(Napoli)ore 13:06:00 del 19/07/2018 - Categoria: , Denunce, Lavoro

Italiani schiavi del lavoro? Hanno i sensi di colpa per ferie e permessi

Sentirsi in colpa quando si prendono ferie permessi al lavoro: in Italia è una condizione che riguarda il 95% degli impiegati che passano le loro vite al chiuso e solo un'ora al giorno all'aperto. Questi i dati emersi dalla ricerca OnePoll commissionata a marzo 2018 a livello internazionale da Corona su un campione statistico di 15.000 impiegati in lavori d'ufficio (50% uomini e 50% donne) in 11 paesi.

Tre italiani su 4 controllano le email anche se in ferie

La reperibilità costante è motivo di preoccupazione per oltre il 73% degli intervistati, che dichiara che colleghi e superiori si aspettano da loro la reperibilità anche durante i periodi di permessi e ferie. Un malessere tanto sofferto che il 41% degli italiani non inserisce nemmeno il messaggio di 'Out Of Office' nella propria casella email. Sono addirittura 3 su 4 le persone che controllano la posta anche fuori dall'orario lavorativo e, anche se in ferie, il 30% di loro controlla la casella anche più volte al giorno.

''Non è un caso che in Francia si è dovuti addirittura ricorrere a una legge per garantire il 'diritto al distacco' e al giusto riposo del dipendente dagli impegni lavorativi per favorire così il ripristino della sfera personale e familiare", commenta Massimo Rosa, head hunter cuneese, che elabora e innova sistemi applicati in scala all'ambito delle risorse umane e della ricerca e selezione del personale.

Ferie e permessi: sono necessità psicologica

"Apprendere che la metà degli italiani - continua il "cacciatore di teste" Massimo Rosa - si sente in colpa per aver giustamente consumato il periodo di ferie, o continui a controllare e rispondere alle email di lavoro più volte al giorno anche durante tale periodo è ancor più stupefacente dello scoprire che addirittura il 95% di essi trascorra solamente un'ora al giorno all'aperto. Al netto di quelle attività che per la fisicità che richiedono hanno per forza un tempo di riposo e distacco per il recupero delle prestazioni, oggi paradossalmente la necessità del distacco è prevalentemente psicologica".

"Riposo, riposo, riposo sembra essere il rimedio più immediato, ma anche il tempo trascorso con gli amici, le risate in compagnia e soprattutto l'abbandonare (fisicamente) i dispositivi tecnologici in un cassetto per determinati periodi, sembrano essere semplici soluzioni per il ripristino veloce del proprio livello di attività fisica e psicologica''

Da: QUI

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
Istat: 20 miliardi spesi dalle famiglie per droga, prostitute e tabacchi di contrabbando
Istat: 20 miliardi spesi dalle famiglie per droga, prostitute e tabacchi di contrabbando
(Napoli)
-

La ricchezza prodotta nel 2016 da economia sommersa e attività illegali è salita a 210 miliardi dai 208 del 2015, anche se il suo peso sul pil è lievemente calato dal 14,4 al 12,6%
La ricchezza prodotta nel 2016 da economia sommersa e attività illegali è salita...

Poste: 7.500 assunzioni nel 2019
Poste: 7.500 assunzioni nel 2019
(Napoli)
-

“Un grande risultato reso possibile grazie alla riforma della Legge Fornero” ha detto il sottosegretario al lavoro Claudio Durigon in merito all’accordo coi sindacati raggiunto lo scorso giugno.
"Poste Italiane entro l'anno 2019 assumerà 7.500 persone. Un grande risultato...

Manager svela il marcio negli alimenti!
Manager svela il marcio negli alimenti!
(Napoli)
-

Christophe Brusset, un manager che ha lavorato per anni nelle principali multinazionali del cibo svela il marcio nascosto nei prodotti del supermercato.
Christophe Brusset, un manager che ha lavorato per anni nelle principali...

Rc auto: un lusso per gli italiani, soprattutto al Sud
Rc auto: un lusso per gli italiani, soprattutto al Sud
(Napoli)
-

Le Rc auto dei neopatentati sono ormai un vero e proprio lusso, in particolare al Sud, ove possono toccare i 6700 euro, come dimostrano i dati forniti dall'osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva
Le Rc auto dei neopatentati sono ormai un vero e proprio lusso, in particolare...

Ma gli italiani che votano a fare?
Ma gli italiani che votano a fare?
(Napoli)
-

Bankitalia: “Non smontate la Fornero”. Salvini secco: “Non ci ferma nessuno”
In principio fu il Fondo Monetario Internazionale, che sempre attento a mettere...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati