Chi sono i MAGGIORI DEBITORI DELLA UE? Ecco i dati che NESSUNO VI SVELERA' MAI!

(Napoli)ore 20:30:00 del 05/02/2018 - Categoria: , Denunce, Economia, Sociale

Chi sono i MAGGIORI DEBITORI DELLA UE? Ecco i dati che NESSUNO VI SVELERA' MAI!

Oggi è stato pubblicato un interessantissimo report Eurostat che prende in esame le passività potenziali dei singoli paesi dell’Unione derivanti dagli impegni di garanzie date dagli stati a banche, enti privati ed enti statali.

Cari amici

Oggi è stato pubblicato un interessantissimo report Eurostat che prende in esame le passività potenziali dei singoli paesi dell’Unione derivanti dagli impegni di garanzie date dagli stati a banche, enti privati ed enti statali.

Si tratta di valori ancora potenziali, ma il cui avveramento  è solo questione di tempo, soprattutto quando si tratta di garanzie date al sistema bancario su NPL; not performing loans. Ora vi presentiamo le tabell Eurostat che contengono questi debiti potenziali e , cosa che non ha fatto l’ente statistico, vi forniremo un valore assoluto, affinchè possiate averne un dato di riferimento reale. Al termine trarremo alcune conclusioni.

GARANZIE CONCESSE DAL GOVERNO.

Debito Implicito per Garanzia:

  • Finlandia 69,7 miliardi di euro
  • Austria 72,42 miliardi di euro
  • Germania  532,5 miliardi di euro

L’Italia ha 40,1 miliardi di debito implicito, meno di un decimo della Germania

 Debiti derivanti da partnership pubblico-privato.

In questo caso si tratta di cifre piccole. Il Portogallo ha impegni in questo settore per 6,7 miliardi di euro.

Debiti di società statali non conteggiati come debiti del governo

In questo caso sono conteggiati i debiti di società statali i cui debiti non sono stati fatti rientrare nel debito pubblico. Notiamo che gli stati con banche pubbliche presentano un livello molto elevato in questa voce, e per la precisione :

GRECIA  288,4 miliardi di euro

PAESI BASSI  : 834 miliardi di euro.

GERMANIA: 3683 miliardi di euro

ITALIA : 875 miliardi di euro.

DEBITI PER NPL DI PROPRIETA’ DEL GOVERNO

Conclusioni

Se considerassimo il debito implicito e lo sommassimo a quello esplicito avremmo questi risultati, rispetto al PIL:

ITALIA: 180 % del PIL

GERMANIA: 185% del PIL

FRANCIA: 162 % del PIL

FINLANDIA:  125% del PIL

GRECIA : 319% del PIL

PORTOGALLO: 204% del PIL

Vista in questa prospettiva l’Italia non si trova assolutamente mal messa nei confronti della Germania, e ad un livello leggermente superiore alla Francia. La Grecia sarebbe comunque perduta, anzi la sua situazione appare perfino peggiorata, ma l’esempio Mediterraneo, il Portogallo, sarebbe molto meno esemplare. Poi se pensate che i debiti bancari tedeschi siano sicuri in modo assoluto, pensate che dall’altra parte ci sono dei bei mutui fatti su un mercato che ha visto i prezzi nominali crescere del 7,4% nel 2017, dopo una crescita del 10% nel 2016.

Però state tranquilli non è una bolla. Tutta roba sana.

Da: QUI

Pubblicato da Luca

Altre notizie
Manipolazione climatica: ecco la legge che rende il tutto LEGALE!
Manipolazione climatica: ecco la legge che rende il tutto LEGALE!
(Napoli)
-

La manipolazione climatica in Italia sembrerebbe essere legale. Esiste una legge riferita in particolare all’ uso delle acque che permette di manipolare il clima.
Strani eventi si stanno susseguendo negli ultimi tempi: inondazioni, trombe d’...

Prestiti in Svizzera per italiani: la guida
Prestiti in Svizzera per italiani: la guida
(Napoli)
-

Prestiti personali privati frontalieri. Principalmente stiamo parlando dei prestiti inerenti alla Svizzera, per gli italiani.
 Sono diversi i documenti necessari per poter usufruire di questi prestiti, ed...

Aree contaminate: 6 milioni di persone a rischio
Aree contaminate: 6 milioni di persone a rischio
(Napoli)
-

Nei terreni e nelle falde dei 1.469 ettari di costa che bagna la città di Crotone è stata riscontrata, nel 2002, la presenza di zinco, piombo, rame, arsenico, cadmio, mercurio, ferro, idrocarburi, benzene, nitrati, frutto perlopiù, di uno smaltimento abus
Nei terreni e nelle falde dei 1.469 ettari di costa che bagna la città di...

Genova: 5mila posti di lavoro per ricostruire il ponte
Genova: 5mila posti di lavoro per ricostruire il ponte
(Napoli)
-

Quasi 5000 lavoratori, tra occupati diretti e indotto, lavoreranno per realizzare il nuovo ponte dopo il crollo del Morandi.
Quasi 5000 lavoratori, tra occupati diretti e indotto, lavoreranno per...


(Napoli)
-


Per il vicepremier Luigi Di Maio l'approvazione in Consiglio dei ministri del...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati