Fare sesso ogni 48 ore per Stare Bene

(Campobasso)ore 15:43:00 del 21/04/2017 - Categoria: , Sesso

Fare sesso ogni 48 ore per Stare Bene

IL FENOMENO DELL’AFTERGLOW, OVVERO QUELLA STRAORDINARIA SENSAZIONE DI BENESSERE CHE SOPRAVVIVE – PER DUE GIORNI – AL RAPPORTO SESSUALE

IL FENOMENO DELL’AFTERGLOW, OVVERO QUELLA STRAORDINARIA SENSAZIONE DI BENESSERE CHE SOPRAVVIVE – PER DUE GIORNI – AL RAPPORTO SESSUALE

È risaputo che un’attività sessuale regolare e gratificante è una panacea per l’organismo e per i disturbi dell’anima. Quello che ancora non si sapeva è che per potenziare al massimo i benefici del sesso, bisogna fare l’amore ogni 48 ore.

È questa la terapia prescritta dai ricercatori della Florida State University che, in un’interessante ricerca pubblicata sulla rivista Psychological Science, cercano di comprendere e formalizzare i postumi del sesso, ovvero quella straordinaria sensazione di benessere che pervade l’organismo dopo la copula e che, inevitabilmente, si riflette sulla qualità della vita e delle relazioni interpersonali.

Allo scopo, la dottoressa Andrea Meltzer, a capo del team di ricerca universitario, ha intervistato più di 200 coppie impegnate in una relazione monogama. Ha chiesto loro di registrare in un diario la frequenza, la durata e la qualità dei rapporti sessuali consumati in 14 giorni, e di esprimere un giudizio individuale sulla qualità (percepita) della propria relazione; con l’obiettivo dichiarato di quantificare il peso specifico dell’ingrediente sesso nella ricetta di un matrimonio felice.

Come è andata?

Il campione in esame registra una media di 4 rapporti in 14 giorni. Nelle ore immediatamente successive alla copula, indipendentemente dall’età, tutti i partecipanti allo studio dichiarano di sentirsi particolarmente bene e di nutrire un insolito senso di attaccamento al partner. Con il passare dei giorni, la sensazione di appagamento universale e di coesione col prossimo si riduce progressivamente, finchè l’onda di sentimenti positivi va in risacca. Allora si inizia a sentire nuovamente il bisogno di fare l’amore, per rinnovare all’amato – e a se stessi – la promessa di un’eterna luna di miele. Il fenomeno è stato poeticamente ribattezzato Sexual Afterglow, l’ultimo bagliore, ovvero quello che resta dopo un’esperienza sessuale positiva: una traccia evanescente che muove dal corpo come una scia, un’aurea miracolosa che allontana la negatività, una bolla di leggerezza che ingloba la persona.

Secondo la scienza questo stato di armonia psicosomatica persiste per 48 ore, giusto il tempo necessario all’organismo per riassorbire completamente la quantità di ossitocina, dopamina e serotonina sprigionata durante il rapporto sessuale. Quando i preziosi neurotrasmettitori non scorrono più nelle vene, sparisce l’alone di dolcissimo ottundimento che ammanta l’amante appena soddisfatto. In un breve lasso di tempo si torna ad essere scialbi, inappagabili, scoloriti: il sesso diventa un pallido ricordo e il desiderio si rimette in moto.

L’afterglow colpisce indistintamente i generi e le generazioni, non dipende dalla frequenza nei rapporti, dai tratti della personalità, dalla durata della relazione o da altri fattori. Secondo la scienza, sarebbe semplicemente il risultato di un adattamento evolutivo finalizzato a mantenere in buona salute lo sperma umano. Rapporti sessuali più frequenti implicherebbero un inutile dispendio di energia, e potrebbero causare una diminuzione nel numero degli spermatozoi. Rapporti più sporadici invece, non garantendo il corretto ricambio spermatico, potrebbero compromettere la qualità dell’eiaculato.

Sentire l’esigenza di fare l’amore ogni 48 ore significa dunque esprimere una sessualità sana. Ma tornando all’evidenza sperimentale della ricerca in questione, pare che l’effetto afterglow sia inoltre fondamentale per costruire e mantenere in vita quel legame emotivo tra i partner che giustifica la relazione monogama e la chiusura del nucleo familiare finalizzata alla generazione e al mantenimento di una prole sana.

In questi termini, l’appagamento emotivo e l’attaccamento affettivo sono un prerequisito indispensabile alla propagazione della specie. In pratica, secondo Darwin, l’amore romantico è un grande raggiro per spingerci verso la famiglia tradizionale. Un comportamento radicalmente umano che suona meglio nelle parole di Henry Miller: “What holds the world together, as I have learned from bitter experience, is sexual intercourse.”. Così, l’onda di propagazione dell’energia orgasmica invade e determina il tempo della Vita.

Da: QUI

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Sesso in gravidanza? Ecco come fare
Sesso in gravidanza? Ecco come fare
(Campobasso)
-

Sbalzi ormonali e tensione per la gravidanza in corso spesso concorrono a rendere la vita sessuale delle coppie in attesa di bebé (specie se si tratta del primo figlio) piatta, se non del tutto inesistente.
Sbalzi ormonali e tensione per la gravidanza in corso spesso concorrono...


(Campobasso)
-


Recenti studi hanno dimostrato gli effetti benefici dello sperma, che sono...


(Campobasso)
-


C'è un motivo se tutti i musicisti e i viscidoni della storia usano la frase...

Come fare sesso in cucina: top posizioni
Come fare sesso in cucina: top posizioni
(Campobasso)
-

Se credi che fare l'amore in casa sia un atto routinario, mai pensato di abbandonare la camera da letto e di provare a farlo in cucina?
IL SESSO CASALINGO È SEMPRE PIÙ DIVERTENTE E APPASSIONANTE SE SI HA VOGLIA DI...

Calo del desiderio, perche' non hai piu' voglia di fare sesso?
Calo del desiderio, perche' non hai piu' voglia di fare sesso?
(Campobasso)
-

Il calo della libido è un problema sentito: basta fare una prova, digitando su Google la stringa “Come posso aumentare la libido” e subito vi appariranno quasi 90mila risultati in pochi secondi.
Il calo della libido è un problema sentito: basta fare una prova, digitando su...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati