Ecco perche' dovresti usare il MENO POSSIBILE la Carta Stagnola

(Bologna)ore 14:05:00 del 29/07/2018 - Categoria: , Curiosità, Salute, Scienze

Ecco perche' dovresti usare il MENO POSSIBILE la Carta Stagnola

Tutti usiamo la carta stagnola in cucina, per cucinare e avvolgere gli alimenti.Uno studio recente ha rilevato che ci sono alcune cose da sapere a riguardo.

Tutti usiamo la carta stagnola in cucina, per cucinare e avvolgere gli alimenti.Uno studio recente ha rilevato che ci sono alcune cose da sapere a riguardo.

Innanzitutto, l’alluminio è un metallo pesante neurotossico che ha gravi effetti collaterali sulla funzione del cervello ed è stato anche associato alla malattia di Alzheimer. Secondo gli esperti medici, l’esposizione a questo metallo pesante potrebbe causare effetti avversi di lunga durata, tra cui il declino mentale e perdita di equilibrio, memoria, coordinazione e controllo del corpo.

Carta stagnola per gli alimenti: lo studio

Questo studio ha rilevato che la cottura con la carta stagnola influisce sulle ossa, poiché l’alluminio si accumula all’interno delle ossa e occupa lo spazio del calcio, riducendone i livelli.

Inoltre, i ricercatori hanno correlato la cottura con fogli di alluminio con fibrosi polmonare e altri problemi respiratori a seguito dell’inalazione di particelle di alluminio. Gli stessi effetti si ottengono quando si grigliano gli alimenti con la carta stagnola.

Molte persone sono ancora inconsapevoli del fatto che quando la carta stagnola viene esposta a temperature elevate, emette parti microscopiche di alluminio nel cibo.

Il dott. Essam Zubaidy, un ricercatore di ingegneria chimica presso l’Università americana di Sharjah, ha valutato gli effetti dell’alluminio sulla cottura e ha scoperto che un pasto cotto con la carta stagnola può includere fino a 400 mg di alluminio. Ciò significa che “Più è alta la temperatura, più la lisciviazione. L’alluminio non è asatto per la cottura degli alimenti  e non è adatto all’uso con verdure come pomodori, succo di agrumi o spezie. ”

L’RDA (dose giornaliera raccomandata) per l’alluminio, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è limitata a 60 mg al giorno. Additivi alimentari come E173, E520, E521, E523 E541, E545, E554, E555 E556 ed E559 contengono composti di alluminio.

A differenza del ferro e di altre vitamine e minerali, il nostro corpo non ha bisogno di alluminio. Pertanto, non è in grado di elaborarlo correttamente. Quindi cosa succede quando lo assumiamo? Viene immagazzinato nel nostro corpo e si accumula con il tempo nei nostri reni, cervello, polmoni, fegato e tiroide  danneggiando la nostra salute.

Molti validi motivi per utilizzare il meno possibile la carta stagnola

L’alluminio danneggia il sistema nervoso centrale.

L’esposizione all’alluminio nei bambini è stata collegata all’autismo. I bambini possono essere esposti ad alti livelli di alluminio dall’acqua potabile. La malattia del cervello e delle ossa è stata osservata in bambini con malattie renali. La malattia ossea è stata osservata anche nei bambini che assumono alcuni medicinali contenenti alluminio. Negli adulti, l’esposizione all’alluminio può portare a deficit neurologici legati all’età che somigliano all’Alzheimer e alla variante guamaniana, ALS-PDC. (fonte)

L’alluminio può danneggiare il tuo cervello.

Una ricerca ha dimostrato che l’alluminio può produrre stress tossici e ossidativi nel cervello. Il tuo cervello può immagazzinare un sacco di alluminio che può causare MS, sindromi da stanchezza cronica, epilessia, ADD, morbo di Alzheimer, Guilliane-Barre (una ferita post vaccinazione comune) e altri disordini neurologici.

