Ecco il display sulla pelle che mostrera' il nostro stato di salute! VIDEO

(Bologna)ore 16:30:00 del 01/03/2018 - Categoria: , Salute, Tecnologia

Ecco il display sulla pelle che mostrera' il nostro stato di salute! VIDEO

In futuro indosseremo anche i display. Non consentiranno più solamente l'accesso ai device digitali, ma saranno applicabili sulla nostra epidermide, come fossero una sorta di pelle elettronica.

In futuro indosseremo anche i display. Non consentiranno più solamente l'accesso ai device digitali, ma saranno applicabili sulla nostra epidermide, come fossero una sorta di pelle elettronica.

L'invenzione appartiene al gruppo di ricerca giapponese, guidato da Takao Someya, professore dell'università di Tokyo, che ha creato un display ultrasottile ed elastico in grado di rilevare i dati del nostro corpo: temperatura, battito cardiaco e pressione.

Prototipi simili sono già stati realizzati, ma questo in particolare, compie un importante passo in avanti nelle applicazioni della biomedicina. Per la prima volta infatti, il display di pelle elettronica, ha mostrato in tempo reale, un elettrocardiogramma, mostrando e registrando le onde in movimento. Il progresso è notevole. È sufficiente applicare il display sulla pelle, che leggerà i dati fisiologici, trasmettendoli al cloud, al computer o allo smartphone del medico, il quale sarà in grado di monitorare lo stato di salute del paziente pur non essendo fisicamente presente.

Per persone anziane o disabili con problemi di mobilità, che hanno difficoltà a muoversi dalla propria abitazione, potrebbe essere uno strumento di enorme utilità. Con benefici che ricadrebbero anche sul sistema sanitario. Presentato recentemente al convegno dell'Associazione Americana per il Progresso nella Scienza, in Texas, il display flessibile, è costruito con microscopici Led, alimentati da un circuito elettrico, su una gomma speciale in grado di allungarsi fino al 45% della sua lunghezza. Ma c'è di più e probabilmente la ricerca futura andrà in questa direzione. Il dispositivo, già oggi può essere indossato sulla pelle per una settimana senza provocare infiammazioni cutanee, ma si sta studiando per allungare i tempi di monitoraggio dello stato di salute. Arriverà sul mercato entro tre anni, in base agli accordi tra l'azienda giapponese che si occupa della stampa e l'università di Tokyo che ha sviluppato il progetto.

[video]

Da: QUI

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
Partenza del 5G in Italia: tutti i PERICOLI CENSURATI
Partenza del 5G in Italia: tutti i PERICOLI CENSURATI
(Bologna)
-

Abbiamo già parlato dei pericoli di questa nuova tecnologia e, in vista della partenza del 5G, pubblichiamo volentieri questa importante iniziativa italiana.
Abbiamo già parlato dei pericoli di questa nuova tecnologia e, in vista della...

Dieta del mandarino per perdere 4kg in 1 settimana!
Dieta del mandarino per perdere 4kg in 1 settimana!
(Bologna)
-

Fra gli agrumi il mandarino è il migliore per tornare in forma grazie alle pochissime calorie (53 ogni 100 grammi) ed è ricco di fibre.
Fra gli agrumi il mandarino è il migliore per tornare in forma grazie...

L'amaranto, l'antica pianta sacra degli Incas attacca le colture OGM! BELLISSIMO!
L'amaranto, l'antica pianta sacra degli Incas attacca le colture OGM! BELLISSIMO!
(Bologna)
-

Le loro colture di soia OGM, nonostante i massicci trattamenti chimici, non riescono a tenere alla larga l’antico cereale naturale dell’Amaranto, che si ribella infestando i loro campi.
Le loro colture di soia OGM, nonostante i massicci trattamenti chimici, non...

Acqua ossigenata: cosa succede se metti 1 cucchiaino in lavatrice?
Acqua ossigenata: cosa succede se metti 1 cucchiaino in lavatrice?
(Bologna)
-

Acqua ossigenata: 5 utilizzi alternativi a cui non avevi mai pensato
Uno dei prodotti più versatili, economici e utili che dovremmo sempre avere in...

Ecco la dieta che ti fa perdere peso e non ti fa rimettere i kg persi!
Ecco la dieta che ti fa perdere peso e non ti fa rimettere i kg persi!
(Bologna)
-

La dieta mediterranea ipocalorica contribuisce alla perdita di peso e riduce significativamente il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari nei pazienti in sovrappeso o con problemi di metabolismo.
Sono giunti a questa conclusione i ricercatori dell'università spagnola Rovira i...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati