Essere OTTIMISTI ritarda le malattie rispetto i PESSIMISTI

(Genova)ore 15:08:00 del 17/05/2018 - Categoria: , Curiosità, Salute

Essere OTTIMISTI ritarda le malattie rispetto i PESSIMISTI

Un ottimista ha meno del 10% di possibilità rispetto a un pessimista di ammalarsi di depressione; e la depressione è considerata – al momento – la quarta causa di invalidità.

Ecco la formula della felicità: non è segreta, si può copiare – 

Da una disciplina relativamente recente un approccio (quasi) integrale al benessere della persona: pensieri, emozioni, stati fisici, tutto è collegato e interdipendente. Dall’armonia delle parti, la felicità della persona

PNEI, psiconeuroendocrinoimunologia, 13 sillabe, la parola più lunga della lingua italiana è la nuova scienza che spiega come mente e cervello comunichino tra di loro mediante i neurotrasmettitori, che però hanno effetto anche su tutto l’organismo, in quanto agiscono anche sui sistemi endocrino e immunitario.

Cambiando il pensiero, modifichiamo le emozioni. Modificando le emozioni, modifichiamo tutto l’organismo.

La felicità – da un punto di vista biochimico – può essere definita come un assetto con endorfine e serotonina alte ed ormoni da stress bassi, associato anche ad una forma di equilibrio elettroencefalografica, un ritmo che ci dice come i due emisferi, il destro e il sinistro, emotivo e razionale, analogico e logico stanno in armonia. La definizione è un po’ povera, ne sono state date di più affascinanti, ma è qualcosa che ci permette di lavorare.

Serotonina ed endorfine potenziano il sistema immunitario e attraverso le citochine influenzano positivamente i processi infiammatori. Gli ormoni da stress sono – ad esempio – adrenalina, noradrenalina e aldosterone: alzano la pressione arteriosa. Gli ottimisti ce l’hanno più raramente alta.

E poi c’è il cortisolo. Effetti del cortisolo: facilita il diabete e fa ingrassare. Tutte le calorie che mangiate invece che trasformarle in energia e calore le stratifica sul peritoneo e all’interno delle coronarie. Con un po’ di fortuna la tiroide comincia a zoppicare.

Avete sempre freddo, siete sempre stanchi, una fame vi devasta e ingrassate: un tipo particolare di grasso: faccia tonda, collo grosso e pancia. Il cortisolo intralcia il sistema immunitario. Chi ha il cortisolo alto non memorizza: il cortisolo intralcia le cellule dell’ippocampo, che non è un cavalluccio marino, ma l’organo della memoria.

Quindi: volete dimagrire, superare gli esami, essere sani? Da infelici, non ci riuscirete. La parola infelici è troppo letteraria e romantica? Fino a che sarete sotto stress cronico e con il cortisolo alto, non ci riuscirete.

Sono sempre più numerosi gli studi che evidenziano l’enorme quantitativo di vantaggi associati alle emozioni positive e al pensiero positivo. Vita nettamente più lunga, minore incidenza di malattie, maggiore successo professionale e, soprattutto, relazioni umani ricche e stabili.

Smettere di fumare allunga la vita di sette anni, imparare l’ottimismo di dieci. Quando ero più giovane, mi ammalavo con una frequenza di tre o quattro volte per anno; ora, che ne ho 64, la mia quota di malattie febbrili è meno di una per anno.

Un ottimista ha meno del 10% di possibilità rispetto a un pessimista di ammalarsi di depressione; e la depressione è considerata – al momento – la quarta causa di invalidità.

Essere pessimisti vuol dire esporsi ad un prolungato cattivo stress, il quale – da un lato – può scaricarsi con un accesso di cortisolo e adrenalina, vale a dire ipertensione, infarto, obesità; oppure, sul sistema digerente: gastrite, colite, enterite, e poi la regina del disastro: pancreatite.

Le malattie degenerative sono favorite; il sistema immunitario zoppicante trasforma l’organismo in un hotel a cinque stelle per batteri, virus e tumori maligni. Esperimenti sui topi hanno dimostrato che chi è sotto stress si ammala più facilmente di cancro e lo contrasta meno.

Gli esperimenti sono stati molto scortesi con i topi, quindi – visto che ormai sono stati fatti e i poveri topi ci hanno malamente rimesso – che almeno servano. Essere sempre il più felici possibile, così da impedire il cronicizzarsi dello stress, è un dovere etico nei confronti dei sorci dell’esperimento, che non siano morti invano, e del nostro disastrato sistema sanitario nazionale, oltre che un gesto di assoluta saggezza.

Un pessimista spesso ricorre a qualche aiuto per uscire o per lenire la costante infelicità: l’alcool è il miglior ansiolitico che esista, può ammazzare da solo o mediante un incidente stradale, la cocaina è un ottimo antidepressivo: può causare la morte per crisi cardiaca o trasformarti in un individuo con un’alta crudeltà e l’incapacità a capire le conseguenze delle proprie azioni.

Da: QUI

Pubblicato da Sasha

Altre notizie
Sigarette: tutti i prodotti CHIMICI NOCIVI che non conosci
Sigarette: tutti i prodotti CHIMICI NOCIVI che non conosci
(Genova)
-

Sigarette, sigari e tabacco da pipa sono sì fatti con foglie di tabacco essiccate, ma altre sostanze chimiche vengono aggiunte per dare sapore e per rendere il fumo più piacevole.
Sigarette, sigari e tabacco da pipa sono sì fatti con foglie di tabacco...

Mangiare gli avanzi fa male alla dieta
Mangiare gli avanzi fa male alla dieta
(Genova)
-

Mangiare gli avanzi è una di quelle abitudini piacevoli che mette d’accordo due esigenze piacevoli.
Mangiare gli avanzi è una di quelle abitudini piacevoli che mette d’accordo due...

Come essere SEMPRE SANI senza usare MEDICINE
Come essere SEMPRE SANI senza usare MEDICINE
(Genova)
-

Il professore Ivan Neumivakin era il capo del programma di risanamento degli astronauti russi. Mise a punto un sistema di risanamento corporeo unico al mondo.
Il professore Ivan Neumivakin era il capo del programma di risanamento degli...

Come l'orario dei pasti influisce sulla dieta
Come l'orario dei pasti influisce sulla dieta
(Genova)
-

Cenare prima e far colazione più tardi, dormire meglio, placare la fame col profumo di rosmarino o basilico, e anche circondarsi di messaggi positivi e incoraggianti: sono le ultime ‘strategie’ per aiutare chi vuole mettersi a dieta, magari per smaltire i
Cenare prima e far colazione più tardi, dormire meglio, placare la fame col...

Dieta del gruppo sanguigno AB: ecco quali cibi preferire
Dieta del gruppo sanguigno AB: ecco quali cibi preferire
(Genova)
-

La dieta del gruppo sanguigno AB ha le sue basi su una considerazione storica ben precisa: la sua origine risale all’incrocio del gruppo A con quello B in seguito alle vittorie delle popolazioni barbariche sui Romani.
La dieta del gruppo sanguigno AB ha le sue basi su una considerazione storica...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati