Avere uno stipendio sicuro vuol dire rassegnarsi e rinunciare ai proprio sogni: pensateci su!

(Bari)ore 12:34:00 del 24/03/2018 - Categoria: , Denunce, Lavoro

Avere uno stipendio sicuro vuol dire rassegnarsi e rinunciare ai proprio sogni: pensateci su!

Una delle difficoltà più grandi che si incontrano nel cercare di diventare Chi Sei Davvero è che stai svolgendo un lavoro che non ti corrisponde per niente, estraniante, che non senti tuo, che ti fa stare male solo al pensiero di alzarti al mattino per to

Una delle difficoltà più grandi che si incontrano nel cercare di diventare Chi Sei Davvero è che stai svolgendo un lavoro che non ti corrisponde per niente, estraniante, che non senti tuo, che ti fa stare male solo al pensiero di alzarti al mattino per tornare lì.

Quasi tutti, purtroppo, sono o sono stati in questa situazione, tranne i fortunati che sono nati con le idee chiare su ciò che volevano fare, ed hanno iniziato a ballare, cantare, suonare, recitare fin da bambini, ed hanno avuto una famiglia che li ha assecondati e sostenuti nel coltivare i loro talenti.

Per tutti gli altri c’è stato, invece, 
un rassegnato seguire le orme dei genitori, 
o dei loro desideri per noi. 

Ho incontrato moltissime persone che avevano abbandonato i loro sogni per un posto fisso ed unostipendio sicuro. Altre ancora non hanno avuto neppure i sogni da abbandonare, hanno visto solo la strada che era stata già tracciata per loro.

Tutte queste persone sono rassegnate, stanche ed apatiche. 
Non hanno mai conosciuto l’entusiasmo che scaturisce dal seguire le proprie inclinazioni e l’eccitazione di fare qualcosa di banale, ma che piace immensamente. Conoscono solo la tristezza ed il trascinare avanti un giorno dietro l’altro.

Tutto ciò che scrivo l’ho sperimentato sulla mia pelle, quindi conosco bene la differenza.

In questi ultimi anni di grande trasformazione, coloro che hanno rinunciato ai propri sogni o a manifestare i propri talenti stanno sempre più male, sentendo che c’è un’enorme pressione sulla loro corazza, che li schiaccia, per costringerli a rompere il guscio e venire fuori.

Se assecondassero questo processo, che è voluto dall’Universo intero, troverebbero il modo per realizzare, almeno in parte, ciò che desiderano e, soprattutto, avrebbero modo di Vivere la Vita che gli resta in modo più semplice e reale, secondo la loro Natura.



Molti di loro, però, oppongono resistenza, bloccati dalle promesse inconsce fatte a mamma e papà, dalla paura di trovarsi senza soldi, senza stipendio, senza la Vita sicura e programmata che hanno creato per proteggersi. 

Che è, senza che se ne rendano conto, la loro stessa gabbia. 
Una gabbia, più o meno dorata, è sempre una casa sicura in cui abitare, o così sembra da chi ci sta dentro. Se faccio fatica adesso, pensano, figurati se rinunciassi a tutto questo! 

Con che cosa pagherei l’affitto o il mutuo, 
e le bollette?
Non hanno davvero idea di cosa voglia dire starsene fuori e vivere secondo la propria naturale inclinazione. Avere tempo e modo di fare ciò che si desidera seguendo i ritmi ed i bisogni del proprio corpo. Uscire, stare all’aria aperta, godersi la natura e le sue meraviglie, anzichè stare rinchiusi tutto il giorno. Visitare luoghi magici e ricchi di energia, colmarsi della ricchezza che si trova sul cammino di chiunque segua la propria strad

Non so come avvenga, perchè è diverso per ognuno di noi, ma quello che ho verificato, compiendo quel primo passo che fa uscire dalla gabbia, è che l’Universo intero ti aiuta e congiura perchè tu possa diventare Te Stesso. La fatica ci sarà comunque, ma si sommerà alla gioia ed all’energia che deriva dal nutrimento che ricevi facendo ciò che ti corrisponde. Forse avrai ancora difficoltà per arrivare a fine mese, o a pagare le bollette, ma sentirai dentro la possibilità di farcela, e questo farà la differenza.

La rassegnazione di chi ha rinunciato a Se Stesso è mortale, la gioia di chi ha trovato Se Stesso è vitale. Non c’è nessuna motivazione in una Vita che non ti appartiene. C’è Tutto da godere sulla Tua Strada. Ogni situazione o incontro è magico, incredibile, straordinario. Le persone che conosci sono tutte sullo stesso cammino e le opportunità che nascono sono eccezionali.
Non abbiamo idea di quante cose sono possibili, oggi, e sono a disposizione di chi voglia, DAVVERO, diventare Se Stesso. 

Il presupposto necessario è quello di uscire dallo schema in cui sei ingabbiato, mollare l’ancora delle certezze che ti mantengono prigioniero, e volerti affidare alla Provvidenza che assiste gli audaci.

C’è una Voce che ti sta chiamando, ed il suo richiamo è diventato assordante. La tua Anima sta cercando di svegliarti e ricordarti la tua Missione. Se la svolgerai avrai vinto, se non ci proverai nemmeno, la tua Vita sarà stata inutile.

Da: QUI

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
Torino: ecco la REGINA DEI ROM! 400 auto di lusso e un castello
Torino: ecco la REGINA DEI ROM! 400 auto di lusso e un castello
(Bari)
-

Torino, la dolce vita della “regina” rom: ville, auto di lusso e soldi dal Comune
Altro che roulotte ed elemosine, la “regina” dei rom a Torino fa la bella vita a...

Partenza del 5G in Italia: tutti i PERICOLI CENSURATI
Partenza del 5G in Italia: tutti i PERICOLI CENSURATI
(Bari)
-

Abbiamo già parlato dei pericoli di questa nuova tecnologia e, in vista della partenza del 5G, pubblichiamo volentieri questa importante iniziativa italiana.
Abbiamo già parlato dei pericoli di questa nuova tecnologia e, in vista della...

ALTERAZIONE DEL CLIMA: tutti gli esperimenti che ci nascondono
ALTERAZIONE DEL CLIMA: tutti gli esperimenti che ci nascondono
(Bari)
-

Il cielo è a strisce: tutti lo vedono, ma nessuno ne prende atto. Come si può pretendere che le istituzioni si decidano a spiegare in modo finalmente convincente un fenomeno palesemente negato, benché sia sotto gli occhi di tutti?
Il cielo è a strisce: tutti lo vedono, ma nessuno ne prende atto. Come si può...

Il cardinale da 35 mila euro al mese: e predicava pure la poverta'!
Il cardinale da 35 mila euro al mese: e predicava pure la poverta'!
(Bari)
-

Il cardinale da 35 mila euro al mese: in Vaticano scoppia un nuovo scandalo
L’amico e primo consigliere di Francesco, Oscar Maradiaga, predicava il...

La Chiesa deve pagare l'ICI: ecco quanto
La Chiesa deve pagare l'ICI: ecco quanto
(Bari)
-

Oltre al danno, la beffa. Lo Stato italiano deve recuperare l’Ici non pagata dalla Chiesa: lo stabilisce la Corte di giustizia dell’Unione europea.
Oltre al danno, la beffa. Lo Stato italiano deve recuperare l’Ici non pagata...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati