Come sei stato COMPRATO con il MATERIALISMO

(Napoli)ore 23:49:00 del 08/11/2018 - Categoria: , Denunce, Lavoro

Come sei stato COMPRATO con il MATERIALISMO

Sei stato ingannato se pensi che lavorare 40 ore a settimana nella ruota del criceto umano dove stai vivendo, sia vita, mentre l’1 % possiede il 99 % dei soldi, i tuoi ovviamente.

Sei stato ingannato se pensi che lavorare 40 ore a settimana nella ruota del criceto umano dove stai vivendo, sia vita, mentre l’1 % possiede il 99 % dei soldi, i tuoi ovviamente.

Questa si chiama schiavitù, e sei così dannatamente entusiasta di essere uno schiavo, che neanche te ne accorgi.

Sei stato comprato con il materialismo e il consumismo, e la tua mente è stata programmata da quello che guardi ogni giorno in TV. Ti sei sedato nell'oblio con droga, medicine, cibi di merda e alcol. Pensi che queste cagate fanno parte della bella vita e invece sono solo scarti che il tuo padrone ha buttato giù dal suo alto tavolo a te sul pavimento, come se fosse vomito.

Come società molti hanno abbracciato le loro catene e hanno accettato la loro vita all'interno di questa prigione invisibile.

La gente è così dannatamente entusiasta di avere una briciola vomitevole che si dimentica di quello che realmente poteva avere.

Questo è un misero sopravvivere, quando invece dovresti vivere, e la vita non è così breve quanto ti vogliono far credere, se la vivi però in modo libera, felice e sana.

Molti di noi non lo hanno, non lo sanno e non lo faranno.

Molti invece si stanno svegliando e camminano fuori dalle porte della prigione, e stanno realizzando la realtà. Con ogni persona nuova che sorge dal sonno ci si avvicina di più al punto di ribaltamento del sonno/risveglio.

Trova la tua passione e vai a cercarla, molla le relazioni tossiche, ascolta l’ energia e quello che ti senti dentro che ti sta urlando, sbarazzati della negatività di quello che stai vivendo, e non rimandare con un “domani inizierò”

Oggi è quel giorno, il giorno per rivendicare la vita che meriti veramente.

Fallo, per te, per tutti noi

Da: QUI

 

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Diesel Euro 3, stop a Roma: 40mila imprese a rischio
Diesel Euro 3, stop a Roma: 40mila imprese a rischio
(Napoli)
-

DIESEL EURO 3 VIETATI A ROMA - Provvedimenti contro il diesel anche a Roma.
DIESEL EURO 3 VIETATI A ROMA - Provvedimenti contro il diesel anche a Roma. Dal...

Stop ai succhi: fino a 5 anni i bimbi dovrebbero bere solo acqua e latte
Stop ai succhi: fino a 5 anni i bimbi dovrebbero bere solo acqua e latte
(Napoli)
-

SUCCHI AI BAMBINI FANNO MALE - Per i primi cinque anni di vita i bambini devono bere acqua e latte.
SUCCHI AI BAMBINI FANNO MALE - Per i primi cinque anni di vita i bambini devono...

I giovani rifiutano il posto fisso. Noioso e antiquato
I giovani rifiutano il posto fisso. Noioso e antiquato
(Napoli)
-

Il posto fisso? Un residuo del passato. A sognarlo restano i genitori: ai figli, decisamente più pragmatici, basta uno stipendio alto per rinunciare senza troppi pensieri al tempo indeterminato
POSTO FISSO ROBA DA VECCHI PER I GIOVANI DI OGGI - I giovani della Generazione...

Cibi pericolosi che importiamo in Italia: la BLACK LIST COLDIRETTI
Cibi pericolosi che importiamo in Italia: la BLACK LIST COLDIRETTI
(Napoli)
-

LA BLACK LIST 2019 DEI CIBI PERICOLOSI IMPORTATI IN ITALIA - Dall’inizio dell’anno a oggi in Italia è stato segnalato un allarme alimentare al giorno e la maggior parte dei cibi pericolosi per la nostra salute provengono dall’estero.
LA BLACK LIST 2019 DEI CIBI PERICOLOSI IMPORTATI IN ITALIA - Dall’inizio...

Qualita' dell'aria, Italia prima in UE per morti da biossido azoto
Qualita' dell'aria, Italia prima in UE per morti da biossido azoto
(Napoli)
-

ITALIA E QUALITA' DELL'ARIA - L'Italia è il primo Paese in Europa per morti premature da biossido di azoto (NO2) con circa 14.600 vittime all'anno ed è nel gruppo di quelli che sforano sistematicamente i limiti di legge per i principali inquinanti atmosfe
ITALIA E QUALITA' DELL'ARIA - L'Italia è il primo Paese in Europa per morti...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati