Carburante: come ti fregano

(Firenze)ore 10:29:00 del 10/04/2017 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Sociale

Carburante: come ti fregano

Viene usato nei momenti di punta, quelli in cui tante macchine sono in fila per fare rifornimento e i guidatori sono distratti.

PENSI CHE IL DISTRIBUTORE DI BENZINA TI EROGA CIÒ CHE PAGHI?SPESSO CI SONO DEI BENZINAI DISONESTI CHE DISPONGONO TRUFFE SUL CARBURANTE. ECCO QUALI SONO.

Sono principalmente quattro i metodi usati per le truffe sul carburante:

1)Viene manomesso il distributore che emette meno di ciò che risulta al cliente. Vi faccio un esempio. Se la pompa eroga il 3-4% in meno, ogni 100 litri di benzina, 3 litri potranno essere rivenduti illegalmente, ogni 100 mila litri rimarranno nel serbatoio circa 3 mila litri che oltretutto verranno venduti senza pagare le tasse. Ecco che un piccolo/medio distributore avrà intascato, solo dalla truffa, 4.500 euro in un mese. Ad essere coinvolto in questo imbroglio non è solo il gestore della pompa, ma anche il tecnico che fa la manutenzione e che manomette il contatore o fa finta di non accorgersi della manomissione.

2) Il secondo metodo è spesso perpetrato dai dipendenti della pompa, a volte con la complicità del gestore. Viene usato nei momenti di punta, quelli in cui tante macchine sono in fila per fare rifornimento e i guidatori sono distratti. Succede che l’inserviente dopo aver fatto il pieno alla prima auto mette un fermo alla pistola erogatrice e la macchina non si azzera. Se la prima auto ha messo 10 euro e la seconda chiede 50 euro, il contatore partirà da 10 invece che da zero. E dieci euro saranno intascati dall’inserviente. Con questo sistema c’è chi riesce a rubare anche 200-300 euro al giorno.

3)Altro sistema, ormai meno usato, la benzina allungata, un metodo che oggi viene praticato soprattutto da gestori disperati per pagare qualche debito, visto che le conseguenze negative arrivano a breve giro. Funziona così. In una cisterna che contiene 10 mila litri di carburante vengono aggiunti circa 500 litri di olio esausto. In passato molti benzinai disonesti lo facevano visto che le automobili bruciavano di tutto, oggi le macchine moderne dopo un chilometro si fermano se la benzina risulta sporca.

4)L’ultimo sistema è il più remunerativo e coinvolge non solo il gestore ma anche chi fa manutenzione, chi trasporta il carburante e almeno un paio di persone che lavorano nella casa madre e rubano la materia manomettendo i registri. Si tratta della benzina a nero. Il carico viene venduto ad un terzo del costo (circa 50 centesimi a litro). Se considerate che una cisterna contiene 39 mila litri, il guadagno per il gestore della pompa è di 40 mila euro netti, visto che essendo a nero, non paga le tasse.

Da: QUI

Pubblicato da Luca

Altre notizie

(Firenze)
-


Il ministro dell'Interno tedesco, il cristiano democratico Thomas de Maizière...

Libera gli ALTRI dalla SCHIAVITU'. Se TUTTI facessero come te, domani saresti libero anche TU
Libera gli ALTRI dalla SCHIAVITU'. Se TUTTI facessero come te, domani saresti libero anche TU
(Firenze)
-

Pensa se tutti facessero come te, domani saresti libero anche Tu.
Prima di liberarti dalla Tua schiavitù, inizia a liberare gli altri dalla...

Italia Paese piu' povero d'Europa: 11 milioni di cittadini in stato di DEPRIVAZIONE
Italia Paese piu' povero d'Europa: 11 milioni di cittadini in stato di DEPRIVAZIONE
(Firenze)
-

Per mantenere 60 mld di CORRUZIONE e 160 mld di EVASIONE a qualcosa ovviamente bisogna rinunciare.
Per mantenere 60 mld di CORRUZIONE e 160 mld di EVASIONE a qualcosa ovviamente...


(Firenze)
-


Il programma più inutile del mondo (ma il poblema non è tanto l'inutilità quanto...

Rifiuti, per POLITICI e CRIMINALI i nostri BAMBINI possono anche morire
Rifiuti, per POLITICI e CRIMINALI i nostri BAMBINI possono anche morire
(Firenze)
-

Come si può affidare ai privati lo smaltimento di rifiuti pericolosi?? Non si sa che, per il massimo guadagno, cercheranno di smaltirli col minimo costo?
Il reato di attentato alla salute pubblica dovrebbe essere perseguito con pene...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati