Cipolline in agrodolce: come fare

(Macerata)ore 07:30:00 del 27/09/2016 - Categoria: Cucina

Cipolline in agrodolce: come fare

Sappiate che Pablo Neruda ha dedicato a questo ortaggio addiruttura una poesia, in cui definisce la cipolla «destinata a splendere»... anche nei vostri piatti!

Cipolline in agrodolce

Consiglio

Le cipolline in agrodolce sono ottime sia appena pronte, ancora calde, che gustate a temperatura ambiente. In questo caso potete anche prepararle in anticipo: si conserveranno in frigorifero fino a 6-7 giorni, in un contenitore ben chiuso.

Cipolline in agrodolce

A questo punto aggiungete il sale (4) e l'aceto balsamico (5). Lasciate cuocere, sempre mescolando spesso: la salsa si deve ritirare, diventando densa. Se preferite delle cipolline più croccanti fatele cuocere per 10 minuti. Se invece le preferite più tenere lasciatele andare per 15-20 minuti. A cottura ultimata (6), trasferite le cipolline con la loro salsa in una ciotolina e servite: le vostre cipolline in agrodolce sono pronte per essere gustate!

Preparazione

Se non si gradisce il miele, potete caramellare le vostre cipolline con circa 60 g dello zucchero semolato o di canna, che metterete nella padella insieme a 2-3 cucchiai d'acqua in modo che si sciolga.

Un contorno semplice da preparare e pieno di gusto, in grado di esaltare il sapore della pietanza che accompagna: le cipolline in agrodolce sono un grande classico della nostra tradizione e, oltre a essere buonissime, si preparano in pochi minuti e con soli quattro ingredienti. Queste cipolline in agrodolce sono ideali sia calde che fredde, magari in abbinamento a formaggi più o meno stagionati. Ma vi stupiranno anche come antipasto o aperitivo saporito, con il gusto intenso ma dolce delle cipolline borettane in contrasto con la nota pungente del miele di castagno, arricchito dalle note aromatiche dell'aceto balsamico. Pensate che le cipolle non siano abbastanza "romantiche" per essere portate in tavola? Allora sappiate che Pablo Neruda ha dedicato a questo ortaggio addiruttura una poesia, in cui definisce la cipolla «destinata a splendere»... anche nei vostri piatti!

Cipolle borettane 300 g Aceto balsamico 50 g Miele di castagno 80 g Sale fino 1 pizzico

 

 

Ingredienti per 300 g di cipolline in agrodolce

Conservazione

Per preparare le cipolline in agrodolce versate il miele di castagno in una padella larga (1) e poi aggiungete le cipolline (2). Lasciate che il miele si sciolga completamente, facendo caramellare le cipolline per circa 5 minuti, mescolando spesso con un cucchiaio di legno. (3).

Pubblicato da Carla

Altre notizie
Preparazione Tagliata di tacchino con finocchi e melagrana
Preparazione Tagliata di tacchino con finocchi e melagrana
(Macerata)
-

Aggiungete fette d’arancia e succo d’arancia all’insalata di finocchi.
  Stasera a cena: petto di tacchino! Si preannuncia un pasto molto spartano,...

Come fare i Ravioli di pesce
Come fare i Ravioli di pesce
(Macerata)
-

Per chi è più esperto sarà un gioco da ragazzi, per chi è alle prima armi può diventare una gustosa sfida, un prezioso regalo culinario da condividere con i vostri cari nei giorni di festa!
  Natale sta per arrivare e con lui la corsa al piatto perfetto. Per la...

Preparazione Bastoncini di carote fritte
Preparazione Bastoncini di carote fritte
(Macerata)
-

Per rendere l'antipasto ancora più interessante abbiamo deciso di accompagnare i bastoncini con una ciotolina di confettura di mirtilli rossi.
  Sicuramente vi sarà capitato almeno una volta di aver sollevato le carote per...

Preparazione Vellutata al cavolo nero
Preparazione Vellutata al cavolo nero
(Macerata)
-

ll bello delle vellutate è che potete personalizzarle: se la volete più cremosa basta un’aggiunta di panna; se la volete più sostanziosa basta un’aggiunta di pasta corta.
  La stagione invernale offre delle verdure diverse dal solito, molto buone ma...

Verza e patate: come fare
Verza e patate: come fare
(Macerata)
-

Scaldate un filo d’olio in una casseruola adatta anche alla cottura in forno, aggiungete il porro (5) e rosolatelo brevemente, poi unite le patate (6) e mescolate per non farle attaccare al fondo.
  Per gli amanti dei sapori di montagna e dei sostanziosi piatti unici a base...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati