(Torino)ore 20:33:00 del 24/09/2017 - Categoria: , Calcio, Editoria

Se un attaccante segna due gol nelle prime quattro partite di campionato è difficile parlare di "crisi". Se quell’attaccante è Gonzalo Higuaín e se aggiungiamo le prestazioni tutt’altro che esaltanti contro la Lazio in finale di Supercoppa e al Camp Nou, contro il Barcellona di Messi, in Champions League, allora le cose cambiano. Lo scorso anno fu l’acquisto più costoso nella storia del calcio italiano e segnò proprio contro la Fiorentina il suo primo gol in maglia bianconera. Era il suo esordio e la rete del 2-1 (appena dieci minuti dopo l’ingresso in campo) fu la prima delle 25 totali che portarono la Juve allo scudetto. La sua prima stagione a Torino, partì in maniera piuttosto positiva: furono tre le reti nelle prime quattro, una solo in più rispetto a quest’anno in cui però è apparso decisamente più nervoso e meno coinvolto.

A Higuain (e ai suoi gol) mancano cinque elementi: 

1) gli assist di Dybala, che giustamente sfrutta il personale stato di grazia cercando la conclusione ogni volta che si trova in possesso della palla; 

2) il gioco a due con Dani Alves, il compagno con il quale Gonzalo si trovava meglio in campo nella scorsa stagione (i due gol con il Monaco, ad esempio). "Ciao genio, è stato un piacere giocare con te", scrisse Higuain in estate, salutando il brasiliano; 

3) i lanci di Bonucci e la sua capacità di mettere la palla sui piedi del centravanti da 40/50 metri di distanza; 

4) gli assist di Pjanic, che gioca più lontano dalla porta rispetto alla scorsa stagione (il passagggio-gol contro il Chievo per ora è un'eccezione); 

5) il mancato apporto, fino a questo momento, di Douglas Costa, acquistato appositamente per fornire assist alle punte: "Higuain segnerà 40 gol con i miei assist? E' un attaccante che mi piace tanto e spero di fargliene tanti", dichiarò il brasiliano nel giorno della sua presentazione in bianconero. Il numero 9 sta ancora aspettando.

Higuain è sovrappeso. Higuain non si muove. Higuain è arrabbiato. Higuain quando le cose vanno male si deprime

Pubblicato da Gerardo

Altre notizie
La Var c'e': perche' gli arbitri italiani NON la usano?
La Var c'e': perche' gli arbitri italiani NON la usano?
(Torino)
-

L’analisi del quotidiano romano: «Il protocollo Var non è cambiato, solo che gli arbitri vogliono dimostrare di non aver bisogno di “aiutini”».
Il Var è da tempo un tema caldo, per i giornali. Dopo gli episodi controversi di...

Come le le grandi squadre si sono comprate il calcio
Come le le grandi squadre si sono comprate il calcio
(Torino)
-

Un unico campionato su scala europea, alternativo ai tornei nazionali e alla Champions. Ecco il progetto segreto sponsorizzato dai club più ricchi d'Europa, tra cui Juventus, Real Madrid e Barcellona
Una Superlega europea del pallone. Un campionato riservato alle squadre più...

68': giovani che volevano migliorare il mondo facendosi di LSD
68': giovani che volevano migliorare il mondo facendosi di LSD
(Torino)
-

Sessantotto: la tragica eredità della generazione perduta
Il 16 agosto scorso, due mesi fa, è stato il quarantacinquesimo anniversario del...

L'esercito finanziario del Milan? Bilancio in rosso di 126 milioni di euro
L'esercito finanziario del Milan? Bilancio in rosso di 126 milioni di euro
(Torino)
-

L’esercizio finanziario riferito alla stagione 2017/2018 risente della campagna acquisti dello scorso anno, anche se i ricavi sono in aumento.
Deficit in crescita rispetto allo scorso anno Il Milan ha pubblicato il...

Sei di Destra? Ecco perche' e' GIUSTO ricordare CHE GUEVARA
Sei di Destra? Ecco perche' e' GIUSTO ricordare CHE GUEVARA
(Torino)
-

In occasione dei cinquantuno anni dalla morte di Ernesto “Che” Guevara, ha destato scalpore un post della sezione romana di Gioventù Nazionale (FdI) dove si ricorda e celebra il Comandante della rivoluzione cubana.
In occasione dei cinquantuno anni dalla morte di Ernesto “Che” Guevara, ha...



Informarsi | Richiesta info | Sitemap articoli

2013 Informarsi - Tutti i diritti riservati