L’alluminio “ruba” dall’ organismo magnesio, calcio e ferro.

I livelli di tracce di alluminio attraversano la barriera emato-encefalica e progressivamente si accumulano in grandi neuroni piramidali dell’ippocampo, della corteccia e di altre regioni del cervello vulnerabili nella malattia di Alzheimer. Più alluminio penetra nel cervello più si ha un conseguente aumento netto di alluminio intraneuronale con l’avanzare dell’età. L’alluminio è responsabile di due principali tipi di danni tossici nelle cellule. Come pro-ossidante, l’alluminio causa danni ossidativi sia da solo che in sinergia con il ferro. L’alluminio  sostituisce i metalli essenziali, principalmente Mg2 +, ferro e Ca2 + ioni-in (Fonte)

L’alluminio si accumula nel tessuto osseo, con conseguente indebolimento delle ossa.(Fonte) Si ritiene anche che sia una causa di osteoporosi.

L’alluminio causa uno stress ossidativo sulle cellule in tutto il corpo, causando danni al DNA e all’invecchiamento. (Fonte)

Riduci il più possibile l’esposizione all’ alluminio

Anche se l’alluminio è un metallo pesante come il piombo, può essere tossico in quantità eccessive. L’alluminio è uno dei metalli più abbondanti sulla terra ed è davvero difficile evitarlo completamente. Tuttavia, è possibile adottare alcune misure per evitarlo, ad esempio utilizzare pentole senza alluminio, evitare prodotti igienici con idrossido di alluminio, evitare cibi lavorati, ecc.

Da: QUI

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
Dieta Panzironi: come funziona
Dieta Panzironi: come funziona
(Bologna)
-

COME FUNZIONA LA DIETA PANZIRONI - C’è vita, oltre il carboidrato.
COME FUNZIONA LA DIETA PANZIRONI - C’è vita, oltre il carboidrato. Ma ad aprire...

Carboidrati nella dieta: quali mangiare e quali eliminare
Carboidrati nella dieta: quali mangiare e quali eliminare
(Bologna)
-

I carboidrati sono un tipo di macronutrienti presenti in molti alimenti e bevande, come frutta, verdure, latte, frutta secca, cereali, semi e legumi.
CARBOIDRATI NELLA DIETA - Anche in una dieta dimagrante non si può trascurare...

Dimagrire mangiando frittura: come fare
Dimagrire mangiando frittura: come fare
(Bologna)
-

DIMAGRIRE MANGIANDO FRITTURA - Molto spesso il sogno di chi segue un regime dimagrante e’ quello di poter mangiare ogni tanto un piatto fritto, magari una bella tempura di verdure, dei calamari o le classiche patatine fritte, senza inficiare il risultato
DIMAGRIRE MANGIANDO FRITTURA - Molto spesso il sogno di chi segue un regime...

Dieta di Federer: cosa mangia il campione svizzero?
Dieta di Federer: cosa mangia il campione svizzero?
(Bologna)
-

DIETA DI FEDERER - E’ uno dei più grandi atleti di sempre, un campione capace di “lottare” punto a punto per cinque ore con i rivali più titolati, a dispetto dei suoi quasi 38 anni, e sfoderare colpi mirabolanti per la gioia dei suoi tanti tifosi.
DIETA DI FEDERER - E’ uno dei più grandi atleti di sempre, un campione capace di...

Proprieta' benefiche Cetriolo: i benefici che non ti immagini!
Proprieta' benefiche Cetriolo: i benefici che non ti immagini!
(Bologna)
-

PROPRIETA' E BENEFICI CETRIOLO - Mescolato a yogurt, aglio, olio d'oliva e aneto nella tradizionale salsa tzatzikigreca, o servito sotto forma di una vellutata fresca da gustare a cena.
PROPRIETA' E BENEFICI CETRIOLO - Mescolato a yogurt, aglio, olio d'oliva e aneto...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati