Casalinghe in pensione a 57 anni? Ecco come fare

(Roma)ore 22:18:00 del 20/04/2018 - Categoria: , Economia, Guide, Nuove Leggi

Casalinghe in pensione a 57 anni? Ecco come fare

La pensione per casalinghe si ottiene dai 57 anni di età e per sbloccarla bastano solo 5 anni di contributi.

CON SOLI 5 ANNI DI CONTRIBUTI LE CASALINGHE ITALIANE POTRANNO ANDARE IN PENSIONE A 57 ANNI. ECCO UNA GUIDA SU COME, QUANTO VERSARE E QUANTO SI PRENDE.

Svolgere lavori domestici e prendersi cura della famiglia è un lavoro a tutti gli effetti. Per questo presso l’Inps esiste un fondo per casalinghe nel quale si possono versare contributi che permettono di ottenere una pensione, nonostante si presti una attività domestica non retribuita. Il fondo è aperto anche per gli uomini che svolgono lavori domestici prendendosi cura della propria famiglia.

In pratica il fondo in questione è aperto a tutti coloro, sia donne che uomini, che non hanno e non possono trovarsi un lavoro con copertura contributiva, in quanto devono dedicarsi alla cura della casa e della famiglia.

Coloro che vogliono usufruire di questa opportunità devono solo iscriversi presso la sede dell’ INPS più vicina al fondo pensione predisposto per le casalinghe e iniziare a versare i contributi.

La pensione per casalinghe si ottiene dai 57 anni di età e per sbloccarla bastano solo 5 anni di contributi. Ma vediamo in dettaglio quali sono i requisiti per iscriversi e quanto bisogna versare sul fondo pensione in questione.

Pensione per casalinghe: i requisiti

L’iscrizione al fondo pensione per casalinghe è ammessa se si hanno i seguenti requisiti:

  • avere tra 16 e 65 anni di età
  • non aver mai avuto copertura contributiva, e quindi non aver mai lavorato oppure, aver svolto solo lavori saltuari e part-time con retribuzioni basse e quindi con copertura contributiva al di sotto del minimo stabilito
  • non avere qualsiasi altro tipo di sussidio o pensione erogata a proprio nome

Pensione per casalinghe: quanto bisogna versare

Il vantaggio di questo fondo pensionistico è che il soggetto interessato può scegliere l’importo da versare mensilmente, partendo da un minimo di 25,82€ al mese. E’ ovvio che più si versa più si prenderà di pensione visto che, come tutte le altre, viene calcolata con il sistema contributivo.

La scelta sull’ importo del versamento però va ad incidere anche sull’ età in cui si può percepire la pensione. Per percepirla a 57 anni, come sopra citato, sarà necessario che la pensione calcolata sia pari ad almeno 1,2 volte l’assegno sociale che nel 2018 è pari a 448,52 euro. Solo a 65 anni la pensione dal fondo casalinghe viene erogata a prescindere dal suo importo. In pratica occorre versare di più del minimo mensile consentito per poter accedere alla pensione a 57 anni di età.

Inoltre sul sito dell’ INPS, tramite un simulatore è possibile calcolare l’importo della propria pensione futura in base al fondo previdenziale su cui si versano i contributi, compreso quello per casalinghe.

Da: Jeda

Pubblicato da Samuele

Altre notizie
Disoccupazione giovanile: 1 italiano su 3 senza lavoro. Dov'e' la DIGNITA' PER LORO?
Disoccupazione giovanile: 1 italiano su 3 senza lavoro. Dov'e' la DIGNITA' PER LORO?
(Roma)
-

Tra le tante abolizioni proclamate in maniera trionfale dal governo del cambiamento c’è sicuramente quella della precarietà
Tra le tante abolizioni proclamate in maniera trionfale dal governo del...

Creare gratis un sito web con Libero Pages
Creare gratis un sito web con Libero Pages
(Roma)
-

Creare gratis un sito web con Libero Pages - Ogni PMI ha bisogno di un “avamposto” sul web con il quale farsi trovare da nuovi utenti.
Creare gratis un sito web con Libero Pages - Ogni PMI ha bisogno di un...

Legittima difesa? Solo un inchino agli amici della potente lobby delle armi…
Legittima difesa? Solo un inchino agli amici della potente lobby delle armi…
(Roma)
-

Un doveroso tributo, in stile americano, ad una delle lobby più potenti e ricca … E, come al solito, il tutto sulla pelle della gente…!
Sembra proprio un bel regalo alle lobby delle armi che tanti bei soldini portano...

Reddito Cittadinanza: 3mila nuovi navigator
Reddito Cittadinanza: 3mila nuovi navigator
(Roma)
-

La Conferenza delle Regioni ha dato all’unanimità parere favorevole alla proposta del governo: verrano assunti 3mila navigator, cifra dimezzata rispetto ai 6mila annunciati.
La Conferenza delle Regioni ha dato all'unanimità parere favorevole per un...

Il vero Dramma dell'ISTRUZIONE ITALIANA
Il vero Dramma dell'ISTRUZIONE ITALIANA
(Roma)
-

Lo skill mismatch è causato da svariati fattori, che incidono in maniera diversa a seconda del contesto.
Lo skill mismatch è causato da svariati fattori, che incidono in maniera diversa...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati