ha aggiunto che “Fs guarda ad Alitalia come ad un’opportunità ed è necessario che la compagnia di bandiera rimanga una compagnia di bandiera” perché “Il Paese non può non avere un presidio soprattutto sul lungo raggio”.

Su Alitalia “c’è una grande aspettativa e Aspettiamo di finire gli incontri che stiamo portando avanti con gli operatori. Crediamo in una operazione industriale per intercettare tutti i flussi di traffico” ha concluso Battisti.

Da: QUI

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
(Firenze)
-

Il nostro paese al top della classifica europea. La Sicilia in testa fra le regioni seguita da Calabria e Campania. In europa la media dei Neet è il 12 per cento: da noi il 23,4
BOOM DI GIOVANI NEET IN ITALIA - Secondo i risultati di una ricerca di Unicef,...

Manovra 2019: arriva il Fondo Famiglia per gli italiani
Manovra 2019: arriva il Fondo Famiglia per gli italiani
(Firenze)
-

Sconto tra Iv e M5s sulla proposta di Renzi di abolire quota 100, cosa che Di Maio ritiene inaccettabile
COME FUNZIONERA' IL FONDO FAMIGLIA 2019 - Tre miliardi di taglio delle tasse sul...

Come le multinazionali eludono tasse e nessuno fa niente
Come le multinazionali eludono tasse e nessuno fa niente
(Firenze)
-

MULTINAZIONALI ED ELUSIONI TASSE - Ogni anno il 40% dei profitti delle grandi multinazionali viene dirottato verso paradisi fiscali che permettono alle aziende di eludere la fiscalità nazionale e di guadagnare circa 5 euro su ogni euro di tasse pagate.
MULTINAZIONALI ED ELUSIONI TASSE - Ogni anno il 40% dei profitti delle grandi...

Dai migranti in Italia il 9% del PIL
Dai migranti in Italia il 9% del PIL
(Firenze)
-

Sono questi alcuni degli elementi che emergono dal nono Rapporto annuale sull’economia dell’Immigrazione, a cura della Fondazione Leone Moressa, presentato oggi (8 ottobre) a Roma.
QUANTO LAVORANI GLI IMMIGRATI IN ITALIA - Negli ultimi anni l’Italia sta...

Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
(Firenze)
-

MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri conferma la completa sterilizzazione degli aumenti dell’IVA previsti dalle clausole di salvaguardia ma non esclude possibili rimodulazioni dell’aliquota per un sistem
MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati