Crisi politica: ecco perche’ il Parlamento non conta piu’ nulla ormai

FROSINONE ore 12:14:00 del 27/02/2015 - Categoria: Politica

Crisi politica: ecco perche’ il Parlamento non conta piu’ nulla ormai

Crisi politica: ecco perche’ il Parlamento non conta piu’ nulla ormai. Governo questo sconosciuto.

Il Parlamento questo sconosciuto. Gli ultimi quattro esecutivi (Berlusconi, Monti, Letta, Renzi) hanno visto di fatto un riassetto istituzionale informale per cui ilgoverno ha pian piano scalzato la centralità del Parlamento.Il che non sarebbe un male in sé, se questo significasse una crescita della dimensione decisionista della Politica anziché un commissariamento delle istituzioni da parte di potentati sovranazionali che impongono delle scelte da prendere subito e senza fiatare.

Secondo il minidossier Openpolis “Il governo al tempo della crisi”, infatti, il periodo preso in esame ha visto 80% delle leggi di iniziativa governativa e solo il 20% di iniziativa parlamentare. Interessante è anche la percentuale di successo rispetto l’iniziativa, da cui si evince che oltre il 30% di tutte le proposte del governo diventa legge mentre le proposte del Parlamento che vanno a buon fine non raggiungono neanche un misero 1%. Anche rispetto alla lunghezza del procedimento legislativo dobbiamo distinguere se l’iniziativa è del governo (media 112 giorni) o del Parlamento (media 337 giorni).

Per ottenere questi risultati senza che ci sia stata una formale attribuzione di nuove prerogative il governo ha utilizzato sempre maggiormente lo strumento del voto di fiducia. Non solo sui provvedimenti particolarmente dibattuti – 8 voti di fiducia per approvare la riforma Fornero sul lavoro – ma anche come metodo consolidato per compattare la maggioranza e restringere il dibattito d’Aula. Il rapporto fra leggi approvate e fiducie richieste ha raggiunto nuove vette con gli esecutivi Monti e Renzi, entrambi intorno al 45%. Compito del Parlamento sarebbe anche quello di vigilare sull’attività del governo, operazione che svolge perlopiù attraverso la presentazione di interrogazioni e interpellanze alla Presidenza del Consiglio oppure ai singoli ministri. Le risposte che riceve però sono bassissime, in totale viene data attenzione solo al 35% dei quesiti, con la percentuale che tocca il punto più basso con il governo Renzi, sotto il 25%.

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
AZZARDOPATIA: decreto dignita' MODELLO EUROPEO
AZZARDOPATIA: decreto dignita' MODELLO EUROPEO

-

La Commissione europea ha risposto ad una interrogazione scritta, presentata ad aprile dall’eurodeputata M5S Isabella Adinolfi, per chiedere provvedimenti contro il diffondersi dei giochi d’azzardo in Europa.
La Commissione europea ha risposto ad una interrogazione scritta, presentata ad...

Reddito e Quota 100 approvati: tutti i dettagli
Reddito e Quota 100 approvati: tutti i dettagli

-

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto su Reddito di cittadinanza e Quota 100 per le pensioni, il cosiddetto decretone
Il Consiglio dei ministri ha approvato il cosiddetto decretone, il decreto...

Crescita ZERO: a rischio quota 100 e reddito di cittadinanza
Crescita ZERO: a rischio quota 100 e reddito di cittadinanza

-

Crescita quasi piatta per l’Italia il prossimo anno allo 0,3%: è una doccia gelata quella che gli analisti di Oxford Economics stimano per il PIL tricolore, molto più modesto dell’1 per cento scritto dal governo nella legge di bilancio.
Crescita quasi piatta per l’Italia il prossimo anno allo 0,3%: è una doccia...

Il KIT 5 STELLE per indottrinare i parlamentari...come Berlusconi!
Il KIT 5 STELLE per indottrinare i parlamentari...come Berlusconi!

-

Un bignami per i parlamentari affinché dicano sempre la “cosa giusta”
Un bignami per i parlamentari affinché dicano sempre la “cosa giusta” Forse vi...

Salvini: reintrodurre GREMBIULE nelle scuole
Salvini: reintrodurre GREMBIULE nelle scuole

-

Il vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, vorrebbe reintrodurre l’impiego della divisa scolastica negli istituti italiani
Si usa sempre meno. E sono in diminuzione gli istituti scolastici che richiedono...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati