Canone Rai: cosa conoscere

(Bologna)ore 17:11:00 del 24/05/2016 - Categoria: Denunce, Nuove Leggi, Politica

Canone Rai: cosa conoscere

Eppure, quando si è rivolto agli uffici di viale Mazzini per ottenere l'esenzione dal canone Rai, perché lui la tivù non la può sentire, ha ricevuto una risposta che gli ha gelato il sangue

E questi non vanno privatizzati e venduti? Ma dovrebbe essere la prima priorita' di un governo democratico. Questi devono sparire dallo Stato e dalla schiena dei poveracci. Una volta privati possono cantarsela e suonarsela come gli pare.

Se vendere professionalità è sempre l'affare più grande di sempre, cosa aspetta il Governo a prendere la RAI tutta in blocco per quello che è e venderla per quello che crede di essere? Scommettiamo che si fanno avanti in pochi e sarà solo un gioco al ribasso? E’ il mercato che genera professionalità non gli aiuti di Stato, anzi.

Entro il 16 maggio 2016 la legge di Stabilità scritta dal governo Renzi prevedeva che i cittadini, che ne avessero il diritto, inviassero la richiesta di esenzione dal canone rai. Francesco avrebbe voluto farlo. Ma, coadiuvato da un amministratore di sostegno, ha scoperto che l'azienda pubblica televisiva si è "dimenticata" di prevedere una esenzione specifica dal pagamento del canone per i telespettatori non udenti. Quando l’amministratore ha chiamato il numero verde, messo a disposizione da viale Mazzini, per chiedere spiegazioni si è sentito rispondere che la Rai non aveva previsto l’esenzione per i diversamente abili "non udenti" dal momento che la presenza della sottotitolazione nei programmi avrebbe garantito la possibilità per il soggetto di usufruire del servizio pubblico.

Eppure, quando si è rivolto agli uffici di viale Mazzini per ottenere l'esenzione dal canone Rai, perché lui la tivù non la può sentire, ha ricevuto una risposta che gli ha gelato il sangue. Dovrà pagare la tassa più odiata dagli italiani perché, come gli hanno spiegato, i programmi hanno i sottotitoli. In realtà, il servizio pubblico non prevede alcuna sottotitolazione per i nuovi canali digitali e le dirette, non la garantisce per i canali storici e non ha ancora attivato la funzione di sottotitolaggio per i contenuti trasmessi in diretta sul sito web.

A questo punto Francesco si vedrà arrivare sulla bolletta elettrica Enel, sulla quale – ironia della sorte – ha uno "sconto" in quanto invalido al cento per cento, i primi 70 euro per il canone Rai. Lui, però, ha deciso di non arrendersi e si è rivolto ad Agitalia. "È una questione di principio di tutela della propria categoria", spiega l'associazione facendo notare che, anche se molti programmi sono sottotitolati, molti dei nuovi canali digitali non lo sono e, comunque, le "dirette" televisive non lo sono quasi mai. Agitalia sta predisponendo un’azione collettiva nazionale per richiedere all'azienda televisiva pubblica non solo l’esenzione dal canone 2016 ma anche la restituzione delle somme eventualmente versate nei precedenti anni e un risarcimento di tremila euro in favore di ogni soggetto diversamente abile che comprovi la propria sordità.

La Rai fa cassa pure coi disabili: "I sordomuti pagano il canone"

Sordomuti costretti a pagare il canone. La Rai: "Si leggano i sottotitoli". Ma non tutti i canali hanno la funzione

Francesco ha 45 anni. Sordomuto sin dalla nascita da sordomutismo, è invalido civile al cento per cento.

Pubblicato da Sasha

Altre notizie
Quanti interessi dovrai dare alla BANCA se chiedi un PRESTITO?
Quanti interessi dovrai dare alla BANCA se chiedi un PRESTITO?
(Bologna)
-

Avete mai realizzato che quando andiamo in banca, anche per la più semplice delle operazioni, siamo “costretti a firmare” una serie pressoché infinita di documenti pieni di clausole scritte con caratteri in miniatura?
Avete mai realizzato che quando andiamo in banca, anche per la più semplice...

Il lato OSCURO di MONDO CONVENIENZA
Il lato OSCURO di MONDO CONVENIENZA
(Bologna)
-

Straordinari obbligatori, perdita dei benefici di anzianità di servizio, mai un riposo nei giorni festivi e stipendi ridotti. Le testimonianze dei lavoratori dell'azienda di arredament
I primi che hanno fatto concessioni alla grande distribuzione sono stati proprio...

MBST: la tecnologia boicottata da 15 anni che evita OPERAZIONI E FARMACI. VIDEO
MBST: la tecnologia boicottata da 15 anni che evita OPERAZIONI E FARMACI. VIDEO
(Bologna)
-

L’ MBST un metodo non invasivo. Una tecnologia inventata dai tedeschi ed è esistente da ben 15 anni! Ma allora, PERCHE’ NESSUNO NE HA MAI SENTITO PARLARE!?!? Semplice! Scomoda gli interessi di troppe persone….
Quando un’ innovazione può portare beneficio alle persone ma scomoda il sistema...

USA: gli imprenditori chiedono di lavorare GRATIS
USA: gli imprenditori chiedono di lavorare GRATIS
(Bologna)
-

La crisi economica iniziata nel 2008 e pilotata dai poteri forti, sta ottenendo i frutti sperati, ovvero trasformare la schiavitù del lavoro in servilismo volontario, che è alla lunga ben peggiore e sopratutto umiliante.
La crisi economica iniziata nel 2008 e pilotata dai poteri forti, sta ottenendo...


(Bologna)
-


Matteo Rovatti, per  ilprimatonazionale.it scrive:"Il potere della neolingua è...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati